“Riforme democratiche in Kazakistan: un modello per gli Stati in transizione?”

(ASI) Dopo aver ottenuto l’indipendenza nel 1991, il Kazakistan si è trovato ad affrontare una duplice sfida: sviluppare dal nulla sia un’economia di mercato sia la democrazia.

Il governo ha scelto di concentrarsi in primis sullo sviluppo economico, basandosi su un’economia di mercato conforme allo stato di diritto e sulla riduzione delle disuguaglianze di reddito. L’obiettivo più a lungo termine, e molto più complesso, del programma di sviluppo economico del Kazakistan entro il 2050 è quello di diversificare l’economia e ridurre la dipendenza del Paese dai combustibili fossili.  

Secondo molti osservatori internazionali, il programma di riforme economiche del Presidente Nazarbayev è riuscito a garantire la transizione graduale del Kazakistan verso una società civile più evoluta, muovendosi in modo da mantenere la stabilità politica e da evitare molti degli errori che hanno compromesso il progresso di altri stati in transizione. Sebbene le riforme democratiche siano ancora in corso, l’indirizzo generale di questo viaggio è ampiamente riconosciuto e possiamo, senza dubbio, sperare che la velocità delle riforme democratiche tenga il passo con la crescita e la diversificazione dell’economia del Kazakistan.

Il 25 febbraio 2015, in seguito a un appello del Consiglio dell’Assemblea dei popoli del Kazakistan, il Governo ha annunciato che le prossime elezioni presidenziali saranno anticipate. Le elezioni sono state, dunque, fissate per il 26 aprile. In assenza di alternative credibili al Presidente Nazarbayev, le cui politiche – secondo i sondaggi di opinione occidentali – continuano a godere di un ampio sostegno presso il grande pubblico, l’obiettivo del Presidente sembra essere quello di garantire un nuovo mandato in vista delle dure sfide economiche che si prospettano.

Questa relazione di ricerca esamina il progresso del Kazakistan in termini di sviluppo economico, uguaglianza economica e sviluppo della società civile. Essa analizza l’impatto di questi fattori sulla riforma democratica e cerca di capire in che misura la democratizzazione e il consolidamento nazionale del Kazakistan possano servire da modello per altri paesi della regione e non solo.

Per comprendere meglio le importanti trasformazioni che stanno avvenendo in Kazakistan, invitiamo i lettori a leggere questa importante pubblicazione-studio dal titolo:

“Riforme democratiche in Kazakistan: un modello per gli Stati in transizione?”

ECFA-Occasional-Paper-Democratic-Reform-in-Kazakhstan_IT_PR.pdf


Redazione Agenzia Stampa Italia

 

 

Ultimi articoli

Domani Schlein incontra la stampa estera

  (ASI) La segretaria del Partito democratico Elly Schlein incontrerà i corrispondenti della stampa estera domani, lunedì 15 aprile alle ore 10.30, presso la sede dell'Associazione della stampa estera (Via del Plebiscito, 102 – ...

Iran, nostro attacco ad Israele una legittima difesa in risposta ad aggressione subita consolato Damasco. La questione può dirsi conclusa.

(ASI) Il Rappresentante dell'Iran presso l'ONU  sull'attacco a Israele dichiara: "Condotta in base all'articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite relativo alla legittima difesa, l'azione militare dell'Iran è stata una risposta ...

Attacco a Israele, Italia convoca leader del G7

(ASI) La Presidenza italiana del G7 ha convocato, per il primo pomeriggio di oggi, una conferenza in collegamento a livello leader per discutere dell’attacco iraniano contro Israele.

Iran rappresentante di alle Nazioni Unite sull'attacco a Israele: Questo è un conflitto tra Teheran e Tel Aviv, gli Stati Uniti devono starne alla larga.

(ASI) Iran rappresentante di alle Nazioni Unite sull'attacco a Israele: Questo è un conflitto tra Teheran e Tel Aviv, gli Stati Uniti devono starne alla larga. Se il regime israeliano ...

Bertoldi (Alleanza per Israele): È imperativo che l'Italia sostenga Israele.

(ASI) "Un attacco militare della Repubblica è Islamica dell'Iran contro Israele rappresenta una sfida bellica estesa all'interno occidente. È imperativo che l'Italia sostenga Israele, anche attraverso un intervento militare difensivo se richiesto, ...

Vicino Oriente, l'Iran oltre i doni avrebbe lanciato razzi contro Israele

(ASI) Roma - Secondo fonti anche israeliane, l'Iran lanciato anche missili da crociera contro Israele nell'ambito dell'attacco iniziato questa notte.

L’Europa satanista partorisce la democrazia totalitaria: il nostro mondo al capolinea

(ASI) Satana è l’avversario, l’oppositore in giudizio, il “loico” del male che inquina la storia e rende l’uomo marionetta impotente. Il parlamento europeo che vota in massa la ...

Corsica: è nato il Partito "Per l'Indipendenza"

(ASI) Ajaccio - Abbiamo intervistato Johan Bernardini, segretario generale del nuovo partito politico corso "Per l'Indipendenza" che ci ha parlato del loro programma politico, a cui abbiamo posto alcune domande.&...

Donne, Mori (Pd): Proposta politica femminista contro nazionalismi e destre per rafforzare pace, welfare e autodeterminazione

(ASI) A margine dell'iniziativa sui "Femminismi. Conoscere il passato per costruire il futuro" promosso dalla Conferenza regionale delle Democratiche della Calabria tenutosi a Vibo Valentia nel pomeriggio, la Portavoce nazionale ...

Case Green, Procaccini (FDI-ECR): "Pericoloso salto nel buio come il superbonus, attacco a modello sociale italiano " 

(ASI) "La direttiva sulle case green voluta dalla UE e' una norma irrealistica e pericolosa perché costringe gli Stati, in particolare l'Italia che non ha un patrimonio immobiliare ...