×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Quattro mosse (immediate) per salvare il Paese dal baratro.

Quattro mosse (immediate) per salvare il Paese dal baratro.

di Fortunato Vinci

(ASI) Ma la maggioranza ha capito che la situazione è drammatica? Il dubbio è più che fondato perché i telegiornali, dopo aver detto delle Borse a picco in quasi tutti i Paesi, e dello spread che ha superato abbondantemente la soglia dei quattrocento punti (459), hanno anche riferito che Umberto Bossi si è vantato con i suoi di aver “blindato” le pensioni ed Angelino Alfano, segretario del Pdl, ha espresso soddisfazione perché era andato bene il tesseramento per il suo partito. Sembrano alieni, oltre che profondamente ignoranti, questi esponenti della maggioranza. E lo stesso sono sembrati, per quello che hanno detto, il senatore Lupi ed il ministro per le politiche comunitarie Bernini nella trasmissione “Ballarò”. Fuori dal mondo, distanti anni luce dalla realtà e dalla soluzione dei problemi che stanno affossando il nostro Paese. Silvio Berlusconi, che pensava di aver risolto tutto con una lettera alla Unione Europea, adesso “segue” l’evolversi della situazione. L’unico che ha capito come stanno veramente le cose sembra sia il presidente Giorgio Napolitano che però non ha competenze operative e si limita a mandare, ormai da mesi – del tutto ignorati – messaggi allarmanti. Il tempo stringe e i nani (mi riferisco alla statura politica) di Palazzo Ghigi, balbettano soluzioni che sono semplici palliativi. Il tempo stringe i problemi si aggravano ed i risparmi di tutti noi si sbriciolano. Eppure basterebbero solo un po’ di buon senso e di capacità (anche modeste) per trovare la soluzione della stragrande maggioranza dei problemi, per dare credibilità all’Europa ed ai mercati, per far risalire la Borse e salvare il Paese. Cominciando con il tagliare quell’enorme montagna di soldi che rappresenta uno spreco che non ci possiamo più permettere, da subito, che significa entro i prossimi due giorni: abolizione di tutte le province; riduzione di almeno il cinquanta per cento, con effetto dal primo gennaio prossimo, dei “rimborsi elettorali”, quell’eufemismo con il quale viene indicato il finanziamento ai partiti e comunque da dare soltanto a quelli che hanno superato il quorum del 4 per cento e sono rappresentati in Parlamento; dimezzare il numero dei parlamentari e gli stipendi (dal prossimo primo gennaio) di tutti i politici, dal presidente della Repubblica, all’ultimo sindaco del comune più piccolo; accorpare i comuni con meno di diecimila abitanti; fare la lotta all’evasione veramente, non con gli spot demenziali, ma con decisione, come ho scritto qualche giorno fa e, i cui particolari si possono trovare in questo stesso giornale. Con questi risparmi (sarebbero molti miliardi di euro) si può ridurre in parte il debito pubblico ed in parte la pressione fiscale, attualmente diventata insopportabile, per tutti coloro che pagano e finché possono pagare. E’ una cura troppo drastica? Certo, ma perché quando c’è la cancrena per salvare il paziente non si arriva a tagliare l’arto malato? E questa che ci sta divorando è, più o meno, una cancrena.

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Iran, nostro attacco ad Israele una legittima difesa in risposta ad aggressione subita consolato Damasco. La questione può dirsi conclusa.

(ASI) Il Rappresentante dell'Iran presso l'ONU  sull'attacco a Israele dichiara: "Condotta in base all'articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite relativo alla legittima difesa, l'azione militare dell'Iran è stata una risposta ...

Attacco a Israele, Italia convoca leader del G7

(ASI) La Presidenza italiana del G7 ha convocato, per il primo pomeriggio di oggi, una conferenza in collegamento a livello leader per discutere dell’attacco iraniano contro Israele.

Iran rappresentante di alle Nazioni Unite sull'attacco a Israele: Questo è un conflitto tra Teheran e Tel Aviv, gli Stati Uniti devono starne alla larga.

(ASI) Iran rappresentante di alle Nazioni Unite sull'attacco a Israele: Questo è un conflitto tra Teheran e Tel Aviv, gli Stati Uniti devono starne alla larga. Se il regime israeliano ...

Bertoldi (Alleanza per Israele): È imperativo che l'Italia sostenga Israele.

(ASI) "Un attacco militare della Repubblica è Islamica dell'Iran contro Israele rappresenta una sfida bellica estesa all'interno occidente. È imperativo che l'Italia sostenga Israele, anche attraverso un intervento militare difensivo se richiesto, ...

Vicino Oriente, l'Iran oltre i doni avrebbe lanciato razzi contro Israele

(ASI) Roma - Secondo fonti anche israeliane, l'Iran lanciato anche missili da crociera contro Israele nell'ambito dell'attacco iniziato questa notte.

L’Europa satanista partorisce la democrazia totalitaria: il nostro mondo al capolinea

(ASI) Satana è l’avversario, l’oppositore in giudizio, il “loico” del male che inquina la storia e rende l’uomo marionetta impotente. Il parlamento europeo che vota in massa la ...

Corsica: è nato il Partito "Per l'Indipendenza"

(ASI) Ajaccio - Abbiamo intervistato Johan Bernardini, segretario generale del nuovo partito politico corso "Per l'Indipendenza" che ci ha parlato del loro programma politico, a cui abbiamo posto alcune domande.&...

Donne, Mori (Pd): Proposta politica femminista contro nazionalismi e destre per rafforzare pace, welfare e autodeterminazione

(ASI) A margine dell'iniziativa sui "Femminismi. Conoscere il passato per costruire il futuro" promosso dalla Conferenza regionale delle Democratiche della Calabria tenutosi a Vibo Valentia nel pomeriggio, la Portavoce nazionale ...

Case Green, Procaccini (FDI-ECR): "Pericoloso salto nel buio come il superbonus, attacco a modello sociale italiano " 

(ASI) "La direttiva sulle case green voluta dalla UE e' una norma irrealistica e pericolosa perché costringe gli Stati, in particolare l'Italia che non ha un patrimonio immobiliare ...

Olimpiadi 2026, Cappelletti (M5S): si fermi capriccio pista bob e Salvini-Zaia chiedano scusa

(ASI) Roma. – “È ormai palese che non ci sono i tempi tecnici per realizzare il “budello del ghiaccio” a Cortina per i Giochi olimpici del 2026. Il governo metta fina a questa ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113