soccer 5291488 1280(ASI) La notizia riportata dal Corriere della Sera è una vicenda che ha dell’incredibile. “La Casertana calcio falcidiata dal Covid, con ben 15 calciatori positivi “costretta” a scendere in campo con la Viterbese - 3-0 il risultato finale a favore della squadra ospite - con nove giocatori, alcuni dei quali sono febbricitanti, sebbene risultati negativi all’ultimo ciclo di tamponi”. Sembra inverosimile. Una pazzia per una serie di ragioni.

La prima sono le norme. La Caserta aveva ottenuto la settimana precedente, sempre per l’indisponibilità di molti calciatori risultati positivi, il rinvio della partita contro il Bisceglie. Utilizzando l’unica opportunità ammessa per ottenere il rinvio e il conseguente recupero del match. Il regolamento Uefa prevede, infatti, che si giochi se il club abbia almeno 13 calciatori in rosa, compreso obbligatoriamente un portiere, non colpiti da Covid-19, in tale conteggio devono essere considerati i calciatori squalificati o infortunati. Altrimenti il rinvio non è possibile chiederlo e si rischia la sconfitta 0-3 a tavolino. La Lega Pro, con un comunicato, imprudente e inopportuno, ha approvato e anzi ha sottolineato il rispetto del regolamento. Non vogliamo né fare polemiche, né criticare l’operato del presidente della Lega, Francesco Ghirelli, ma è evidente che se una squadra è costretta a scendere in campo in nove, di cui 3 febbricitanti, fa scempio di alcuni valori che sono alla base delle discipline sportive, tra cui il calcio. Ma fa scempio, nel contempo, anche di tutte quelle precauzioni che ci dicono di seguire, sempre e comunque, da dieci mesi, anche perché dei tre febbricitanti, due sono risultati, poi, positivi al tampone Covid, contrariamente a quello che si era detto in un primo momento. Mettere a repentaglio la salute di tutti i giocatori e della terna arbitrale è stata una decisione inconcepibile ed irresponsabile. Bene ha fatto la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ad aprire un’inchiesta con l’ipotesi di reato di “epidemia colposa”. Il minimo.


Fortunato Vinci – www.lidealiberale.com – Agenzia Stampa Italia

 

Foto di 1shortdesign da Pixabay

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2021 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.