×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Calcio Serie A: Catania – Inter 2-1: è festa grande allo stadio Massimino, la storia si ripete



Catania – Inter 2-1: è festa grande allo stadio Massimino, la storia si ripete

di Antonio Longo

Era il 12 marzo 2010 quando il Massimino visse una delle serate entrate a buon diritto nella storia del Catania Calcio: i rossazzurri, con una splendida rimonta, si imponevano per 3-1 sull’Inter degli extraterrestri del condottiero Josè Mourinho. La storia si ripete: 15 ottobre 2011. Il nuovo Catania di mister Vincenzino Montella supera ancora una volta, in rimonta, l’Inter stavolta guidata in panchina da Claudio Ranieri, relegando la corazzata nerazzurra nei bassifondi della classifica. E il Massimino, gremito di fans etnei, vive un’altra serata memorabile, con le emozioni e i sussulti provati da tramandare di generazione in generazione.

Convince il Catania, schierato con la difesa a tre composta da Bellusci, Legrottaglie e Spolli, che si trasforma in fase di ripiego a cinque grazie al grande movimento garantito da Izco a destra (lodevole la prova del capitano rossazzurro) e Marchese a sinistra, chiamato in causa in extremis a seguito dell’infortunio occorso a Capuano in fase di riscaldamento. Stecca per l’ennesima volta l’Inter, priva di alcune pedine fondamentali (i vari Julio Cesar, Chivu, Forlan, Sneijder) con in attacco gli evanescenti Milito e Pazzini e Zanetti e Stankovic che non accelerano come dovrebbero.

Eppure sono proprio gli ospiti a passare in vantaggio solo dopo 5 minuti di gioco con il “solito” Cambiasso, autentica bestia nera per il Catania: il cross dalla destra di Maicon è troppo invitante per sbagliare il bersaglio, il centrocampista nerazzurro al volo batte Andujar con un velenoso sinistro. Una doccia fredda per i padroni di casa che tentano una reazione, sospinti dall’entusiasmo del pubblico. Ma nella prima frazione di gioco, al cospetto di un’Inter che si chiude bene in difesa senza lasciare spazi, gli esiti non sono quelli sperati.

Cambia la musica nella ripresa. Ad orchestrare la rimonta del Catania ci pensa Bergessio, sgusciante attaccante che nel giro di un paio di minuti sovverte ogni schema, ogni pronostico. Prima libera splendidamente Almiron, faro del centrocampo etneo, che con un destro ad effetto da cineteca sorprende Castellazzi, poi si invola verso la porta avversaria costringendo il numero uno nerazzurro ad atterrarlo in area di rigore: dagli undici metri è Lodi a trasformare il penalty assegnato dal direttore di gara Orsato. E’ apoteosi al Massimino, vera, autentica, passionale. L’Inter avrebbe tutto il tempo di recuperare ma non riesce a trovare gli spazi e le opportunità per colpire. Anzi è il Catania che in più occasioni sfiora il tris, soprattutto con Catellani, ma i tentativi dei rossazzurri si infrangono contro Castellazzi. Al triplice fischio è festa grande nel vecchio catino dello stadio catanese. Già, la storia si ripete.

In salastampa è naturalmente raggiante il patron rossazzurro Nino Pulvirenti: parole di elogio per tutti, dal tecnico ai giocatori, predicando naturalmente umiltà e concentrazione in vista dei prossimi probanti impegni (doppia trasferta contro Fiorentina e Lazio, n.d.r.). Sulla stessa lunghezza d’onda si esprime l’allenatore Montella, soddisfatto per la prova dei suoi ragazzi ma convinto che il Catania può ancora migliorare. Solita “signorilità” da parte di Claudio Ranieri, allenatore di un’Inter ancora tutta da decifrare, che con il suo tradizionale “aplomb” dati tratti britannici viviseziona con la massima onestà intellettuale la partita, segnalando i meriti del Catania e i demeriti dei nerazzurri.

Ultimi articoli

Pnrr: il Comitato Speciale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici approva progetto diga foranea di Genova per un valore di quasi un miliardo di euro

(ASI) Soddisfazione del Ministro Giovannini: “È la prova che si può cambiare e che i tempi di realizzazione delle opere importanti e complesse possono essere abbattuti. Lo sforzo fatto dal Governo ...

L'Umbria aumenta i suoi collegamenti aerei. British Airways atterra a Perugia

(ASI) Perugia - Nel pomeriggio di ieri, giovedì 26 maggio, sono decollati i primi voli che collegheranno - con da 3 a 4 frequenze settimanali - gli aeroporti di Perugia e Londra Heathrow. ...

Scuola, Scalfi (Ist.Veronesi) : CV Alias non è forzatura. Sasso accetti società di oggi

(ASI) “Aprire alle carriere alias nelle scuole non è affatto una forzatura e non confonderà nessun studente: dare la possibilità di chiedere il cambiamento del proprio nome nei documenti scolastici, se ...

Il MAXXI L'Aquila compie anno

28 maggio 2022: Ingresso gratuito per i residenti in Abruzzo www.maxxilaquila.art | Instagram e Facebook @maxxilaquila |

Easyjet: Uiltrasporti, 8 giugno sciopero di 4 ore del personale della compagnia 

(ASI) Roma - "Allo sciopero nazionale di 4 ore del personale di Ryanair, Malta Air, Volotea e Crewlink indetto per il prossimo 8 giugno, si aggiungeranno i Piloti e gli assistenti di ...

Ostia, FdI: "La stagione balneare è già iniziata eppure... la Sinistra si dimentica di bau beach"

(ASI) Roma - "Nonostante i proclami, le Amministrazioni Gualtieri e Falconi continuano ad ignorare gli impegni assunti nei confronti dei nostri amici a quattro zampe e delle associazioni animaliste ...

Cina. Pechino 'risponde' a Biden: tour del Ministro Wang Yi nel Pacifico Meridionale

(ASI) È cominciato ieri dalle Isole Salomone il tour del ministro degli Esteri cinese Wang Yi nel Sud del Pacifico, che proseguirà nei prossimi giorni in altre nazioni della regione: Kiribati, ...

Gender, protesta di Pro Vita & Famiglia, davanti al Ministero dell'Istruzione. No nelle scuole la cosiddetta “carriera alias”

(ASI) " I collettivi omosessuali e transessuali stanno sferrando un attacco mostruoso nelle scuole italiane. Ho partecipato al presidio promosso da diverse associazioni davanti al Ministero dell’Istruzione per dire basta ...

Valdegamberi (Consigliere Regione Veneto): nuova legge Veneta sulla Protezione Civile, 

(ASI) "La nuova legge regionale sulla Protezione Civile, approvata all'unanimità nei giorni scorsi, mette finalmente ordine al susseguirsi di norme nel corso degli anni, costituendo un testo unico in grado ...

Recensioni libri. Gli 84 giorni di Frank: L'Inter di De Boer tra poche luci e molte ombre di Raffaele Garinella

(ASI) Ottantaquattro giorni. Per qualcuno pochi, per altri come Frank De Boer un’eternità. Ottantaquattro giorni in cui l’allenatore olandese é stato catapultato sulla panchina dell’Inter al posto di ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113