×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Lo stadio del Cagliari giudicato parzialmente agibile. La società rossoblu presenta ricorso contro lo 0-3 a tavolino con la Roma

(ASI) Cagliari, 29 settembre 2012. La notizia era nell'aria. L' Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive dopo un sopralluogo effettuato da propri rappresentanti allo Stadio Is Arenas, aveva emesso un parere favorevole alla parziale apertura al pubblico dello stadio Is Arenas di Quartu Sant'Elena già giovedì sera. Dunque un parere positivo è arrivato appena tre giorni dopo la sconfitta a tavolino inflitta al Cagliari dal giudice sportivo.



Ieri sera è arrivato anche l'annuncio ufficiale da parte della Commissione Provinciale di Vigilanza: i possessori di abbonamento o di biglietto provvisti di Tessera del Tifoso avranno libero accesso allo stadio. Aperto solo il settore Distinti, che può contenere solo cinquemila spettatori. La prefettura ha anche istituito il Gruppo Operativo di Sicurezza (GOS), organismo che garantirà la gestione dell'evento sportivo in condizioni di sicurezza.

MIRACOLO A IS ARENAS - Gli addetti ai lavori sanno che la costruzione dello stadio è quasi completamente terminata, rimane un solo settore evidentemente ancora in costruzione, mentre sono in fase di completamento i lavori di rifinitura dei restanti settori e degli spazi adiacenti. Dunque, in tre giorni è successo un miracolo, oppure effettivamente non esistevano i problemi che hanno tenuto lo stadio chiuso nelle precedenti settimane. E' più verosimile la seconda ipotesi, e si capisce, per questo motivo, l'esasperazione che aveva portato il Presidente Cellino ad invitare i tifosi provvisti di biglietto ad assistere ala partita interna del Cagliari già domenica scorsa. Rimane da capire però quali fossero le cause che spingevano la Commissione Provinciale di Vigilanza a negare l'agibilità di uno stadio che pochi giorni dopo è stato giudicato parzialmente agibile. Viene il dubbio che ci fossero forti pressioni politiche, ma probabilmente non sapremo mai come possa uno stadio a diventare agibile in meno di una settimana. Di certo, resta il fatto che dopo tutte le vicende collegate alla rottura di Cellino con il Sindaco di Cagliari, lo stesso Sindaco Zedda aveva più volte invitato, anche subito dopo la sconfitta a tavolino del Cagliari contro la Roma, Cellino a tornare sui suoi passi, riportando il Cagliari al Sant'Elia di Cagliari.

CELLINO SI AUTOSOSPENDE DALL'INCARICO DI PRESIDENTE - Lo ha comunicato lo stesso Presidente in una nota pubblicata sul sito della società dopo la sanzione comminata dal Giudice Sportivo. "In tal modo Massimo Cellino sarà in grado di tutelare le proprie ragioni di fronte a quelle che vengono ritenute decisioni frutto di scarsa conoscenza delle enormi ed allucinanti problematiche vissute negli ultimi mesi, di evidenti fraintendimenti tra gli interlocutori coinvolti e della limitata attenzione e sensibilità dimostrate da molte componenti nei confronti degli sforzi fino ad oggi compiuti, direttamente e senza supporto, per garantire il calcio ai massimi livelli, a Cagliari ed in tutta la Regione Sardegna", si legge nella nota. La riunione del Consiglio di Amministrazione che probabilmente prenderà atto della decisione del Presidente è convocata per le ore 18:00 di lunedì primo ottobre.
RICORSO DEL CAGLIARI - La Società Cagliari Calcio nel frattempo, per volere dello stesso Presidente, ha annunciato che presenterà ricorso contro la decisione del Giudice Sportivo di sanzionare la società con la sconfitta a tavolino per l'annullamento della gara interna della settimana scorsa scorsa.

Daniele Caruso - Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Serie A Prima di Campionato, vincono tutte le big a cura di Sergio Curcio

Serie A Prima di Campionato, vincono tutte le big a cura di Sergio Curcio

Brucellosi, Nappi (Lega): convocare ad horas tavolo di confronto con gli allevatori

(ASI) “Gli allevatori bufalini che hanno annunciato a partire da domani una mobilitazione che andrà avanti fino al giorno delle elezioni, meritavano di essere ascoltati sin da quando hanno iniziato ...

ITA, Rampelli (VPC-FDI): Se Draghi chiude accordo prima del voto, significa che c'e' un accordo inconfessabile

(ASI)"Il trasporto aereo di una nazione che gioca la sua economia sul marchio italiano, turismo, beni culturali, manifattura, enogastronomia, Made in Italy, è questione strategica e non può essere ipotecata ...

Lanzi e Croatti(M5S): "Parlamentarie, record partecipazione: M5S più vivo che mai"

(ASI) "La consultazione di ieri ha visto la partecipazione di 50.014 iscritti: il dato più alto di sempre per quanto riguarda la scelta delle liste politiche.

Maltempo: Coldiretti, gravi danni alle campagne

(ASI) Il maltempo con trombe d’aria, nubifragi, grandinate e precipitazioni violente si è abbattuto a macchia di leopardo su città e campagne distruggendo interi raccolti, di frutta e verdura, vigneti, ...

PNRR, Mollicone (Fdi) A Calenda: “Se PNRR rischia a dicembre colpa incapacitá Governo dei sedicenti “Migliori”, lasciano 434 decreti attuativi da emanare. Ci penserá il Governo di Centrodestra"

(ASI) “Segnalo a Carlo Calenda che se la rata di dicembre del PNRR è a rischio, non è certo a causa della destra, ma dell'incapacità del governo dei sedicenti migliori che non ...

Brambilla, Unione Cattolica: "Autunno caldo e inverno freddo" 

(ASI) Roma - "Questi sono i numeri del nostro Paese: il debito pubblico è salito nel mese di giugno a 2.766 miliardi di euro (dati Banca d'Italia), con un aumento di 11,2 miliardi ...

Flat Tax, Bitonci e Gusmeroli (Lega): Basta disinformazione della sinistra che non conosce la materia

(ASI) Roma – “Sulla flat tax leggiamo un sacco di bugie della sinistra. Sanno di perdere e si arrampicano sugli specchi, ma cosi non fanno il bene dell’Italia. Il nostro è ...

Diritto di Società: Il recupero crediti (A cura dell'avvocato Alesandro Di Dato)

Diritto di Società: Il recupero crediti (A cura dell'avvocato Alesandro Di Dato)

Istituto Friedman: preoccupazione per democrazia e stato di diritto in Moldova

(ASI) Roma - "Ultimamente seguiamo con preoccupazione lo sviluppo dello Stato di diritto nella Repubblica di Moldova, Stato che ha recentemente ottenuto lo status di candidato all'integrazione nell'Unione europea.

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113