×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Juve-Inter. Oh capitano, mio capitano.
(ASI) La partita perfetta per il tifoso juventino. Juventus Stadium coreografia incredibile che sintetizza tutto ciò che è avvenuto negli ultimi sei anni da Calciopoli in poi e un uomo, anzi l’Uomo simbolo della Juve che entra e cambia la partita contro gli acerrimi rivali d’Inter, prendendosi il derby d’Italia. Neanche c’è bisogno di menzionarlo, quanto è grande e decisivo.

Juve e Inter è stata una partita dai due volti, combattuta e avvincente nel primo tempo, che vede Matri e Marchisio sprecare belle occasioni, mentre l’Inter dalla mezz’ora in poi schiaccia la Juve nella sua metà campo e trova un superbo Buffon, che nega al goal due volte a Milito, a Forlan, a Obi e a Stankovic. Juve decisamente in difficoltà e che va al riposo un po’ perplesso.

Conte capisce che la squadra non gira, quindi cambio inaspettato Bonucci al posto di Pepe e Del Piero per Matri, passando dal 4-3-3 al 3-5-2, la Juve ha più spinta sulle fasce e si fa pericolosa, soprattutto dalla corsia di Caceres. Da un calcio d’angolo parte una palla calibrata per la testa dell’uruguagio, che perfora Julio Cesar e sigla la sua terza rete stagionale (dopo la doppietta della semifinale di andata contro il Milan).

L’Inter subisce il colpo, Ranieri leva Obi e Poli, i più tonici e mette Faroni e Pazzini. La Juve è ancora più decisa e da un assist di Vidal, Del Piero, s’infila tra la difesa dell’Inter e fa saltare in piedi il popolo juventino, che non poteva ricevere regalo più bello, vedere il proprio capitano trafiggere il biscione, dopo 5 giorni dal goal contro il Milan. La Juve controlla e fa sua la partita, sfiorando il terzo goal con Vucinic e poi con il suo sostituto Quagliarella, con Maicon che salva sulla linea e poi Julio Cesar che fa un miracolo su Chiellini.

L’Inter che dopo un bellissimo primo tempo, ha dato la resa, Ranieri non ha azzeccato i cambi, a differenza di Conte, che ha capito che in queste dieci finali di campionato deve affidarsi al suo ex compagno di squadra, che più di ogni altro ha vinto e che non ha smesso di voler giocare, segnare e magari vincere. C’è da chiedersi come si può lasciare andare via così un giocatore così, l’amato Pinturicchio, come lo chiamava l’avvocato, forse sarebbe opportuno rifletterci, perché è proprio quando l’avversario si fa forte, che Del Piero fa le magie, sconfiggendo gli avversari. L’ultimo derby d’Italia non poteva avere sapore migliore per Alex e per il suo popolo che lo venera e lo venererà sempre come un re, lui che ha guidato la nave bianconera sia nei mari caldissimi delle coppe, che in quelli bui e ghiacciati della B.

Il Milan è una squadra più completa e con l’ex Ibra, sembra inarrestabile, ma questa Juve con il suo spirito di squadra, la velocità, i colpi di Vucinic e ora con il suo capitano non è da meno e meriterebbe davvero di avere qualcosa da festeggiare a maggio e fare così una bella linguaccia agli avversari di sempre…

Daniele Corvi Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Ramona Castellino e Carla Peroni(Ancora Italia Roma): Senza una teoria rivoluzionaria, non può esserci un partito rivoluzionario

(ASI) "La Sezione romana di Ancora Italia rilancia il comunicato del nazionale:" Senza una teoria rivoluzionaria, non può esserci un partito rivoluzionario!

Il servilismo volontario

(ASI) «Gli uomini coraggiosi per conquistare il bene che desiderano non temono di affrontare il pericolo; la gente intraprendente non rifiuta la fatica. Invece gli uomini deboli e pressoché storditi ...

Amministrative di Gubbio: il sondaggio Winpoll di oggi dà al secondo posto Rocco Girlanda e vincente al ballottaggio contro la candidata delle sinistre

(ASI)  Manca poco alle elezioni amministrative a Gubbio. L’ultimo sondaggio realizzato da WinPoll registra una salita tra alcuni candidati del centrodestra come l'ex parlementare Rocco Girlanda ...

Chicco Forti. Filini,Rizzetto,Tozzi,Calovini,de Bertoldi (Fdi) il ritorno in Italia successo diplomatico Governo Meloni

(ASI) Dopo 25 anni vissuti in prigione negli USA, a causa di una complessa vicenda giudiziaria, Chicco Forti, ritorna in Italia per scontare la pena nel nostro Paese.

Giornata Api: Coldiretti, SOS Invasione miele dall’estero, +23% nel 2024

Alveare Italia in difficoltà anche per le anomalie climatiche, ma la direttiva breakfast porterà più trasparenza (ASI) "Nel 2024 sono aumentate del 23% le importazioni di miele straniero, mentre le anomalie climatiche, ...

FNC UGL Comunicazioni Catania al sit-in contro la privatizzazione di Poste Italiane

(ASI) La FNC UGL Comunicazioni di Catania ha partecipato oggi, di fronte la Prefettura di Palermo, al sit-in per esprimere il proprio dissenso verso la seconda tranche di privatizzazione ...

Congiuntura, Confindustria: Economia italiana in crescita, ma velocità diverse: bene i servizi, turismo record, male l'industria.

(ASI) Economia italiana in crescita, ma a velocità diverse: turismo record, bene servizi ed export netto, male l’industria. Aumenta ancora il lavoro, ma salgono anche le ore autorizzate ...

Pace, Ricci (PD): "Condivido l'Appello di Trieste del mondo cattolico. Ci impegna alla costruzione della pace, che passa dai territori"

(ASI) Roma - "Ho letto negli scorsi giorni l'appello sul tema della pace che numerose associazioni e sigle cattoliche hanno lanciato e rivolto da un lato per suscitare un doveroso ...

G7: Deloitte: "Salvaguardare la competitività delle imprese per vincere le sfide globali"

(ASI) Consegnata la Dichiarazione Finale delle industrie del G7 sulle principali sfide dell'agenda economica globale al Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, da parte di Emma Marcegaglia, Presidente del B7 Italia ...

Sanità, Indagine Nursing Up. Carenza di personale pronta ad esplodere nei mesi estivi. Tra le regioni più in difficoltà, al primo posto ci sono Lombardia e Campania.

  I dati della nostra indagine. Nelle regioni più interessate dal fenomeno si viaggerà con un media di 12-13 pazienti in gestione per ogni infermiere. Una media che va ben ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113