Teatro Massimo Bellini di Catania: apertura con Il Flauto magico, nuovo allestimento di Pierluigi Pizzi, sul podio Gianluigi Gelmetti

gianluigi gelmettiIl capolavoro mozartiano inaugura la stagione lirica etnea con 7 turni dal 20 al 27 gennaio 2019

 Die Zauberflöte viene proposta in una nuova, attesissima produzione, affidata a due ‘mostri sacri’ della lirica internazionale,

il direttore d’orchestra principale ospite Gianluigi Gelmetti e il regista, scenografo e costumista Pierluigi Pizzi

 (ASI) CATANIA - Dramma filosofico, rito iniziatico, fiaba popolare. È tutto questo, ma anche molto di più, Die Zauberflöte (Il flauto magico), ultimo titolo del catalogo melodrammatico di Wolfgang Amadeus Mozart, rappresentato per la prima volta al Theater auf der Wieden di Vienna il 30 settembre del 1791su libretto di Emanuel Schikaneder, che riservava a se stesso il ruolo di Papageno.

Il cuore del musicista avrebbe cessato di battere appena sessantacinque giorni dopo, lasciando incompiuto il suo testamento spirituale, il Requiem scritto su commissione di un misterioso aristocratico. Ed è proprio all’ultimo scorcio della folgorante parabola artistica del compositore salisburghese che il Teatro Massimo Bellini sta dedicando un focus, per le inaugurazioni dei cartelloni sinfonico e lirico, entrambe affidate alla bacchetta del suo direttore principale ospite, Gianluigi Gelmetti.

Così, a pochi giorni di distanza dall’applaudita esecuzione del componimento funebre con cui è stata avviata la stagione sinfonica, dal 20 al 27 gennaio ritorna sulle scene liriche catanesi l’estremo capolavoro lirico mozartiano, assente dal 1999, quando per la seconda e ultima volta venne presentato al pubblico il leggendario allestimento firmato da Werner Herzog nel 1991, in occasione del bicentenario della morte del compositore. Non minore attesa accompagna tuttavia il debutto della nuova produzione, che al nome di Gelmetti associa quello di un regista del calibro di Pierluigi Pizzi,decano delle scene teatrali, che ha firmato il suo primo allestimento mozartiano, Don Giovanni, nel 1952. Impegnato non solo per la regia, ma anche come autore delle scene e dei costumi, l’artista milanese è garanzia di ineguagliabile eleganza e di una raffinatezza che scaturisce dalle minuziose ricerche iconografiche, punto di partenza di sontuose ricostruzioni d’epoca.

Beniamino del pubblico catanese, Gianluigi Gelmetti dal 2017 è direttore principale ospite del “Bellini”, dopo una carriera stratosferica che lo ha portato alla direzione, tra l’altro, dell’Orchestra della Radio di Stoccarda, dell’Orchestra della Rai di Roma, dell’Orchestra Sinfonica di Sidney, dell’Opera di Roma e dell’Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo. Non solo direttore d’orchestra, ma anche compositore e regista, la bacchetta di Gelmetti è a proprio agio in un repertorio che spazia dal tardo Settecento fino al primo Novecento, con una particolare predilezione per opere rare o dimenticate, incise per le più prestigiose etichette discografiche.

In prezioso equilibrio tra giovani talenti e affermate celebrità internazionali, il cast schiera elementi di spicco, a cominciare dalla Regina della notte di Christina Poulitsi, stratosferico soprano di coloratura, che ha già interpretato il ruolo – uno tra i più temibili dell’intera letteratura musicale – a Parigi e Tokyo, a Londra e New York, a Barcellona come a Dresda. Le si contrappone l’austero Sarastro del basso australiano Karl Huml, mentre Elena Galitskaya, soprano russo di Dimitrovgrad, vestirà i panni di Pamina. Tra gli artisti italiani, invece, vanno menzionati almeno il giovanissimo Tamino di Giovanni Sala, che si è già cimentato con il ruolo del nobile principe allo Sferisterio di Macerata come alla Scala di Milano, come vincitore del Concorso dell’Accademia di Alto perfezionamento del prestigioso teatro, e l’esperiente Papageno di Andrea Concetti, che già nel 2000 è stato interprete mozartiano selezionato da Claudio Abbado. Un’alchimia magica per un Flauto che si annuncia di grande interesse. Info: teatromassimobellini.it

 

 

 

Il Flauto Magico

(Die Zauberflöte, K 620)
Opera tedesca in due atti
Libretto di Emanuel Schikaneder

Musica di Wolfgang Amadeus Mozart

 

 

Personaggi e interpreti

 

Sarastro Karl Huml
Tamino Giovanni Sala
Klodjan Kaçani (22, 24, 26 gennaio)
Sprecher (Oratore) Oliver Pürckhauer
Erster Priester (Primo sacerdote) Oliver Pürckhauer
Zweiter Priester (Secondo sacerdote) Riccardo Palazzo
Königin der Nacht (La regina della notte) Christina Poulitsi
Eleonora Bellocci (22, 24, 26 gennaio)
Pamina Elena Galitskaya
Maria Sardaryan (22, 24, 26 gennaio)
Erste Dame (Prima dama) Pilar Tejero
Zweite Dame (Seconda dama) Katarzyna Medlarska
Dritte Dame (Terza dama) Veta Pilipenko
Erster Knake (Primo fanciullo) Giulia Leone
Isabella Fabbri (22, 24, 26 gennaio)
Zweiter Knabe (Secondo fanciullo) Gabriella Torre
Maria Lucia Mangiameli (22, 24, 26 gennaio)
Dritter Knabe (Terzo fanciullo) Giuliana Ciancio
Arianna La Rosa (22, 24, 26 gennaio)
Ein altes Weib (Papagena) (Una vecchia) Sofia Folli
Papageno Andrea Concetti
William Hernandez (22, 24 gennaio)
Monostatos Andrea Giovannini
Erster geharnischter Mann (Primo armigero) Riccardo Palazzo
Zweiter geharnischter Mann (Secondo armigero) Oliver Pürckhauer

 

Orchestra e Coro del Teatro Massimo Bellini

 

Direttore Gianluigi Gelmetti
Maurizio Dones (25, 26, 27 gennaio)

 

Maestro del coro Luigi Petrozziello

 

Regia, scene e costumi Pierluigi Pizzi

 

Assistente alla regia Massimo Gasparon

 

Nuovo allestimento scenico

Con sopratitoli in italiano e in inglese a cura di Prescott Studio, Firenze, con Inserra Chair (Montclair State University) e ICAMus, USA

Durata 3 ore (con un intervallo)

Inaugurazione della stagione lirica
Domenica 20 gennaio 2019 ore 20,30 (Turno A)

Repliche
Martedì 22 gennaio 2019 ore 17,30 (Turno S1)
Mercoledì 23 gennaio 2019 ore 20,30 (Turno B)
Giovedì 24 gennaio 2019 ore 17,30 (Turno S2)
Venerdì 25 gennaio 2019 ore 17,30 (Turno C)
Sabato 26 gennaio 2019 ore 17,30 (Turno R)
Domenica 27 gennaio 2019 ore 17,30 (Turno D)

 

 

Ultimi articoli

Il Centrodestra vince trainato da Fratelli d'Italia, Italia spaccata col Movimento 5 Stelle primo Partito al Sud

(ASI) Roma - Le elezioni politiche del 25 settembre 2022, le XIX della storia repubblicana, passeranno alla storia d'Italia soprattutto per due ragioni:

Roma, Di Stefano (Udc): “Commissione PNRR: riunioni infinite su scelte già compiute dalla maggioranza. Mi dimetto”

(ASI) Roma - Marco Di Stefano, capogruppo Udc-Forza Italia in Assemblea Capitolina, rassegna le dimissioni dalla Commissione Speciale PNRR.

UGL Trasporto  Aereo, “ENAV si com porta come un monarca”

(ASI) Roma, 28 settembre 2022 - “È ormai troppo tempo che ENAV si comporta come un monarca, ma non illuminato: la gestione del settore HR è ancora legata ad un sistema dinastico di nepotismo ...

Progetto Gold: Aspettando gli Stati Generali di CNA Settore Orafo. Romualdo Pettorino, presidente CNA Orafi Campania incontra Luigi Truono, presidente artistico CNA Salerno

Progetto Gold: Aspettando gli Stati Generali di CNA Settore Orafo. Romualdo Pettorino, presidente CNA Orafi Campania incontra Luigi Truono, presidente artistico CNA Salerno

Nel crollo di affluenza alle urne (solo il 63,91%) l’abbraccio, disperato, a Giorgia Meloni, sperando che faccia bene

(ASI) Sembra incredibile, seppure ampiamente previsto e ipotizzato, quello che è successo: Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ha vinto le elezioni con largo margine, rispetto agli alleati (Lega e ...

Istat: creata tecnologia per il monitoraggio delle misure del PNRR attraverso gli indicatori di benessere e sostenibilità.

(ASI) Il Pnrr (piano nazionale di ripresa e resilienza) è il documento che illustra come il governo italiano intende gestire i fondi di NextGenerationEU, ovvero il piano promosso ...

Iran, proteste:migliaia di arresti

(ASI) Circa  tremila persone sono state arrestate a Teheran in oltre una decina giorni di manifestazioni per il caso di Mahsa Amini, la giovane 22enne deceduta mentre era in ...

Brasile, sondaggi: Bolsonaro in recupero

(ASI) Mancano pochi giorni alle elezioni in Brasile e aumenta l’intensità della sfida da parte dei candidati.  L’ex presidente, Luiz Inácio Lula da Silva, ha il 48,3% ...

Istituto Friedman: Buon lavoro a nuovo parlamento e a nostri iscritti eletti

(ASI) Roma,   “Oltre dieci tra i nostri iscritti e componenti del Comitato Scientifico appartenenti a diverse liste elettorali sono stati eletti in Parlamento domenica. Altrettanti neoeletti hanno già ...

Elezioni, Jonghi Lavarini: cresce l'astensionismo. L'elettorato premia la Meloni, crolla la Lega, tiene Forza Italia e il PD va all'opposizione

(ASI) Si sono svolte le elezioni politiche il 25 settembre. Crescono ancora sia l'astensionismo, quindi la sfiducia degli italiani nel sistema, che la volatilità del restante elettorato che, ad ogni elezione, ...