Clima terrestre. Perché il ghiaccio del polo nord va fondendosi rapidamente mentre quello del polo sud, in alcune zone, cresce?

(ASI) E' una situazione questa del clima "impazzito" in cui non solo la gente comune s'interroga, ma lo fa anche il mondo scientifico. Nasce una confusione su interpretazioni e analisi sul futuro del clima sul nostro pianeta da cui prolificano varie tesi, una contraria all'altra.

Ci sono i soliti negazionisti che asseriscono che l'aumento della temperatura terrestre è la solita mania catastrofista degli ambientalisti, c'è chi dice che invece stiamo entrando in una nuova era glaciale, c'è chi attribuisce questo stravolgimento climatico a complotti di forze occulte, chi, invece, interpreta in maniera obiettiva e scientifica il fenomeno senza farsi prendere da isterismi o manie di protagonismo. Noi di Accademia Kronos teniamo ad affermare di appartenere a quest'ultima categoria. Cominciando ad analizzare fatti concreti, senza andare indietro a tesi come quello che afferma che tra breve la Terra inizierà a raffreddarsi.

Detto questo proviamo, in questo numero, a fare un po' di chiarezza. Cominciamo subito a prendere atto di fatti reali, incontestabili, iniziando dal Polo Nord: è ormai cosa scontata che il pack artico vada rapidamente fondendosi e a causa di ciò da circa 5 anni questa estrema zona del pianeta è navigabile 4/5 mesi l'anno. Infatti sono diverse le compagnie di navigazione del nord Europa e della Russia che per evitare i costosi pedaggi del Canale di Panama ormai utilizzano le rotte polari. Proseguendo dobbiamo considerare che il 90% dei ghiacciai della terra, dall'Himalaya ai monti dell'Alaska e fino alle Alpi, stanno regredendo in maniera inarrestabile. La stessa cosa sta accadendo al ghiaccio della Groenlandia che sta modificando la stessa Corrente del Golfo che ancora riesce a mitigare i rigori invernali nei Paesi del nord Europa.

Altro punto incontestabile è quello che in poco più di un secolo siamo passati da 290 ppm di CO2 a 405 ppm. Sappiamo tutti che l'anidride carbonica è un gas serra che contribuisce all'innalzamento della temperatura terrestre. Dobbiamo ricordare che un aumento di più 100 ppm di CO2 nel passato geologico della Terra avveniva in migliaia di anni, qui, invece, tale aumento lo abbiamo determinato, grazie alle attività dell'era industriale, in poco più di un secolo. Oltre alla CO2, a causa dello scioglimento rapido in Siberia e in Alaska del permafrost, nell'atmosfera si aggiunge anche il CH4 (metano), un altro gas serra 22 volte più micidiale dell'anidride carbonica. Altro fattore incontestabile è che gli oceani a causa della dilatazione termica si sono alzati di 20/25 cm e già alcune isole o atolli del Pacifico e dell'Oceano Indiano, che erano già a livello del mare, sono finiti sotto l'acqua. Tutti ricorderanno quelle immagini quasi irreali di quei ministri della Federazione degli Stati della Micronesia che provocatoriamente organizzarono una riunione di governo sott'acqua.
Si sente spesso dire da alcuni scienziati e climatologi, nonché da operatori della comunicazione, che l'emisfero nord del pianeta va riscaldandosi di più dell'emisfero meridionale. E' questo in parte è vero. Per alcuni il motivo è legato al fatto che le grandi industrie del pianeta e le grandi città e megalopoli (isole di calore), compresa la maggiore presenza della popolazione mondiale è concentrata nell'emisfero nord per cui, a causa delle correnti calde che dall'equatore si distribuisco verso i poli per poi raffreddarsi e dare il via ad una circolazione equilibrata del clima terrestre, tutto l'inquinamento prodotto dei Paesi dell'emisfero settentrionale finisce al Polo Nord. Sull'emisfero meridionale calore e inquinamento risultano un po' meno, per cui l'incidenza sull'atmosfera e sul Polo Sud è minore, ma anche questo, alla fine come vedremo, è relativo.
Da tutto ciò è nata la convinzione che l'Antartide a differenza del Polo Nord vada crescendo e che tutti i mari (oceani) meridionali vadano raffreddandosi. Anche qui è d'obbligo un po' di chiarezza: che l'Antartide vada aumentando è in parte vero e lo vedremo con l'articolo che segue, ma nel contempo, visto che gli oceani( in particolare quello Indiano ) si stanno riscaldando eccessivamente, i ghiacci dell'Antartide che hanno un certo collegamento con gli oceani invece vanno fondendosi ( vedere il secondo articolo). Tornando ai mari dell'emisfero meridionale, dire che si stanno raffreddando è completamente inesatto. Una dimostrazione è data dall'aumento considerevole dei tifoni e delle tempeste oceaniche che di anno in anno aumentano di numero e d'intensità. Sappiamo tutti che Uragani, Tifoni ed altri fenomeni estremi che nascono negli oceani, rappresentano un meccanismo termoregolatore, infatti hanno lo scopo di trasferire il calore eccessivo delle acque superficiali verso latitudini più fredde. Quindi più gli oceani si riscaldano, maggiori sono i fenomeni meteo estremi come gli uragani e i tifoni.
Accademia Kronos dal 1997 si interessa di questi fenomeni, non solo stando a tavolino, ma organizzando spedizioni negli angoli più critici del pianeta: dall'Alaska alla Patagonia, dalla Scandinavia alle foreste pluviali del Congo. Per questo motivo riteniamo che l'aumento globale della temperatura è ormai un fatto incontestabile e l'estremizzazione dei fenomeni meteo e del riscaldamento degli oceani sono realtà che incombono sul futuro della nostra umanità. Sono realtà queste in cui i "Grandi" del Pianeta dovranno seriamente valutare, pena ipotecare il futuro dell'umanità. A dicembre prossimo a Parigi ci sarà un summit mondiale con tutti i capi di Stato del pianeta proprio per valutare il da farsi. Vedremo in quell'occasione se questi signori saranno in grado di effettuare scelte capaci di fermare questo pericoloso scenario futuro. A conclusione di questo breve Dossier vi proponiamo 2 servizi che riteniamo possano aiutarci a comprendere meglio la questione dei cambiamenti climatici in atto.
Tanto per iniziare riportiamo un articolo apparso recentemente su: MeteoWeb.eu e successivamente un altro che parla solo dell'Antartide.

Filippo Mariani - Accademia Kronos

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Ultimi articoli

Premierato, Gasparri a Malpezzi: affermazioni infondate

(ASI) "La mia simpatia per la senatrice Malpezzi mi impedisce di replicare alle sue affermazioni infondate. Sono ancora solidale con lei per la ingiusta defenestrazione da Capogruppo del Pd".

Autonomia, Mollicone (FDI): “Decisione UDP proporzionata a diverbio verbale. evidente strumentalità opposizioni” 

(ASI) Roma -  “Mi rimetto alla decisione dell'ufficio di presidenza anche se è evidente la strumentalità e la provocazione scatenate da Donno e da tutta l’opposizione, con manifestazioni ...

Autonomia, Aloisio (M5S): Governo sordo nonostante tecnici contrari

(ASI) Roma - “Stamattina, in seno alla Commissione per l’attuazione del Federalismo Fiscale, la Confederazione AEPI (Associazione Europee di Professionisti e Imprese), rappresentata dal Direttore generale Gianluca Musiello e ...

Istat. Berrino (FdI): Cresce l’occupazione, anche a tempo indeterminato

(ASI) Roma - “Il buon operato del governo Meloni è confermato dall’analisi degli ultimi dati Istat disponibili sull’occupazione. L’Italia ha più fiducia e la crescita costante degli occupati, ...

Decima Mas, Furgiuele si difende nel programma 'Mosche' di Business24: “Ho fatto un gesto di dissenso, poi ciascuno ci vede quello che vuole”

(ASI) "Ho fatto un gesto di dissenso, poi ciascuno ci vede quello che vuole”. Si difende così l’on. Domenico Furgiuele, il deputato della Lega espulso dall'aula di Montecitorio per ...

Decima Mas, Furgiuele si difende nel programma 'Mosche' di Business24: “Ho fatto un gesto di dissenso, poi ciascuno ci vede quello che vuole”

(ASI) "Ho fatto un gesto di dissenso, poi ciascuno ci vede quello che vuole”. Si difende così l’on. Domenico Furgiuele, il deputato della Lega espulso dall'aula di Montecitorio per ...

Mahmoud (Pd): Amministratori con background internazionale fanno crescere Italia che parla al mondo

(ASI) "Ho partecipato con piacere all'incontro 'I luoghi e i volti della cittadinanza', organizzato oggi alla Camera dall'On. Ouidad Bakkali, che ringrazio per aver portato nel cuore delle istituzioni democratiche ...

Economia Italia: in scadenza la prima rata dell'Imu. IL punto dell'economista Gianni Lepre

Economia Italia: in scadenza la prima rata dell'Imu. IL punto dell'economista Gianni Lepre

Sanità: approvato alla Camera ODG per innovative divise dedicate agli operatori sanitari nelle aree critiche

(ASI) Roma -  Si è svolta presso la sala stampa della Camera dei Deputati la conferenza dal titolo: 'I dispositivi di protezione per l’operatore sanitario nelle aree critiche: nuove ...

Tassi BCE, ricadute su famiglie e imprese. A cura di Maddalena Auriemma

Tassi BCE, ricadute su famiglie e imprese. A cura di Maddalena Auriemma