Jorginho fa ancora patatrack e l'Italia deve ancora rimandare la qualificazione al mondiale. Con la Svizzera è solo 1-1
ItaliaSvizzera (ASI) Roma. Un incubo in piena regola. Jorginho ha avuto la palla per il Qatar ma, evidentemente condizionato dagli errori precedenti, non è riuscita a metterla dentro. Morale della favola, per staccare il biglietto per i prossimi mondiali l'Italia dovrà ancora soffrire. Spiegato in parole povere bisognerà vincere a Belfast con più gol possibili e sperare che la Svizzera non faccia meglio da questo punto di vista.
Le possibilità di successo sono ancora buone dato che la differenza reti premia attualmente gli azzurri, ma sono proprio questi ultimi a dover recitare il mea culpa. Quei rigori che hanno fatto la differenza in positivo agli Europei in queste qualificazioni l'hanno invece fatta in negativo. Purtroppo in questo frangente i numeri sono incontrovertibili. Ci si sono messe poi di mezzo alcune scelte iniziali poco azzeccate da parte del commissario tecnico Roberto Mancini, che ha schierato dall'inizio un Belotti non al meglio, anche se in parte giustificato dai pochi palloni giocabili ricevuti, e un Locatelli chiaramente in calo rispetto ad inizio stagione, facendo subentrare gente come Berardi (che ha procurato il rigore della potenziale vittoria) e Tonali che avevano decisamente più gamba. E alla fine a cantare sono solo i tifosi d'oltralpe, mentre il caloroso pubblico romano non ha potuto far altro che sfollare mesto. Ora la missione è recuperare sul piano psicologico, compito tutt'altro che facile. 
 

NO AL FALSO NUEVE - Vengono a cadere tutte le ipotesi che volevano Mancini, stante il forfait di Immobile, schierare la sua squadra con il finto centravanti. È Belotti a guidare l'attacco supportato da Insigne e Chiesa, che hanno il compito di aprire l'arcigna retroguardia elvetica. La cerniera di centrocampo è composta da Barella, Jorginho e Verratti. In difesa ci sono i fine Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi (sostituto di Chiellini) ed Emerson. Nella Svizzera Shaquiri, ex interista, e Steffen giocano alle spalle di Okafor.

 
AVVIO SHOCK - Prima prevedibile fase di studio e poi i rossocrociati iniziano ad aggredire e a creare i primi problemi. Che arrivano spesso è volentieri da sinistra: all'11' Okafor eludere in velocità la guardia della difesa e serve una palla precisa al limite dell'area per l'ex Udinese Widmer che di destro dal limite scarica sotto la traversa. La strada è in salita e rischia di complicarsi ulteriormente al 15' quando il numero 9 fa tutto da solo e calcia a giro da circa venti metri non trovando la porta per poco. 
 
REAZIONE E PAREGGIO - Passata la buriana gli azzurri si riorganizzano e prendono progressivamente in mano il pallino del gioco. Al 22' Barella, liberato da una ribattuta di Zakaria su destro di Jorginho, servito da una bella giocata di Emerson Palmieri, spara addosso a Sommer in uscita, sprecando una colossale palla gol. Il pareggio è tuttavia solo rimandato: al 36' una punizione di Insigne trova il compagno di club Di Lorenzo che di testa beffa un Sommer in questo frangente non apparso impeccabile. Il var conferma la validità della realizzazione e l'Italia dunque può festeggiare il meritato pari.
 
I CAMBI PROVANO A DARE LA SCOSSA - Mancini toglie al 58' Belotti e Locatelli per Berardi e Tonali e il gioco sembra essere maggiormente fluido. Il fortino rossocrociato ha il merito di reggere e la prima vera occasione arriva soltanto al minuto 84 con Chiesa che dalla sua posizione preferita si procura lo spazio per tirare, il corpo però è troppo all'indietro e la palla si alza sopra la traversa. Quanto avviene all'89' lascia di stucco: Ulisse Garcia allunga il gomito su Berardi che era partito in velocità e ci vuole il consulto del var per assegnare il sacrosanto rigore. È Jorginho a prendersi la responsabilità ma l'esito è a dir poco catastrofico: la palla finisce direttamente in curva sud. Poco ,alé perché gli azzurri rischiano addirittura di perdere: al secondo dei quattro minuti di recupero Donnarumma in fase di disimpegno si fa rubare palla da Sow che serve Zequiri, il quale viene murato provvidenzialmente da Bonucci. Peccato, ma ora si fa davvero durissima.
 
IL TABELLINO 
 
ITALIA - SVIZZERA 1-1
 
ITALIA (4-3-3) : Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci (C), Acerbi, Emerson Palmieri (79' Calabria); Barella (69' Cristante), Jorginho, Locatelli (58' Tonali); Chiesa, Belotti (58' Berardi), Insigne (79' Raspadori). A disp.: Sirigu (GK), Meret (GK), Biraghi, Pessina, Scamacca, Bernardeschi, Mancini G. All.: Mancini R.
 
SVIZZERA (4-3-2-1) : Sommer; Widmer, Akanji, Schär, Ricardo Rodríguez (69' Ulisses Garcia); Zakaria, Vargas (87' Zeqiri), Freuler; Shaqiri (C) (79' Sow), Steffen (69' Imeri); Okafor (79' Frei F.). A disp.: Omlin (GK), Köhn (GK), Mbabu, Aebischer, Itten, Cömert, Gavranović. All.: Yakın.
 
Arbitro: Anthony Taylor (Inghilterra).
 
Assistente 1: Gary Beswick (Inghilterra).
 
Assistente 2: Adam Nunn (Inghlterra).
 
Quarto Ufficiale: Craig Pawson (Inghilterra).
 
VAR: Stuart Attwell (Inghilterra).
 
AVAR: Paul Tierney (Inghilterra).
 
Marcatori: 11' Widmer (Svizzera), 36' Di Lorenzo (Italia).
Ammoniti: 43' Chiesa (Italia), 47' Insigne (Italia), 77' Schär (Svizzera), 81' Akanji (Svizzera).
 
Note: recupero 2'pt, 0'st. Calci d'angolo: 6-1. Temperatura: 15°C (Serata nuvolosa). Al 90'+1 Jorginho (Italia) ha fallito un calcio di rigore.
 
Enrico Fanelli - Agenzia Stampa Italia
 

Ultimi articoli

Al Mef avviato tavolo tecnico su fisco e vigilanza calcio

(ASI) Al Ministero dell’economia e delle finanze si è tenuta oggi una riunione nel corso della quale il viceministro Maurizio Leo e il ministro per lo sport e i giovani ...

Regionali Lazio, Grassi (Tea Energia): con Rocca la vera svolta per il Lazio. D'Amato diffonde dati non reali

(ASI)“I dati che  sta diffondendo D’Amato circa i risultati raggiunti da questa giunta in questi anni non corrispondono alla realtà”, così in un’intervista a Radio Radicale ...

Disney e il monopolio del mercato cinematografico.

(ASI) Il colosso americano Disney sta creando un monopolio nel settore dell'intrattenimento e il bilancio recentemente diffuso testimonia la continua e costante crescita dell'impresa.

CulturaIdentità Genova: "Grave atto vandalico contro il Ricordo dei Martiri delle foibe e gli Esuli"

(ASI) Genova  – L’atto vandalico è avvenuto ieri nei giardini Cavagnaro a Genova-Staglieno, dove si erge la stele che ricorda i Martiri delle Foibe e gli Esuli di Istria e ...

Decreto "milleproroghe", Dehors liberi fino al 31 dicembre 2023. La soddisfazione di FAPI CESAC

(ASI) "Una buona notizia per gli imprenditori della ristorazione. Accogliamo con grande soddisfazione la proroga al 31 dicembre 2023 dei dehors liberi proposta dal Governo. Si tratta di una decisione di buon ...

Giorno del Ricordo, Ambrogio-Ravello-Viscione (FDI): “Inaccettabile che Eric Gobetti presenti libro revisionista al Comune di Grugliasco”

(ASI) “Abbiamo appreso con indignazione l’organizzazione di un convegno sul libro revisionista “E allora le Foibe” pubblicato da Eric Gobetti, personaggio fazioso e denigrante dell’eccidio dei nostri connazionali”.

Sanità, Csa-Cisal incontra l’assessore regionale Volo: “Stabilizzare i precari, non si disperdano competenze e professionalità”

(ASI) Palermo – “La sanità siciliana ha bisogno di investimenti e risorse umane e non può permettersi di disperdere le professionalità e le competenze di chi, durante l’emergenza Covid, ha ...

CIPESS, Morelli: approvato progetto definitivo Pedemontana, risultato storico

(ASI) Roma - “Il Cipess ha approvato il progetto definitivo della Pedemontana piemontese con gli aumenti dei costi legati al caro energia per il limite di spesa pari a 385 milioni”.&...

Vino, Malaguti (FDI): da Irlanda dichiarazione di guerra commerciale ai prodotti italiani

(ASI) “Dall’Irlanda arriva una chiara dichiarazione di guerra commerciale al vino italiano dopo il via libera all'etichetta con gli alert sanitari per gli alcolici. Siamo in presenza di una ...

Liliana Segre cittadina onoraria di Somma Vesuviana

(ASI)  Salvatore Di Sarno (sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano): "E' praticamente terminato l'iter per il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre, testimone ...