L'Eredità Culturale nel 21° secolo, Napoli capitale del pianeta per 3 giorni. Gianni Lepre: "L'evento Unesco è una grande opportunità per la nostra città"

(ASI) NAPOLI - L'Eredità Culturale del 21° secolo, una sorta di memorandum della grande tradizione intellettuale dell'uomo, delle sue radici, dei suoi ideali e della massima espressione del suo ingegno. Napoli sarà  per tre giorni, dal 27 al 29 novembre prossimi, capitale mondiale, ospitando i delegati provenienti da 194 Paesi del mondo e ponendosi nuovamente come capitale morale e reale del Mediterraneo.

La conferenza, organizzata dal Governo italiano per tramite del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e del Ministero della Cultura di concerto con l'UNESCO, avviene in occasione della celebrazione per il 50° anniversario della Convenzione sul Patrimonio Mondiale e della ricorrenza del ventennale della Convenzione sul Patrimonio Immateriale. "E' un grande onore per l'Italia e per Napoli poter ospitare una manifestazione di questo livello - ha esordito Gianni Lepre, economista e consigliere del ministro della Cultura - anche in considerazione del fatto che il nostro Paese, grazie al ministro Sangiuliano, ha preso piena coscienza del suo immenso patrimonio culturale promuovendolo e trasformandolo in base di crescita e sviluppo lineare dell'economia tricolore".  Il prof. Lepre che tra l'altro è presidente della Commissione Economia della Cultura dell'Ordine nazionale dei Dottori Commercialisti ha poi continuato: "Che Napoli abbia superato la concorrenza di Firenze per ospitare questa manifestazione è segno tangibile del grande interesse che il mondo intero ha nei confronti della nostra città, che finalmente, dopo oltre un secolo, non è associata solo alla pizza, al mandolino, a Pulcinella o, nelle peggiori delle assonanze, alla camorra. Napoli è una grande realtà culturale, il cui fermento non si è mai arrestato, anche se per questioni di meri interessi personali, qualcuno l'ha associata solo a criminalità e degrado morale e sociale". Lepre ha poi sottolineato: "I numeri i questo ci danno ragione, infatti una recentissima ricerca di Srm, il centro studi di Intesa Sanpaolo, evidenzia come Napoli e provincia, da sole, assorbano circa il 67% dei visitatori del sistema museale e architettonico-monumentale del Mezzogiorno. Un Sud che, proprio grazie a Napoli e alla Campania, conta il 30% dei visitatori dell'intera Penisola. Nel Mezzogiorno ci sono 12 dei 45 siti archeologici Unesco riconosciuti. Napoli, a partire da Pompei, domina la scena". Lepre ha poi concluso: "La sensazione generale è che, grazie anche all'impegno delle istituzioni locali, del sindaco Gaetano Manfredi, questi valori stanno generando anche nuova occupazione, e per questi dati confortanti, bisogna insistere sulla strada intrapresa".

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Agricoltura. Ciaburro (FDI), masaf al lavoro per tutela imprenditori

(ASI) "La riduzione del contributo delle polizze assicurative è un tema gravoso, frutto di una gestione passata del rischio in agricoltura priva di una visione strategica e responsabile ed è ora sotto ...

Scuola, Miele (Lega): "Aumenti uguali da Nord a Sud, polemiche non hanno fondamento" 

  (ASI)   Roma,  – "Non hanno nessun tipo di fondamento le polemiche di chi, in maniera pretestuosa, vorrebbe accusarci di voler penalizzare qualcuno a favore di qualcun altro. ...

Difesa: Italia aderisce alla Combined Space Operations Initiative

(ASI) Roma  Oggi, con la firma del Sottosegretario di Stato alla Difesa Sen. Isabella Rauti, delegata dal Ministro Crosetto, la Difesa italiana entra a far parte del partenariato multinazionale ...

Acciaierie d’Italia - Dipino (UGLM): Scenario vergognoso.

(ASI) Taranto .“Oramai il teatrino al quale sia i lavoratori di Acciaierie d’Italia e dell’indotto, sia l’intero stato italiano, sono costretti ad assistere è a dir poco vergognoso, ...

Rottamazione Quater: Leo, nessuna proroga in vista

(ASI) Sul versante della seconda rata dell'ultima 'rottamazione' pare non vi sia posto per la tanto sperata proroga che avrebbe garantito un po di ossigeno a tanti che non sono ...

L'Impresa di fare Impresa: I crediti edilizi non utilizzabili (a cura di Maddalena Auriemma)

L'Impresa di fare Impresa: I crediti edilizi non utilizzabili (a cura di Maddalena Auriemma)

Salario minimo, Croatti (M5S): maggioranza getta maschera e legittima sfruttamento

ROMA,  - "Dopo mesi di rinvii, sul salario minimo la maggioranza ha gettato finalmente la maschera. Hanno trasformato la proposta di legge a prima firma Conte in una delega ...

Dl Anticipi, Spinelli (FdI): misure importanti a sostegno di imprese e lavoratori   

(ASI) "Nel provvedimento oggi in Aula sono previste misure urgenti in materia economica e fiscale. Si parla di indicizzazioni delle pensioni, norme a sostegno delle partite Iva per dare ossigeno ...

Superbonus: Mazzetti (FI), prevenire contenziosi con norma ad hoc

(ASI) Roma,  Il rischio che i contenziosi sul Superbonus esplodano a partire da gennaio è molto serio, soprattutto in vista della riduzione dell'aliquota. Si stima siano almeno 30mila i ...

Manovra, Ricci (Pd): "La Legge di Bilancio è fasulla e senza coperture, manca lo 0.5% di crescita"

(ASI) "Abbiamo dinanzi una Legge di Bilancio fasulla. Mancano 0.5 punti di crescita, secondo i dati diffusi ieri dall'Istat, che ci dice che la crescita, nel prossimo anno, sarà la metà ...