I social e i ricatti della sex extortion

(ASI) Alzi la mano a chi in questi anni di presenza sui social non è capitato di ricevere richieste di amicizia anche da parte di sconosciuti con cui non si hanno contatti in comune e che magari vivono in qualche località esotica.

Non appena si accetta la richiesta la controparte, nel caso di un uomo una donna e viceversa, inizia ad inviare messaggi in un italiano stentato in cui vuole fare conoscenza e racconta la propria vita, spesso strappalacrime o quasi: una donna giovane, vedova o separata, che vive con la figlia piccola o la madre anziana.

Con il passare di giorni i messaggi si intensificano e le conversazioni si fanno sempre più intime tanto che poi la stessa chiede di passare dai social a WhatsApp, o chat simili. Subito dopo arriva la proposta di fare “sexting” o scambiarsi video privati. Dopo qualche giorno poi la figlia piccola, o la mamma anziana, si ammala e poco dopo arriva la richiesta di soldi per poterla curare. E qui inizia la sex extortion.

Nonostante si parli da tempo dai rischi di tale pratica, sfortunatamente sta mietendo vittime non solo tra i giovanissimi ma anche tra uomini e donne di tutte le età. È un fenomeno in crescita, da considerare e prevenire soprattutto nell’ottica della tutela dei minori.

Nel caso di rifiuto la donna, infatti, minaccia di diffondere su internet i video intimi del malcapitato inviandolo anche a parenti e amici. In caso di nuovo rifiuto entra in scena il complice, o i complici, della ragazza che iniziano ad inviare messaggi, stavolta in un italiano impeccabile, in cui intimano al malcapitato di pagare altrimenti anche loro provvederanno a diffondere questi video.

Per cercare di ottenere i soldi, che in caso di pagamento saranno poi chiesti nuovamente visto che non si ha garanzia che in caso di un primo acconto i video e le foto “compromettenti” saranno cancellate, i complici dicono di sapere tutto del malcapitato e di essere pronti a fare avere il tutto anche al datore di lavoro.

Ovviamente siamo in presenza di un reato ben definito dal codice penale (punito con la reclusione da cinque a dieci anni e con la multa da mille a 4mila euro), anche se il fatto che i messaggi arrivino da numeri stranieri, rendono più complicato risalire all’ideatore della truffa, anche se la vittima, spesso per vergogna e tutelare la propria reputazione e la propria vita privata, decide di tacere ed accettare il ricatto.

Il caso invece andrebbe subito denunciato magari facendo anche gli “screenshot” ai messaggi in cui si chiede esplicitamente denaro per non diffondere le foto rivolgendosi prontamente alla polizia postale.

Un modo per risalire all’identità di chi minaccia è quello di fingere di accontentarli e farsi dare gli estremi per il pagamento anche se sempre più spesso questo viene richiesto in bitcoin rendendo impossibile l’identificazione.

Fabrizio Di Ernesto - Agenmzia Stampa Italia

 

Tags

Ultimi articoli

Sardegna, Licheri(M5S): "Il Centrodestra ci ha dato una grossa mano scegliendo Truzzu. Todde competente e brava ma è stata l'ultimissima scelta"

(ASI)“Che il centrodestra ci abbia messo del suo, mi pare indubitabile. Ci hanno dato una grossa mano, non solo perché in questi cinque anni il centrodestra ha veramente fatto ...

Sardegna, Mulè(FI): "Impariamo dagli errori e marciamo compatti verso la scelta del candidato in Basilicata" 

(ASI) In merito all'esito delle votazioni regionali della Sardegna si riportano le dichiarazioni rilasciate a Radio Cusano dal vicepresidente della Camera Giorgio Mulè, esponente politico di Forza Italia. 

Cangianelli (FIPE): per il gambling regolamentato parliamo di digitale, non solo di online

(ASI) Emmanuele Cangianelli, Presidente di EGP, organizzazione di categoria di FIPE Confcommercio degli esercizi pubblici che offrono giochi in concessione (bingo, scommesse, apparecchi da intrattenimento)

Incentivi alle Imprese, Bando ISI INAIL 2023: compilazione delle domande dal 15 aprile 2024

(ASI) Pubblicato il calendario dei prossimi adempimenti legati al bando ISI 2023, l'agevolazione che garantisce finanziamenti a fondo perduto per migliorare la sicurezza sul lavoro.

I tre indizi che fanno una prova dell’inquietante trojan che abbiamo addosso e ci segue ovunque

(ASI) “Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”. Era quello che sosteneva Agatha Christie, la famosa scrittrice, regina del giallo. Mi è tornata ...

Missione del Ministro Tajani a Zagabria per partecipare alla sesta riunione del Comitato di coordinamento dei Ministri di Italia e Croazia

(ASI) Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Antonio Tajani, è in missione a Zagabria per la sesta riunione del Comitato di coordinamento ...

Scuola: Marti (Lega), bene misure approvate in CdM tra cui proroga contratti ATA

(ASI) Roma - “Bene le misure del MIM contenute nel nuovo decreto legge del Pnrr e approvate in Consiglio dei Ministri. Grazie a un lavoro puntuale e in costante sinergia ...

Confcommercio su regolamento ue imballaggi: rischio pesanti effetti su filiere produttive e distributive, modificare norme

(ASI) Il nuovo regolamento Ue sugli imballaggi, che sarà discusso in sede di trilogo ad inizio marzo, desta molte preoccupazioni e, in assenza di modifiche significative, rischia di travolgere interi ...

Pavanelli (M5S): “Sardegna, vittoria storica per Todde e il M5S”

“Alessandra Todde è la prima Presidente di Regione del M5S e la prima donna alla guida della Regione Sardegna. Si tratta di un risultato storico. (ASI) II cittadini sardi hanno ...

L’Economia della cultura come fattore di sviluppo. Gianni Lepre, “una grande opportunità per Napoli e il Mezzogiorno”

(ASI) L’Economia della cultura come fattore di sviluppo, questo il titolo del Convegno che si svolgerà a Napoli il prossimo 28 febbraio nella splendida cornice di Palazzo Fuga.