La Champions smaschera Pirlo e Paratici.

(ASI) Stessa competizione, stessa storia. Un anno fa con Sarri, oggi con Pirlo. La Juventus non è all’altezza della Champions. Contro il Porto è stata una prestazione pessima con tanti errori, alcuni clamorosi come quello confezionato al 1’ da Bentancur e Szczesny e l’avvio di secondo tempo con tre uomini del Porto che hanno imbabolato cinque juventini. Imbarazzante iniziare così, ciò dimostra che le scorie di Napoli ci sono e la squadra è debole di carattere come il suo allenatore.

Pirlo ha messo una squadra male, senza idee e provando a fare un catenaccio come con la Sampdoria, la Roma e l’Inter, ma questa volta super Chiellini non era in giornata ed è uscito anzi tempo. Cr7 è visibilmente in difficoltà e senza Arthur l’unico in mezzo al campo con qualità e Cuadrado propulsore a tutto campo, la Juve è ben poca cosa. Non a caso l’ultima prestazione pessima fu a Milano in campionato e Cuadrado non c’era e Atrhur non giocava. Inoltre l’esperimento Kulusevski davanti non funziona, non dà profondità e Cr7 gira a vuota. La partita è cambiata con Morata che ha dato profondità. Pirlo ha sicuramente i suoi demeriti, non ha motivato bene i suoi, ha sbagliato l’approccio e ha ammesso addirittura la paura contro il Porto. Anche qualora passasse il turno, la Juve non è in grado di fronteggiare Bayern, PSG o Manchester City il divario per carattere e qualità è troppo grande e ormai è tardi per sperimentare. Sotto processo Paratici reo di un mercato frammentario aggravato da un gennaio inesistente. Troppe lacune, celate con degli esperimenti, ma la Champions smaschera tutti gli errori. La Juve è lontana dalla vetta in campionato e la Champions sembra l’Everest. La dirigenza negli ultimi anni prova a rivoluzionare, ma fa solo peggio e con Pirlo si stanno toccando i minimi storici degli ultimi due anni. Presunzione e pressapochismo sono le cause di questo flop annunciato. Pirlo il maestro, prova, sembra trovare un equilibrio, ma poi capisce che qualcosa non va, anche perché era maestro in campo, ma un esordiente in panchina con tutto quello che ne consegue. Si dice che “alla Juve vincere è l’unica cosa che conta”, forse se lo dovrebbero ricordare, ma proteggere scelte folli con ostinazione può portare solo a risultati mediocri. Insomma lo scenario è più nero che bianco.
Daniele Corvi – Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Al Mef avviato tavolo tecnico su fisco e vigilanza calcio

(ASI) Al Ministero dell’economia e delle finanze si è tenuta oggi una riunione nel corso della quale il viceministro Maurizio Leo e il ministro per lo sport e i giovani ...

Regionali Lazio, Grassi (Tea Energia): con Rocca la vera svolta per il Lazio. D'Amato diffonde dati non reali

(ASI)“I dati che  sta diffondendo D’Amato circa i risultati raggiunti da questa giunta in questi anni non corrispondono alla realtà”, così in un’intervista a Radio Radicale ...

Disney e il monopolio del mercato cinematografico.

(ASI) Il colosso americano Disney sta creando un monopolio nel settore dell'intrattenimento e il bilancio recentemente diffuso testimonia la continua e costante crescita dell'impresa.

CulturaIdentità Genova: "Grave atto vandalico contro il Ricordo dei Martiri delle foibe e gli Esuli"

(ASI) Genova  – L’atto vandalico è avvenuto ieri nei giardini Cavagnaro a Genova-Staglieno, dove si erge la stele che ricorda i Martiri delle Foibe e gli Esuli di Istria e ...

Decreto "milleproroghe", Dehors liberi fino al 31 dicembre 2023. La soddisfazione di FAPI CESAC

(ASI) "Una buona notizia per gli imprenditori della ristorazione. Accogliamo con grande soddisfazione la proroga al 31 dicembre 2023 dei dehors liberi proposta dal Governo. Si tratta di una decisione di buon ...

Giorno del Ricordo, Ambrogio-Ravello-Viscione (FDI): “Inaccettabile che Eric Gobetti presenti libro revisionista al Comune di Grugliasco”

(ASI) “Abbiamo appreso con indignazione l’organizzazione di un convegno sul libro revisionista “E allora le Foibe” pubblicato da Eric Gobetti, personaggio fazioso e denigrante dell’eccidio dei nostri connazionali”.

Sanità, Csa-Cisal incontra l’assessore regionale Volo: “Stabilizzare i precari, non si disperdano competenze e professionalità”

(ASI) Palermo – “La sanità siciliana ha bisogno di investimenti e risorse umane e non può permettersi di disperdere le professionalità e le competenze di chi, durante l’emergenza Covid, ha ...

CIPESS, Morelli: approvato progetto definitivo Pedemontana, risultato storico

(ASI) Roma - “Il Cipess ha approvato il progetto definitivo della Pedemontana piemontese con gli aumenti dei costi legati al caro energia per il limite di spesa pari a 385 milioni”.&...

Vino, Malaguti (FDI): da Irlanda dichiarazione di guerra commerciale ai prodotti italiani

(ASI) “Dall’Irlanda arriva una chiara dichiarazione di guerra commerciale al vino italiano dopo il via libera all'etichetta con gli alert sanitari per gli alcolici. Siamo in presenza di una ...

Liliana Segre cittadina onoraria di Somma Vesuviana

(ASI)  Salvatore Di Sarno (sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano): "E' praticamente terminato l'iter per il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre, testimone ...