Quella provinciale chiamata Juventus che annaspa nella mediocrità a metà classifica

veronavsjuve(ASI) Che tristezza. Che tristezza vedere giocare così male la Juventus. Ne soffre metà Italia ma gioisce l’altra metà.  La vecchia signora che non ha più nulla del vecchio splendore, lottae perde come una qualsiasi provinciale, e per due volte di seguito viene sconfitta da due provinciali vere, Sassuolo e Verona.

Non due sconfitte qualsiasi, due lezioni di calcio. Il gioco, la forza, la classe, lo spettacolo, che erano prerogative quasi esclusive delle grandi, come, appunto, la Juventus, oggi ce l’hanno le piccole come Sassuolo, Verona e Atalanta. Una rivoluzione, l’effetto del lockdown, certamente, come dice il presidente della società bianconera Andrea Agnelli, ha inciso molto sui conti ed ora bisogna confrontarsi con i bilanci in rosso, vendendo i migliori esperando nel sostegno dello Stato.

Uno come Cristiano Ronaldo, che era quello che faceva i gol e faceva vincere, consentendo di nascondere le magagne,la Juventus non se lo può più permettere, così come l’Inter a strapagare Lukaku. E allora se mancano le stelle i risultati stentano ad arrivare e lo spettacolo, e la classifica, soffrono. La Juventus ha un solo autentico fuoriclasse,Paulo Dybala, gli altri sono solo bravi, ma niente di più, e qualcuno, addirittura, non mi sembra nemmeno da Juventus. Questo passa il convento. Ora se ne è reso conto, e lo ha capito, anche Massimiliano Allegri che al “Bentegodi” è stato tutto il tempo, al limitare della sua area, a spronare, sostenere, incoraggiare, un gruppo chiaramente in affanno, che annaspava nella sua mediocrità, sovrastato fisicamente e tatticamenteda quelli che non vengono considerati campioni solo perché i loro compensi sono modesti, ma lì sul campo hanno la visione, i tempi, il passo delle stelle strapagate. Vedere Barak e soprattutto Caprari disegnare schemi, proporre azioniin verticale, veloci, ficcanti a squarciare la difesa bianconera, presidiata ancora dagli ultimi, generosi sforzi di Chiellini, è uno spettacolo.

E vedere Giovanni Simeoneche manda il pallone all’incrocio dei pali con una semplicità e naturalezza come pochi, anche questo è spettacolo.È il capolavoro di un ex, Igor Tudor, vice allenatore di Andrea Pirlo, subentrato a Eusebio Di Francesco,alla guida della squadra veronese, ultima dopo tre sconfitte consecutive ed ora a pari punti con la Juventus e il migliore attacco con 21 gol in 8 gare. Per i tifosi juventini la vetta, per sperare nella vittoria del campionato,ormai è troppo lontana, fuori dalla portata del binocolo di Allegri.C’è però il cammino in Europa ed è già tanto. In attesa di tempi migliori.

Fortunato Vinci – www.lidealiberale.com – Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Elezioni Regionali, Crepaldi (ACE): l'Azione Cristiana Evangelica nel Lazio e in Lombardia voterà i candidati di Fratelli d'Italia

(ASI) In riferimento alle imminenti elezioni Regionali di febbraio che si svolgeranno nel Lazio e in Lombardia, A.C.E. dichiara che in base agli accordi raggiunti che ...

La partita Torino Udinese 1-0 vista con gli scatti del fotografo Fabio Petrosino

La partita Torino Udinese 1-0 vista con gli scatti del fotografo Fabio Petrosino

Lancio europeo della dichiarazione del Regno di Bahrain. L'Istituto Milton Friedman ha preso parte al ricevimento di Roma

(ASI) L’Ambasciatore a Roma del Regno del Bahrain, Sua Ecc. Naser M. Y. Al Balooshi, ed il King Hamad Global Centre for Peaceful Coexistence hanno invitato l’Istituto Milton ...

Cuzzupi: l’UGL a confronto con il Presidente Occhiuto per costruire nuove prospettive di sviluppo!

(ASI) "Ci interessano poco le passerelle e i discorsi di circostanza soprattutto se al centro dell’analisi c’è una terra martoriata come la Calabria. L’incontro con il presidente Roberto ...

Economia Italia: Campania leader nella misura del "Resto al Sud". La riflessione dell'economista Gianni Lepre

Economia Italia: Campania leader nella misura del "Resto al Sud". La riflessione dell'economista Gianni Lepre

Venezuela, Maduro ha celebrato l’anniversario della Rivoluzione bolivariana

(ASI) Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha commemorato il 24esimo anniversario della Rivoluzione Bolivariana ricordando il giuramento del comandante Hugo Chávez nel 1999 e definendola “la rifondazione ...

Diritto & Società: Il lavoro Interinale (a cura dell'avvocato Alessandro Di Dato)

Diritto & Società: Il lavoro Interinale (a cura dell'avvocato Alessandro Di Dato)

Autonomia: Boccia a Fontana, fermate questo scempio. Non confondere la Costituzione con Alberto da Giussano

(ASI) “Il governo si è piegato alla peggior Lega. Quella di Fontana e Calderoli non è l’autonomia prevista dalla Costituzione ma quella deteriore contro l’uguaglianza, la scuola pubblica e la ...

Autonomia, Turco (M5S): Da Meloni neanche coraggio di presentarsi in conferenza stampa

(ASI) Roma - “Sapevamo della più totale inconciliabilità tra il centralismo 'patriottico' di Giorgia Meloni e le spinte autonomiste della Lega, ma constatare che la presidente del consiglio non ha ...

MIC - Misery Index Confcommercio  una valutazione macroeconomica del disagio sociale  

(ASI) Si riporta uno studio della Confcommercio che rileva che a dicembre l’indice di disagio sociale si attesta a 17,2 (-0,2 su novembre). La disoccupazione estesa si conferma all’8,7%. La ...