scholzjpg(ASI) A fronte delle elezioni per la Cancelleria in Germania gli equilibri nel Paese potrebbero cambiare avendo ripercussioni anche per quanto riguarda L’UE. Il candidato capogruppodel partito SPD Olaf Scholzguadagna punti, tanto che viene già dato per vincente da alcune delle principali statistiche.

Vista la  vittoria per Olaf Scholz ciò che resta in gioco sono i rapporti di forza tra i vari gruppi del Parlamento Europeo, che potrebbero mutare e in particolar modo all’interno del Consiglio Unione Europea.

È chiaro di come il Partito Socialdemocratico in Germania stia guadagnando se pur conun sottile margine di scarto, una posizione predominante.

A perdere punti percentuali è il  Partito Popolare Europeo. Quest’ultimosi configura come fazione politica europeista di centro destra che raccoglie le forze generalmente classificabili come moderate.Una vera e propria famiglia il PPE,che rischia di perdere la sua influenza. Si può definire come il gruppo più importante all’interno della Plenaria di Strasburgo, con i suoi 177 deputati, rischia di diventare incredibilmente debole.

Il Paese più influente di stampo PPE diverrebbel’Austria.Si potrebbe perdere così l’equilibrioche per 16 anni la Germania di Angela Merkel ha conquistato. Il cancelliere uscente è riuscito a mettere d’accordo i Paesi del Mediterraneo e quelli del Nord nella lunga ed estenuante battaglia per il Recovery Fund

Questo indebolimento inevitabile in sede di Consiglio Ue rischia però di ripresentarsi anche in Parlamento. Se il numero degli scranni non è ovviamente in discussione, lo è invece la redistribuzione delle cariche.

Massimiliano Pezzella – Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2021 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.