Calcio. Serie A. Juventus- Udinese. La Juve cade inaspettatamente in casa alla prima di Campionato cedendo i tre punti a una solida Udinese

(ASI) Esordio amaro per i campioni d'Italia che cadono allo Juventus Stadium in questa prima giornata di Campionato. Esulta la formazione friulana che approfitta di una Juve poco fantasiosa e troppo confusionaria.

 

La formazione bianconera, costretta a rinunciare ad alcune pietre miliari, come Pirlo, Tevez e Vidal, ceduti nel corso del mercato estivo, si avvale della presenza dei neo-acquisti che sicuramente porteranno un vento di rinnovamento. La società punterà su Mandzukic, Dybala, Khedira, Zaza, Rugani e Alex Sandro, nella speranza di riconfermare il primato delle passate stagioni.
La formazione friulana, privatasi di Allan che è passato al Napoli, riparte con alcune certezze davanti affidandosi all'esperienza di Di Natale e Thereau. In panchina il sanguigno Colantuono, esonerato lo scorso anno dalla società bergamasca.
Mister Allegri schiera il 3.5.2 puntando su Coman e lasciando in panchina Dybala. A centrocampo confermati Pereyra e Padoin.
Anche l'Udinese si presenta con un 3.5.2, ma in avvio di partita viene schiacciata dai bianconeri. Ottimo inizio di gara per i padroni di casa che partono con un pressing alto. Attenti i friulani a chiudere bene gli spazi.
Sin dal 6' di gioco la Juve crea belle occasioni da gol, prima con Coman servito in area ma poco incisivo a rete e, poi, con Pereyra abbattuto da Piris dopo un bell'inserimento.
Al 16' parte Bonucci per calciare la punizione ma il difensore bianconero colpisce la barriera.
Serie di calci d'angolo per i padroni di casa che cercano sempre il primo palo, ma le occasioni sfumano.
Al 21' Pereyra si rende protagonista di un altro inserimento interessante. Tiro fiacco dell'argentino che non riesce a realizzare la prima rete del match.
E'il 25' quando a farsi vedere è Padoin che ci prova con il sinistro ma calcia malissimo. Niente di fatto per il giocatore juventino.
Prima mezz'ora di gioco. Buon inizio per Pereyra e Lichtsteiner , sempre vivaci in campo. L'Udinese approfitta del leggero calo dei bianconeri per rifiatare.
La Juve si fa sempre più insistente con un intervento di Pogba che dopo l'iniziale controllo si fa sfuggire palla.
Al 37' ancora un'occasione sfumata per i padroni di casa che non riescono a sbloccare il match. Lichtsteiner prende palla e salta l'uomo. Tiro alla volta di Mandzukic che ci arriva di testa, ma spedisce sopra la traversa.
Il primo tempo termina sullo 0 a 0. La Juve, poco fluida nel far correre palla, mette in campo un gioco troppo frenetico che non consente di scardinare la difesa friulana, sempre ordinata e pronta a chiudere gli spazi.
Alla ripresa del secondo tempo l'Udinese riparte più aggressiva contro una Juve lenta e poco fantasiosa.
Al 55' i bianconeri si fanno vedere in avanti con due belle azioni da gol. Al 55'colpo di testa di Mandzukic e pallone spazzato via dalla difesa friulana e sempre il croato, al 63' non riesce a realizzare la rete dentro l'area piccola.
Allegri cerca di velocizzare il ritmo con l'inserimento di Dybala che serve subito un gran pallone a Pogba. Niente di fatto per il talento francese che non si accontenta e cerca un dribbling impossibile.
Al 73' Dybala offre un'altra bella palla con un tocco di prima ma i bianconeri appaiono ancora poco efficaci nella conclusione in porta. Dopo qualche minuto di confusione in campo arriva il gol inaspettato della formazione friulana. Cross di Koné, disattenzione di Lichtsteiner e grande intervento di Théréau che non perdona. E'il gol dell'1 a 0.
I padroni di casa cercano di reagire ma non trovano il giusto varco. Si entra nel tempo di recupero con l'Udinese va vicinissima al raddoppio in contropiede.
Il match si conclude sull'1 a 0. Orgoglio e soddisfazione tra le file dei friulani che si impongono su dei bianconeri forse poco ispirati in questo esordio di campionato.
Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (36' st Isla), Pereyra (35' st Llorente), Padoin, Pogba, Evra; Mandzukic, Coman (20' st Dybala).A disp.: Neto, Rubinho, Alex Sandro, Caceres, Vitale, Rugani, Sturaro, Zaza. All.: Allegri
Udinese (3-5-2): Karnezis; Heurtaux, Danilo, Piris; Edenilson, Bruno Fernandes, Iturra, Badu (8' st Kone), Adnan (41' st Widmer); Thereau, Di Natale (21' st Zapata). A disp.: Meret, Perisan, Domizzi, Neuton, Pasquale, Widmer, Merkel, Pinzi, Perica, Aguirre. All.: Colantuono
Arbitro: Mazzoleni
Marcatori: 33' st Thereau (U)
Ammoniti: Piris, Heurtaux, Adnan (U); Padoin (J)

Maria Vera Valastro- Agenzia Stampa Italia

 

Ultimi articoli

Legge di Bilancio, Calandrini (FdI): soddisfatti dei contenuti, al Parlamento il compito di migliorarla

(ASI) Questa è il primo bilancio politico dopo anni di governi tecnici o 'di palazzo'. Le reazioni delle opposizioni sono, in questo contesto, fisiologiche direi.            &...

Congresso Pd, on. Gribaudo: Serve Pd  femminista

(ASI) «Due uomini che in ticket si candidano a guidare il PD. Ancora una volta. Serve un PD femminista, serve cambiare passo, serve una nuova storia democratica».

Rifiuti, Giannini (Lega): senza fondi PNRR si escludano scelte biodigestori Casal Selce e Cesano

(ASI) Roma - "Il sindaco Gualtieri, che tanto si era incaponito nel voler realizzare i due maxi biodigestori della Capitale proprio a Casal Selce e Cesano, due aree periferiche già ...

Manovra, Appendino-Aiello (M5S): emendamento per riportare opzione donna a versione originale

(ASI) Roma “Il Movimento 5 Stelle presenterà un emendamento alla legge di Bilancio per riportare Opzione donna alla sua versione originale”.

Giustizia, Gasparri: interrogazione su nota ANM che contesta decisioni Nordio

(ASI) “Con una interrogazione chiederò al ministro della giustizia Nordio di valutare l'opportunità di un'ispezione nei confronti dei componenti della Giunta Toscana dell'Associazione Nazionale Magistrati che hanno sottoscritto una nota ...

PD: Boccia, su candidature chi decide senza linea politica vuole un altro ex segretario

(ASI) "Non è la corsa a posizionarsi che distingue la scelta di un candidato anziché un altro o un’altra, ma il contributo che ognuno può dare alla costruzione di una ...

Manovra. Leonardi (FdI): molte misure a sostegno di famiglie e imprese. No criminalizzazione uso contante

(ASI) "È importante sottolineare che le misure sul tetto al contante e sull'uso del pos sono residuali rispetto ad una manovra di circa 35 milioni destinata in gran parte ad aiutare famiglie ...

Natale: Coldiretti/Ixè, 6 italiani su 10 nei mercatini a caccia di regali

(ASI) Oltre sei italiani su dieci (63%) frequentano quest’anno i tradizionali mercatini di Natale che si moltiplicano nelle piazze italiane e che offrono opportunità di acquistare regali per se stessi ...

Assemblea Ordinaria, Repace (LND Umbria):dopo due anni di pandemia, i bilanci sono positivi. Il sistema calcio ha retto bene. Ora occorre ritornare a fare sport

(ASI) Oggi si è svolta l'Assemblea Ordinaria Biennale del Comitato Regionale dell'Umbria della Lega Nazionale Dilettanti. Un'assemblea molto partecipata e sentita dalle società calcistiche umbre perché si ...

Studio CGIA Mestre: nel 2023 avremo 63 mila disoccupati in più. Napoli, Roma e Caserta le province più colpite

(ASI) Per l’anno venturo le previsioni economiche non sono particolarmente rosee; rispetto al 2022 la crescita del Pil e dei consumi delle famiglie è destinata ad azzerarsi e ciò contribuirà a ...