Umbria, gli scavi archeologici di Vaiano Gioiella giunta al termine con successo

(ASI) Castiglione del Lago -  Nella splendida cornice del Palazzo della Corgna, sede del Municipio e dell’Antiquairum del Trasimeno, si è tenuta, venerdì 8 luglio 2016, la relazione conclusiva della campagna di scavi relativa al sito della “Villa” romana in località Vaiano.

 Un gruppo di appassionati studenti americani, sotto la direzione di Giampiero Bevagna (The Umbra Institute), della prof.ssa Rebecca Schindler e del prof. Pedar Foss, entrambi della De Pauw University e Stefano Spiganti (Intrageo), hanno condotto, in base ad una ricognizione del 2015, le prime operazioni di scavo del sito, la cui importanza si era tramandata, di generazione in generazione, nella popolazione locale e presso i contadini della zona.

L’insediamento esplorato doveva essere di notevoli dimensioni e occupato dal II sec. a. C al III sec. d. C. Situato in cima ad una collina a nord del Lago di Chiusi, si trova in prossimità di una strada ed una cisterna di raccolta delle acque, anch’esse di epoca romana. Dall’abbondanza e dalla varietà dei materiali trovati, gli esperti ritengono che si sia trattato di un insediamento di notevoli dimensioni, ove si svolgevano molte attività rurali, da quelle prettamente agricole a quelle manifatturiere. I fabbricati risultano essere due: uno a sud, simile ad un impianto termale ed uno a nord.

Le piogge battenti ed incessanti non hanno aiutato gli archeologi, che, pur iniziando gli scavi il 6 giugno, hanno dovuto pazientare per un’intera settimana l’arrivo del bel tempo, che gli ha concesso di dedicarsi all’attività per due settimane intense, riuscendo a scavare due quadrati.

Tra le scoperte, due distinte aree di accumulo, con materiali risultanti da riporti e da un crollo di un tetto, dato che sono state portate alla luce ben 153 kg di tegole, in un’area molto ristretta di 1x4 metri.

L’attenzione degli studiosi si è concentrata su di una canaletta dalla funzione ancora misteriosa, in quanto il suo fondo è costituito dal terreno nudo, mentre l’apice è formato da due tegole unite a formare un triangolo. Non si comprende bene se sia stato un normale canale di drenaggio o se abbia assolto altri scopi. Anche la sua lunghezza rimane, per ora sconosciuta.

La presenza di un complesso termale è invece sicuramente attestata dal ritrovamento di tegole, relative al riscaldamento del pavimento, frammenti di mosaici e pilastrini, per creare l’intercapedine in cui doveva passare l’aria calda.

Gli scavi hanno restituito anche alcuni frammenti di Sigillata Italica (Arretina) con bolli di fabbrica. La scoperta, invece, di materiali con tracce d’incendio, fa pensare al fatto che forse, nel sito, fossero presenti fornaci per ceramiche e metalli.

Tutti gli intervenuti, dalla Sovrintendenza, al Comune di Castiglione del Lago, all’Archeoclub Trasimeno, hanno espresso la loro gratitudine e soddisfazione per la meritoria iniziativa che ha portato gli archeologi americani sulle rive dei nostri laghi.

Ilaria Delicati – Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Disney e il monopolio del mercato cinematografico.

(ASI) Il colosso americano Disney sta creando un monopolio nel settore dell'intrattenimento e il bilancio recentemente diffuso testimonia la continua e costante crescita dell'impresa.

CulturaIdentità Genova: "Grave atto vandalico contro il Ricordo dei Martiri delle foibe e gli Esuli"

(ASI) Genova  – L’atto vandalico è avvenuto ieri nei giardini Cavagnaro a Genova-Staglieno, dove si erge la stele che ricorda i Martiri delle Foibe e gli Esuli di Istria e ...

Decreto "milleproroghe", Dehors liberi fino al 31 dicembre 2023. La soddisfazione di FAPI CESAC

(ASI) "Una buona notizia per gli imprenditori della ristorazione. Accogliamo con grande soddisfazione la proroga al 31 dicembre 2023 dei dehors liberi proposta dal Governo. Si tratta di una decisione di buon ...

Giorno del Ricordo, Ambrogio-Ravello-Viscione (FDI): “Inaccettabile che Eric Gobetti presenti libro revisionista al Comune di Grugliasco”

(ASI) “Abbiamo appreso con indignazione l’organizzazione di un convegno sul libro revisionista “E allora le Foibe” pubblicato da Eric Gobetti, personaggio fazioso e denigrante dell’eccidio dei nostri connazionali”.

Sanità, Csa-Cisal incontra l’assessore regionale Volo: “Stabilizzare i precari, non si disperdano competenze e professionalità”

(ASI) Palermo – “La sanità siciliana ha bisogno di investimenti e risorse umane e non può permettersi di disperdere le professionalità e le competenze di chi, durante l’emergenza Covid, ha ...

CIPESS, Morelli: approvato progetto definitivo Pedemontana, risultato storico

(ASI) Roma - “Il Cipess ha approvato il progetto definitivo della Pedemontana piemontese con gli aumenti dei costi legati al caro energia per il limite di spesa pari a 385 milioni”.&...

Vino, Malaguti (FDI): da Irlanda dichiarazione di guerra commerciale ai prodotti italiani

(ASI) “Dall’Irlanda arriva una chiara dichiarazione di guerra commerciale al vino italiano dopo il via libera all'etichetta con gli alert sanitari per gli alcolici. Siamo in presenza di una ...

Liliana Segre cittadina onoraria di Somma Vesuviana

(ASI)  Salvatore Di Sarno (sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano): "E' praticamente terminato l'iter per il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre, testimone ...

Terremoto, Amsi e UMEM; dai nostri medici in Siria e in Turchia , i morti sono più di 12 mila e d i feriti più di 55 mila.  

(ASI) Continua il sostegno e la solidarietà della Comunità del mondo arabo in Italia(Co-mai) ,Associazione medici di origine straniera in Italia(Amsi) ,Unione medica euro mediterranea (UMEM) insieme al ...

Valditara: Basta episodi di violenza nelle scuole. Docenti e personale saranno difesi da Avvocatura dello Stato

(ASI) A seguito del recente, allarmante aumento degli episodi di violenza nei confronti degli insegnanti e del personale scolastico all’interno degli istituti, il Ministero dell’Istruzione e del ...