Visita del Presidente Mahmoud Abbas nella Repubblica Italiana 2-3 novembre 2021

(ASI) Il Presidente dello Stato di Palestina, Mahmoud Abbas, ha appena concluso una visita ufficiale nella Repubblica Italiana, durante la quale ha incontrato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al Palazzo del Quirinale, nel pomeriggio di martedì 2 novembre, e il Primo Ministro, Mario Draghi, a Palazzo Chigi, mercoledì 3 novembre.

Durante questi incontri, il Presidente ha espresso la propria gratitudine e apprezzamento per le posizioni politiche dell'Italia e dell'Unione Europea a favore della soluzione dei due Stati in linea conil diritto internazionale e a favore del diritto del popolo palestinese a ottenere la propria libertà e indipendenza, invitando i Paesi che non hanno ancora riconosciuto lo Stato di Palestina a farlo.

 

Il Presidente ha sottolineato che questa visita contribuirà a rafforzare le relazioni di amicizia e cooperazione tra la Palestina e l’Italia, e ha espresso la speranza di unulteriore sviluppo di queste relazioni attraverso il Comitato Ministeriale Congiunto -

che si prevede si tenga all'inizio del prossimo anno a Ramallah, presieduto dai Ministri degli Esteri dei due Paesi con la partecipazione di rappresentanti dei ministeri competenti, l’incremento dei rapportid'affari tra i due Paesi, e i gemellaggi tra città palestinesi e città italiane.

Il Presidente Mahmoud Abbas ha inoltre dichiarato: "Rivolgo i nostri più sentiti ringraziamenti per l'assistenza fornita dall'Italia, in particolare, al settore della salute per combattere l'epidemia del Coronavirus, ai progetti di desalinizzazione dell'acqua, al rafforzamento delle istituzioni palestinesi, alla formazione delle forze di sicurezza, ai progetti di emancipazione delle donne, al lavoro dell'UNRWA e al restauro della Chiesa della Natività”.

Il Presidente Abbas ha informato il Presidente della Repubblica e il Primo Ministro italiano sugli ultimi sviluppi sul campo, sulle pratiche aggressive di Israele e sulle sue iniziative unilaterali, che minano ciò che resta della soluzione dei due Stati e creano tensione e instabilità, spiegando che ciò rappresenta una sfida alla legalità internazionale e all'Amministrazione statunitense, che ha chiesto a Israele di fermare queste azioni.

In questa occasione, il Presidente ha dunque affermato: "Non accetteremo la continuazione dell'occupazione israeliana della terra dello Stato di Palestina, non accetteremo la discriminazione razziale e la pulizia etnica contro il nostro popolo palestinese, non accetteremo gli attacchi ai luoghi santi cristiani e islamici - comprese la Chiesa del Santo Sepolcro e la Moschea Al-Aqsa a Gerusalemme, né l'espulsione dei palestinesi dai quartieri di Gerusalemme;non accettiamo la classificazione di 6 organizzazioni palestinesi per i diritti umani come organizzazioni terroristiche, né possiamo accettare i programmi israeliani di annessione ed espansione degli insediamenti, che prevedono anche il sequestro delle terre della Chiesa, opprimendo la vita di tutta la nostra gente, musulmani e cristiani insieme”.

Il Presidente Abbas ha poi chiesto esplicitamente ai rappresentanti dello Stato italiano di intervenire immediatamente per salvare la vita dei nostri prigionieri in sciopero della fame che sono attualmente in pericolo, e di aiutarci per il rilascio di tutti i prigionieri.

Il Presidente ha successivamenteribadito quanto dettonel suo discorso all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che alla luce del continuo indebolimento da parte di Israele della soluzione dei due Stati, saremo costretti a passare ad altre opzioni e a prendere decisioni risolute nel prossimo periodo, se Israele non desiste da queste pratiche.

Il Presidente ha garantito l'impegno dello Stato di Palestina per la soluzione dei due Stati e per il conseguimento di una pace conformeal diritto internazionale sotto gli auspici del Quartetto Internazionale, reiterando ancora una volta il suo appello per la convocazione di una Conferenza Internazionale il cuiobiettivo sia che il popolo palestinese ottenga libertà e indipendenza nel proprio Stato con Gerusalemme Est capitale, e possa viverein pace e in rapporti di buon vicinato con tutti, perché questo popolo e la sua leadership non accetteranno l'occupazione per sempre.

Il Presidente Abbas ha aggiunto: "Cogliamo l'opportunità per invitare l'Italia e l'Unione Europea a collaborare con il Quartetto internazionale, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e il Segretario Generale delle Nazioni Unite, per tornare,prima che sia troppo tardi, a un percorso politico coerente conla soluzione dei due Stati minata quotidianamente da Israele”.

Sulla situazione in Palestina, il Presidente ha chiarito: "Siamo impegnati per l'unità della nostra terra e del nostro popolo e per la formazione di un governo di unità nazionale, in cui tutte le forze partecipanti sianovincolate al rispetto dellalegalità internazionale. Attualmente stiamo allestendo le elezioni comunali che inizieranno il prossimo dicembre, e chiediamo alla comunità internazionale di aiutarci affinché possano tenersi anche a Gerusalemme, in modo da poter organizzare il prima possibile anchele elezioni generali, presidenziali e del Consiglio Nazionale”.

Il Presidente Abbas ha infine rinnovato il suo impegno per una partnership con tutti i settori della società palestinese: le forze politiche, la società civile, il settore privatoe altri, al fine di mantenere lo stato di diritto, gli standard di trasparenza e responsabilità, il rispetto dei diritti umani, la libertà di espressione, il sostegnoalle donne e ai giovani.

Così la nota stampa della Presidenza Palestinese emanata dall'Ambasciata della Palestina in Italia.

 

Fonte foto: https://www.quirinale.it

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Umbria. Consulta Regionale dei Consumatori. Bilancio post Covid e progetti per il futuro

(ASI) Perugia. Si è tenuta nella giornata di ieri la riunione della Consulta Regionale dei Consumatori presso il palazzo della Regione al Broletto (Perugia). L’organismo d’interfaccia tra istituzioni e ...

Perugia. Presentata l’ottava edizione del “Love Film Festival”. La giustizia sarà il tema principale su cui verteranno tutti gli incontri. 

(ASI) Perugia. Mercoledì 24 maggio, presso l’hotel La Rosetta di Perugia, è stata presentata l’ottava edizione del “Love Film Festival” che si svolgerà a Palazzo Priori di Perugia dal 24 al 26 ...

Roma. Convegno in Senato e consegna del Premio Internazionale Federico II. 

(ASI) ROMA – E’ prevista a Roma, presso il Senato della Repubblica, l’apertura del programma di iniziative di alto livello culturale promosse dal Centro Studi Federico II per l’anno 2022. “...

“A ’sta pandemia… damoje ’n verso” di Paolo Micheli conquista Perugia.

(ASI) Perugia. Nella città di Perugia sicuramente una delle figure più autorevoli e rispettate è il Presidente della Sezione penale della Corte di Appello Paolo Micheli. “Un uomo che incute inizialmente ...

Condannato l’ex Consigliere Comunale di Castelvolturno A.B. per diffamazione nei confronti di Roberto Fiore.

(ASI) "Una sentenza lucida e puntuale quella del Dott. Agostino Nigro che stigmatizza la colpevolezza di A.B. giovane consigliere di Sinistra Italiana al Comune di Castelvolturno, condannandolo anche al ...

Con 'L’Italia Mensile' parte da Napoli la battaglia ideale per le libertà

(ASI) Il 28 maggio 2022 ci sarà la presentazione de L’Italia Mensile. Non è solo la presentazione di una rivista è la Voce di un Movimento per affermare una nuova visione di intendere ...

Ucraina, Orban: “Stato di emergenza in Ungheria”

(ASI) Il primo ministro ungherese, Viktor Orbán, ha dichiarato lo stato di emergenza a causa del conflitto in corso, con Mosca,  sul territorio gestito da Kiev.

Quad, Tokyo: jet Cina e Russia durante riunione con Biden

(ASI) Aumenta la tensione in Asia, in particolare tra la Cina e la Russia (unite) contro gli Stati Uniti.

Venenzia Convegno FEDERBIM: sostenibilità, investimenti ed energia i pilastri da cui ripartire

(ASI) "Dalla collaborazione tra Regione Veneto e Comune di Venezia, è nata quest'anno la Fondazione 'Venezia Capitale Mondiale della Sostenibilità' , progetto volto a realizzare un piano di interventi funzionali alla ...

Il mondo del lavoro è cambiato.Proposte del giuslavorista Severino Nappi

(ASI) Con la pandemia il mondo del lavoro è cambiato, è divenuto flessibile, ma soprattutto ha assunto la denominazione smart. In futuro il lavoro da remoto diventerà una realtà concreta, alla quale ...