Primi risultati del trial clinico ESINODOP, a Terni crescono le speranze per la cura del diabete mellito di tipo 2

11893860 925015567545567 1924454599860635422 oI primi dieci pazienti trattati hanno già interrotto l’assunzione di farmaci antidiabetici o hanno ottenuto importanti benefici in termini di controllo della malattia diabetica e di perdita di peso corporeo

(ASI) Terni, -  Presso l’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni e l’Ospedale Sandro Pertini di Roma sta procedendo con successo il reclutamento e il trattamento dei pazienti arruolati nell’innovativo studio ESINODOP (Early Sleeve gastrectomy In New Onset Diabetic Obese Patients) per la cura del diabete mellito di tipo 2, in pazienti obesi di nuova diagnosi, attraverso la chirurgia bariatrica mininvasiva. Dal mese di marzo sono stati trattati già 10 pazienti (in totale lo studio prevede l’arruolamento di 100 pazienti) e ad oggi, sia quelli trattati con chirurgia dell’obesità sia quelli sottoposti a cure mediche intensive hanno già interrotto l’assunzione di farmaci antidiabetici o hanno ottenuto importanti benefici in termini di controllo della malattia diabetica e di perdita di peso corporeo. Lo studio prevede di seguire i pazienti per un totale di 6 anni, consentendo di verificare anche gli effetti a lungo termine dei trattamenti. Il reclutamento dei pazienti invece avrà una durata di 3 anni.

ESINODOP è uno studio clinico randomizzato no profit, co-finanziato dalla stessa Azienda ospedaliera di Terni e dal centro di ricerca statunitense della Johnson&Johnson di Cincinnati (Ohio), presso cui i ricercatori dell’ospedale di Terni si sono aggiudicati un grant di ricerca competitivo milionario. Partendo dall’ipotesi dei ricercatori, guidati dai dottori Amilcare Parisi e Giuseppe Fatati di Terni e dal professor Sergio Leotta di Roma, e sostenuta anche da recenti evidenze scientifiche, lo studio si prefigge, per la prima volta a livello internazionale, di investigare l’efficacia della chirurgia mininvasiva dell’obesità nella cura del diabete mellito di tipo 2, confrontandola con una terapia medica intensiva in pazienti obesi che però hanno una recente diagnosi di diabete di tipo 2 (massimo 8 mesi) e non hanno ancora sviluppato alcuna complicanza legata alla malattia diabetica. Questi ultimi rappresentano gli elementi più innovativi dello studio.

È un vanto per l’ospedale e per la città di Terniha sottolineato il direttore generale Maurizio Dal Maso congratulandosi con tutti i ricercatori promotori del progetto - condurre un studio così importante nello scenario mondiale, uno studio che potrebbe rivoluzionare la terapia del diabete mellito di tipo 2 e che sta infatti suscitando grandi aspettative nella comunità scientifica internazionale”. Infatti, il dottor Amilcare Parisi, principal investigator dello studio e il dottor Stefano Trastulli, investigatore del team di ricerca, il prossimo ottobre parteciperanno al congresso mondiale sull’obesità e le malattie metaboliche “Obesity Week”, che si terrà a New Orleans, in Louisiana, Stati Uniti, per discutere dei progressi e dei risultati finora ottenuti nello studio ESINODOP con i principali esponenti mondiali in questo campo di ricerca.

L’ospedale di Terni, grazie allo studio ESINODOP e alla sua attività clinica e chirurgica per la cura di obesità e diabete, è diventato uno dei centri di riferimento in Italia per la cura dell’obesità e del diabete tipo 2dice il dottor Amilcare Parisi ringraziando la direzione aziendale per il cruciale supporto dato alla realizzazione e alla prosecuzione di questo importante ed impegnativo studio - e tengo a ricordare che si tratta di una ricerca totalmente no profit vincitrice di un premio in competizione con altri progetti a livello mondiale, per la quale è stato firmato un apposito contratto, basato sulla normativa italiana, che testimonia una completa indipendenza ed autonomia, sia scientifica che economica, del team di ricerca rispetto allo sponsor”. La sua realizzazione è possibile anche grazie al fatto che presso l’ospedale Santa Maria di Terni è già attivo un centro multidisciplinare per lo studio e la cura dell’obesità che segue e cura centinaia di pazienti affetti da obesità e da altre malattie metaboliche quali il diabete tipo 2, anche tramite l’esecuzione delle più avanzate tecniche di chirurgia bariatrica quali la sleeve gastrectomy laparoscopica ed il bypass gastrico eseguito con tecnica robotica. www.esinodop.it

Allo studio ESINODOP partecipano la struttura complessa di Chirurgia Digestiva e Unità Fegato diretta da Amilcare Parisi (Principal Investigator dello studio), il dipartimento di Diabetologia diretto da Giuseppe Fatati e dell’ospedale Sandro Pertini di Roma l’unità operativa complessa di Diabetologia diretta da Sergio Leotta. Nel team di ricerca partecipa inoltre il personale specialista della Diabetologia dell’ospedale di Terni (Ilenia Grandone, Mariangela Palazzi, Luisa Paolini), della Diabetologia dell’ospedale Sandro Pertini di Roma (Lucia Fontana, Maria Altomare) e della Chirurgia Digestiva dell’ospedale di Terni (Stefano Trastulli, Lorenzo Guerci, Jacopo Desiderio, Roberto Cirocchi).

Edoardo Desiderio - Agenzia Stampa Italia

 

11312791 881567665223691 6206519202176752245 o

ESINODOP 1

Ultimi articoli

Ucraina, Pedicini (Greens/Efa): “Se aderisce a UE, l’Europa entra in guerra con la Russia”

  (ASI) Bruxelles - “Far aderire l’Ucraina all’Unione Europea, in questo contesto storico, significa che l’Europa entra in guerra con la Russia. Si stanno adottando scelte ...

Regionali Lazio, Molina (Lista Civica Rocca Presidente): per ripartire c' e' bisogno di una visione finora assente. sanità, infrastrutture e lavoro penalizzate da incapacità di gestione

(ASI) “Questa è stata una campagna particolare: da un lato corta come un respiro, dall’altra lunga come l’eternità. Ma comunque straordinaria: ho avuto la percezione che tra le persone ...

Case green. Mazzetti (FI): "Testo attuale figlio di ideologia ambientalista nociva: correggere subito" 

(ASI) Roma – "La direttiva per le case green parte con il piede sbagliato. Il testo conserva tutti gli aspetti problematici e, a questo punto, inutilmente costrittivi e dunque nocivi soprattutto ...

Campania, Nappi (Lega): fuga inarrestabile verso altre regioni, De Luca inchiodato dai fatti    

(ASI) “E mentre si dà la colpa al destino cinico e baro e ci si lamenta del Governo centrale, i fatti dicono che la Campania, ultima in tutte le classifiche ...

RID 96.8 FM sbarca a Sanremo con la sua Pink House

(ASI) "Passione, coraggio, determinazione incontrano Intrattenimento, attualità, cultura e musica nella città dei fiori per raccontare la 73° edizione del Festival di Sanremo. Guidati dall’editrice Michelle Marie Castiello, attraverso la ...

  Fisco, Cannata (FDI): Riforma con imprese e cittadini al centro dell’azione di Governo

  (ASI) “Il cittadino e le imprese saranno messe al centro dell’azione di riforma del fisco del governo. Il presidente del Consiglio Giorgia Meloni ribadisce come la riforma del ...

Roma. PCI, Mauro Alborersi e Sonia Pecorilli al comizio di chiusura della campagna elettorale per le regionali Lazio

(ASI) Roma -  "A San Lorenzo, piazzale Tiburtino, luogo storico simbolico dei comunisti. Sia in chiave elettorale che di lotta. È qui che venerdì alle 18.00 il Partito Comunista Italiano, chiuderà ...

UE, Floridia (M5S): con Meloni Italia non tocca più palla

(ASI) Roma - "È triste registrare che l'Italia è passata da essere protagonista in Europa con Giuseppe Conte, che ha fatto sentire alta la voce del nostro Paese in uno dei momenti ...

Sicilia, Isole minori. 1,4 milioni di euro per trasporti residenti e lavoratori. Pellegrino (FI) "Segno di attenzione dal Governo"

(ASI) Proseguiranno fino al 2025 le riduzioni e gratuità dei costi di trasporto per i residenti nelle isole minori e per chi vi lavora. Questo il risultato del voto di ieri ...

Autonomia Differenziata, Macchia (ISPE Sanità): "La sanità non sia tra le materie oggetto di maggiori autonomie"

(ASI) Roma – "L'approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del disegno di legge, a firma del Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Roberto Calderoli, desta profonda preoccupazione ...