(ASI) Mancano pochi giorni alla notte degli oscar 2012, serata americana tenuta ad Hollywood e dedicata alla cinematografia internazionale. Evento in mondovisione seguito dagli appassionati del cinema. Un momento molto atteso da attori e registi provenienti da vari paesi che propongono annualmente i propri lavori nella speranza di conquistare la famosa statuetta.

 Qesto avvenimento Hollywoodiano è  seguito da innumerevoli  televisioni, sponsor e dal web e diventa una vera vetrina pubblicitaria e promozionale in campo cinematografico. Quest'anno nove pellicole
Italiane sono candidate alla premiazione , ma solo tre di queste saranno in lizza per la vittoria della statuetta. L'Italia che ha partorito personalità geniali in ogni ambito artistico, ha anche apportato un degno contributo nel settore della cinematografia.  Dopo la realizzazione nel 1936 degli storici studi di cinecittà, inaugurati durante il ventennio fascista, Roma divenne una delle capitali per eccellenza del cinema.
Negli anni successivi, dopo la fine del secondo conflitto mondiale, alcuni registi e critici d'arte fortemente ispirati da varie opere poetiche francesi, apparteneti al filone letterario del realismo. Tali artisti strinsero in molteplici compartecipazioni, riportando in pellicola eventi di reale vita quotidiana. Furono infatti le descrizioni di reali storie contemporanee che caratterizzarono  e dettero vita al movimento cinematografico neorealista ; dove  le storie dei soggetti principali, persone appartenenti sopratutto a ceti poveri e segnatedalla guerra.Le varie storie venivano interpretate da attori improvvisati, in scene girate all' aperto poi ritradotte in pellicola. Il primo film che acquistò fama e risonanza mondiale fu "Roma città aperta" del maestro Rossellini. Il lungometraggio narrava, con accenti fortemente drammatici, la lotta morale degli italiani contro l'occupazione tedesca di Roma.
Il  Film fu interpretato da Anna Magnani, una delle più significative attrici Italiane dell' epoca che recitò  accanto al grande attore Aldo Fabrizi.Al di fuori del contesto socio-politico presente negli anni della contestazione, vanno ricordate moltissime figure che hanno contribuito allo sviluppo nazionale della cinematografia d'autore. Oltre al già citato Rossellini si ricordano vari registi; il grande Vittorio De sica, vincitore di quattro premi oscar come miglior film, in sciuscià,ladri di biciclette,Ieri oggi e domani e il giardino dei Finzi contini del 1972 oltre ad aver diretto il memorabile film "la ciociara" tratto dall' omonimo romanzo di Alberto Moravia, dove spiccò la figura della giovane attrice Sophia Loren. Indimenticabile rimane la scena tratta dal film "la dolce vita", dove l'attrice Anita Ekberg invita il celeberrimo attore Marcello Mastroianni a fare il bagno nella splendida fontana di Trevi, scena incorporata dal geniale maestro assoluto Federico Fellini anch' egli vincitore di quattro premi oscar come miglior film straniero, nonchè unico vero innovatore del movimento del neorealismo.
Tanti altri registi meritano di essere celebrati; Luchino Visconti con le sue grandi opere storico-letterarie come "Il Gattopardo" o "i Malavoglia" ma anche i vari celeberrimi: Antonioni, Zeffirelli,Elio Petri,Ettore Scola,Bolognini, Pasolini,Troisi Benigni,Salvatores. Lo stesso Bertolucci,autore del celebre film "Novecento" e vincitore del premio oscar nel film "l'ultimo imperatore". Infine Giuseppe Tornatore, regista del capolavoro "Nuovo cinema paradiso", opera intimistica e di alto contenuto morale con un gran finale strappalacrime,pellicola vincitrice della statuetta, che ha reso celebre il regista in tutto il mondo.
Tutti i registi nominati rappresentato importanti spaccati di storia, della vita Italiana. Un grande omaggio va  oltretututto rivolto ai veri interpreti della commedia all'italiana,molto apprezzata ma poco conosciuta fuori dal nostro paese. Primi fra tutti Camillo Mastrocinque e Steno, che diressero molti film storici del genio italiano della risata, il grande Antonio De Curtis in arte Totò. Poi fu la volta di Dino Risi e Paolo Comencini per aver  diretto lungometraggi insieme ai grandi attori comici e maestri di teatro ,fra i quali, Franco e Ciccio, Nino Manfredi e Vittorio Gassman.
In questo ambito un grande riconoscimento va rivolto al principale esponete della comicità italiana, Mario Monicelli da poco scomparso,e famoso per aver diretto importanti pellicole e collaborato attivamente con i più grandi comici Italiani, uno fra questi il mitico Alberto Sordi.ossia l'Albertone nazionale, nei film culto: Un borghese Piccolo piccolo ed il Marchese del Grillo del 1982. 
Per finire  va omaggiato il grande maestro Sergio Leone, genio del cinama western e fantastico sceneggiatore, regista che ha saputo unire ai suoi spettacolari montaggi analogici fatti di sfondi esotici e realizzati a cinecittà a delle memorabili colonne sonore composte dal suo amico, musicista Ennio Morricone. L'estroso regista Sergio Leone,che ha collaborato con molti artisti stranieri, suscitando ammirazione e stima,  è stato però poco riconosciuto all' estero, specie nel suo ultimo nostalgico capolavoro "cera una volta in America". L'italia, patrria di questi geni ha dato un contribuito importante a far crescere la cinematrografia mondiale. 
Per questo vanto vanno ricordati e omaggiati  i nostri grandi registi. Infatti i nostri geniali direttori di pellicole, ognuno con le proprie idee, con il proprio stile e con le sue novità ha portato avanti la scuola cinematografica italiana. Per questo vanto vanno ricordati e omaggiati i nostri grandi registi, uomini d' arte, nonchè eccezionali maestri,mirabile esempio per le generazioni future, uno stimolo importante per far aprezzare  la tradizione italiana nel mondo. 


Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.