×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
LIBIA: Martedì Il presidente del Cnt Jalil incontra Frattini a Roma

(ASI)  Prima visita all’estero del capo dell’opposizione di Bengasi, il presidente del Consiglio nazionale transitorio libico Jalil .

 

La visita di Jalil a Roma, frutto di contatti con il Governo italiano, è "un segnale importante", ha spiegato il portavoce del Ministro, Maurizio Massari, nel corso del consueto briefing settimanale alla stampa, sottolineando che l'Italia da "molta importanza a questa visita", la prima all'estero di Jalil, anche per il riconoscimento che è stato dato al Cnt. Ci sarà "un probabile passaggio in Parlamento, e si sta lavorando ad un incontro con le massime cariche dello Stato" ha detto ancora Massari, dando notizia anche di una iniziativa italo-francese, a cui si è aggiunta la Spagna, per sollecitare la presenza di un rappresentante del Cnt libico al Consiglio Esteri di Lussemburgo, per fare in modo che i vari membri dell'Ue possano "familiarizzare" con l’opposizione a Gheddafi.

Per quanto riguarda le richieste della Nato e del Cnt di rafforzamento della missione militare da parte dell'Italia, Massari ha puntualizzato che "sarà il governo a prendere le proprie decisioni" Tali richieste, ha precisato, saranno comunque valutate con gli alleati. In ogni caso, ha rilevato Massari, "l'Italia ha già fatto la sua parte e continuerà a farla" sulla base di evoluzioni sul terreno. Il principio che prevale, ha aggiunto, è quello del "burden sharing" con gli alleati, in particolare perché la missione dell'Alleanza in Libia è una sorta di 'Nato Plus' con la partecipazione di paesi come Qatar e Emirati.

Resta ferma la volontà italiana di chiedere un impegno comune europeo. L'Italia, ha spiegato Massari, insieme alla Danimarca intende "sollecitare" la nomina di un inviato di alto livello dell'Ue in Libia perché "si possa coordinare con le altre organizzazioni internazionali e far pesare la voce dell'Ue" anche all'interno del gruppo di contatto che si riunirà a Doha il 13 aprile.

Quanto all’eventualità di armare l’opposizione libica, Massari ha ribadito che questa "deve essere considerata una extrema ratio" perché "ci sono altri strumenti messi a disposizione dalla risoluzione 1973 dell'Onu che devono essere sfruttati al massimo". Massari ha ricordato che, dal punto di vista giuridico, la 1973 prevede “la possibilità di eccezioni rispetto all'embargo di armi" come misura di extrema ratio per proteggere i civili. Ed è un argomento da far valere laddove, al momento opportuno, si ponga questa questione”.

Sul fronte umanitario, si registrano due ulteriori operazioni italiane a favore della popolazione libica coordinate dalla Cooperazione allo Sviluppo, sviluppate con il supporto logistico e operativo del Ministero della Difesa e a cui partecipa attivamente la Regione Lombardia. Le due missioni prevedono l’invio di kit medici per la cura di circa 60mila persone e il trasferimento in Italia di una ventina di feriti.

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Cangianelli (FIPE): per il gambling regolamentato parliamo di digitale, non solo di online

(ASI) Emmanuele Cangianelli, Presidente di EGP, organizzazione di categoria di FIPE Confcommercio degli esercizi pubblici che offrono giochi in concessione (bingo, scommesse, apparecchi da intrattenimento)

Incentivi alle Imprese, Bando ISI INAIL 2023: compilazione delle domande dal 15 aprile 2024

(ASI) Pubblicato il calendario dei prossimi adempimenti legati al bando ISI 2023, l'agevolazione che garantisce finanziamenti a fondo perduto per migliorare la sicurezza sul lavoro.

I tre indizi che fanno una prova dell’inquietante trojan che abbiamo addosso e ci segue ovunque

(ASI) “Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”. Era quello che sosteneva Agatha Christie, la famosa scrittrice, regina del giallo. Mi è tornata ...

Missione del Ministro Tajani a Zagabria per partecipare alla sesta riunione del Comitato di coordinamento dei Ministri di Italia e Croazia

(ASI) Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Antonio Tajani, è in missione a Zagabria per la sesta riunione del Comitato di coordinamento ...

Scuola: Marti (Lega), bene misure approvate in CdM tra cui proroga contratti ATA Roma, 27 feb. - “Bene le misure del MIM contenute nel nuovo decreto legge del Pnrr e approvate in Consiglio dei Ministri. Grazie a un lavoro puntuale e in costante sinergia

(ASI) Roma - “Bene le misure del MIM contenute nel nuovo decreto legge del Pnrr e approvate in Consiglio dei Ministri. Grazie a un lavoro puntuale e in costante sinergia ...

Confcommercio su regolamento ue imballaggi: rischio pesanti effetti su filiere produttive e distributive, modificare norme

(ASI) Il nuovo regolamento Ue sugli imballaggi, che sarà discusso in sede di trilogo ad inizio marzo, desta molte preoccupazioni e, in assenza di modifiche significative, rischia di travolgere interi ...

Pavanelli (M5S): “Sardegna, vittoria storica per Todde e il M5S”

“Alessandra Todde è la prima Presidente di Regione del M5S e la prima donna alla guida della Regione Sardegna. Si tratta di un risultato storico. (ASI) II cittadini sardi hanno ...

L’Economia della cultura come fattore di sviluppo. Gianni Lepre, “una grande opportunità per Napoli e il Mezzogiorno”

(ASI) L’Economia della cultura come fattore di sviluppo, questo il titolo del Convegno che si svolgerà a Napoli il prossimo 28 febbraio nella splendida cornice di Palazzo Fuga.

L’Economia della cultura come fattore di sviluppo

(ASI) Si svolgerà a Napoli il 28 febbraio con inizio alle ore 9.30  presso Palazzo Fuga, l’ex Real Albergo dei Poveri, in Piazza Carlo III, un importante convegno incentrato sulla ...

Le nuove relazioni tra Argentina e Italia ripartono dal comparto energetico

(ASI) Ripartiranno dal comparto energetico le relazioni tra Italia e Argentina.

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113