lucadicarlo(ASI) Roma - L'Avvocato di origini abruzzesi Luca Di Carlo, celebre con lo pseudonimo l'"Avvocato del Diavolo", ha denunciato il Governo italiano. Successivamente a lui, altri illustri avvocati hanno intrapreso lo stesso iter giuridico.
Egli si è attivato sin dall'inizio affinché le vittime, anche quelle per causa di servizio quali medici, infermieri e quanti altri, trovassero giustizia nello Stato italiano per eventuali errori governativi, denunciando l’illegittimità costituzionale dello "Scudo penale proposto dal governo italiano che voleva condonare eventuali responsabilità dei dirigenti e del governo a danno di medici e infermieri.

Adesso, dopo le responsabilità nazionali del governo italiano fa denuncia internazionale di accertamento allOMS e all'ONU per eventuali crimini di terrorismo. A tal proposito, lo abbiamo intervistato, ponendogli alcune domande. 

Perché si è rivolto all'ONU in questi giorni?

"In questi giorni il Presidente degli USA Donald Trump ha rilasciato pubblicamente la seguente dichiarazione: “la Cina ha nascosto a lungo le reali dimensioni dell’epidemia. L’Organizzazione Mondiale della Sanità si è accorta in ritardo del reale contagio è/o addirittura di aver minimizzato la gravità, in quanto succube della Cina". Pertanto - ha dichiarato l'Avvocato dei Diritti Umani Luca Di Carlo -  ritengo che sia compito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità accertare eventuali responsabilità. Nel caso in cui l’OMS non indaghi sulle eventuali omissioni o ritardi della Cina, sia l’ONU che come uno dei primari compiti, ha anche quello della tutela dei diritti umani. Gli stati pensano all’aumento economico ed il popolo è ridotto alla povertà e milioni di persone ed animali muoiono in spregio del diritto alla vita” ha aggiunto Di Carlo.

Ma, cosa ha chiesto esattamente all'ONU?

"La mia richiesta  e che  venga accertato se il Covid-19 è il risultato di una evoluzione naturale o se è un “prodotto di laboratorio”se il Covid-19 dovesse risultare un virus “generato dall’uomo” si ravvisa una vera e propria minaccia alla pace nel mondo e alla sicurezza internazionale. Quindi le responsabilità ed omissioni, nel caso vengano comprovate, devono essere giudicate come veri e propri atti di terrorismo. Sono atti criminali e come tali devono essere giudicati. Pertanto, si decide anche per una causa risarcitoria contro la Cina e la verifica di eventuali responsabilità dell'OMS". 

Lei, ha annunciato azioni penali anche sullo "Scudo Penale"....

"Certamente, sulla volontà di uno “scudo penale” ai dirigenti sanitari, dopo le azioni penali che ho annunciato contro il Governo sono tutti in allerta. Sembra che ci sia una “lobby” che vorrebbe sottomettere i diritti umani e l’eguaglianza legislativa, è incostituzionale lo “scudo penale” ai dirigenti sanitari.Medici e sanitari contro il Covid-19 meritano tutele, non devono essere presi in giro. Nessun emendamento politico può consentire di esimere da responsabilità i dirigenti che non hanno fornito le protezioni necessarie. Lo scudo penale è incostituzionale è un lusso di classe.Non ci fermeremo e non ci fermeranno, ma procederemo con le relative controversie legali, a tutela dei diritti".

Perché si è rivolto anche al Capo dello Stato?

"Mi sono rivolto al Capo dello Stato Sergio Mattarella affinché esorti i parlamentari a rinunciare o tagliare gli importi dello stipendio su tutti i giorni che sono stati assenti in Parlamento nel periodo del Coronavirus. Tale importo diventi contributo di solidarietà in questo momento di gravissima crisi economica”.

Cristiano Vignali - Agenzia Stampa Italia


Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.