Papa Francesco all’Angelus di domenica 3 luglio 2016

(ASI) Roma “È necessario invocare Dio”, così il Santo Padre ha esordito in occasione dell’Angelus celebrato nella Città del Vaticano, alla presenza di una gremita folla di fedeli da tutto il mondo. Il Pontefice ha commentato il brano domenicale tratto dal Vangelo di Luca, vv 1-12. 17-20., in cui Gesù parla dell’abbondanza della messe che attende di essere raccolta. Secondo il Vescovo di Roma, gli operai citati nel Vangelo sono i missionari.
Non soltanto quelli “che vanno lontano, ma anche noi”, nel nostro ambiente di lavoro, nella nostra casa, nella nostra vita quotidiana ed ordinaria. L’operaio evangelico deve portare un dono, annunciare, cioè, che il Regno di Dio è vicino perché “Gesù ha avvicinato Dio a noi”. Comunicare la cosa più incredibile che esista, che Dio, contrariamente alle divinità lontane dall’uomo, è in mezzo a noi ed interviene per vincere gli errori e la miseria umana, solo attraverso il suo grande amore misericordioso.

La Buona Notizia è proprio questa. A questo scopo il Signore inviava i discepoli a due a due davanti a sé. Perché dopo aver ascoltato da Cristo questa novità assoluta, la potessero portare al mondo intero, con l’invito di invocare la pace sulla case che accoglievano i missionari. Da ciò si evince che il Regno di Dio va costruito quotidianamente ed offre sùbito, “già su questa terra i suoi frutti di conversione, di purificazione, di amore e di consolazione per gli uomini”. Da qui l’importanza di costruire, e non di distruggere, quotidianamente il Regno di Dio.

Con il suo solito taglio pratico, papa Francesco ha spiegato come si devono comportare i missionari, con quale spirito i discepoli dovranno svolgere questa missione. Innanzitutto non sottovalutando la realtà. Il maligno vuole ostacolare in tutti i modi, questo còmpito assegnato da Dio. Ecco perché l’operaio dovrà essere libero da ogni condizionamento umano. Papa Bergoglio spiega che la borsa, la sacca e i sandali, che secondo Gesù i missionari non devono avere, sono simboli del vanto personale, del carrierismo e della fame di potere. L’obiettivo è farsi strumenti di salvezza, portata dal sacrificio di Gesù. Non c’è spazio per secondi fini.

Verso la conclusione, il Pontefice ha sottolineato quanto il cristiano abbia, nel mondo, una missione stupenda, che richiede tanta generosità, con lo sguardo rivolto al Signore. Il mondo ha bisogno di cristiani che testimonino con gioia, come i discepoli inviati da Gesù che... “tornarono pieni di gioia”. Il Santo Padre, a questo punto, si è rivolto ai tanti giovani presenti, chiedendogli quanti di loro sentano la chiamata del Signore a seguirlo. E, come Papa Wojtyla, li invita a non avere paura. Questo sentimento che frena tanti cristiani dal realizzare i sogni che Dio ha messo nel loro cuore.

Nella preghiera finale, papa Francesco ha invitato tutti a pregare il Signore, perché non manchino persone generose per portare a tutti l’amore e la tenerezza del Padre celeste.

Ilaria Delicati – Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

L’eroe irredento della Brigata Sassari: Guido Brunner

(ASI) – Padova. Il nuovo libro di Stefania Di Pasquale, fresco di stampa per i tipi di Ravizza Editore, ha il merito di ricostruire la biografia di Guido Brunner, il quale, ...

Digitale. Convegno al Senato sulla intelligenza artificiale in vista del provvedimento annunciato dal sottosegretario Butti in arrivo in Parlamento

(ASI) Si è svolta, presso la Sala "Caduti di Nassirya" del Senato della Repubblica, la conferenza dal titolo, "IA: Innovazione ed Etica nel Cuore della Rivoluzione Digitale", promossa dalla Senatrice Cinzia ...

Bonus studenti 2024: tutti gli aiuti previsti

(ASI) Nel 2024 sono dodici i bonus studenti attivi, dedicati a coloro che studiano. Sono le famiglie, degli studenti minori a dover fare richiesta, altrimenti, se gli studenti sono maggiorenni, possono ...

Festival del giornalismo, per Forza Nuova è il festival del pensiero unico

(ASI)"Forza Nuova e Lotta Studentesca di Perugia ha voluto salutare il Festival del Giornalismo di Perugia con un’azione politica in centro storico, nell’ultimo giorno della sua edizione.

Valdegamberi (Consigliere Regione Veneto): "La grande finanza di Soros che depredò l’Italia, finanzia politici che si accaniscono contro di me” 

(ASI) "La verità viene sempre a galla. In molte occasioni la deputata del Partito Democratico Rachele Scarpa si è accanita contro di me, con ipocrite strumentalizzazioni e petizioni di scarso ...

Tanti hanno costruito il loro futuro sul martirio: forse c'è speranza anche per i palestinesi

(ASI) La storia è disseminata di episodi che fanno riferimento diretto o indiretto al martirio, cioè alle persecuzioni subite da singole persone o da interi popoli, a causa di poteri religiosi ...

Il pellegrinaggio di una volta dal canonico e il listino prezzi di oggi: l’involuzione della caccia al voto di molti politici

(ASI) Colpito dalle notizie di indagini dei Pm di mezza Italia per il voto di scambio, mi tornano in mente le modalità dei politici nei tempi andati, che sono ...

Crediti d’imposta, Cataldi (commercialisti): “Strumento da migliorare, non eliminare”

(ASI) “La sospensione del credito di imposta per i beni strumentali nuovi 4.0 e quello per le attività di R&S, emersa dapprima con la pubblicazione del decreto “blocca agevolazioni” ...

Artigianato: la sartoria e il suo concorso il ditale d’oro. a cura dell'economista Gianni Lepre

Artigianato: la sartoria e il suo concorso il ditale d’oro. a cura dell'economista Gianni Lepre

Energia, Federconsumatori: altro che mercato libero, si va verso il mercato del libero abuso. Nel settore del gas aumentano prezzi e speculazioni. Nuovo primato raggiunto: +6.862 euro annui.

(ASI) "L’Antitrust ha definito ieri come un vero e proprio tsunami quello che sta avvenendo nell’ambito dell’energia, a danno degli utenti. Un uragano fatto di scorrettezze, abusi, ...