Osservatorio Europa. Juncker con le spalle al muro

(ASI) Il neo eletto presidente della Commissione Europea, Juncker, ha già i primi problemi. Accusato d’aver trasformato il Lussemburgo in paradiso fiscale durante il suo mandato da premier, si è difeso rigettando le accuse e promettendo una armonizzazione fiscale.

Una armonizzazione che finora è stata impossibile, dato che i 28 Stati membri hanno legislazioni e sistemi di tassazione molto diversi tra loro. Nessun conflitto d'interessi. Ha sostenuto Juncker parlando dell'affare LuxLeaks, che lo vede al centro delle polemiche. La sua credibilità è a rischio, mentre sembra che il Lussemburgo sia diventato un paradiso fiscale per almeno 340 multinazionali grazie ad accordi fiscali sul segreto bancario e abbassamento dell’aliquota effettiva per le aziende.

Per quanto riguarda il Lussemburgo, è in corso un’inchiesta  europea al fine di accertare se i rapporti con tre aziende in particolare, Starbucks, Apple e Fiat, si sono svolti all'insegna dell'ottimizzazione fiscale oppure dell’elusione o evasione fiscale. Il parere preliminare del 14 novembre ha riscontrato delle illegalità nel trattamento di tali aziende. Secondo un rapporto di Eurodad, sono gli stessi Paesi dell’UE a preferire l’opportunità economica a scapito della trasparenza fiscale, facendo in modo che le proprie norme attirino imprese multinazionali. Secondo il rapporto le pratiche che favoriscono l’evasione fiscale sono ampiamente utilizzate in ogni Stato dell’Unione.

Le prove siano schiaccianti. I documenti che proverebbero le violazioni fiscali tra 2002 e 2010 sarebbero almeno 28mila. Dai documenti sembra che queste grandi aziende globali abbiano usato complesse reti di prestiti interni e pagamenti di interessi al fine di ridurre le imposte delle società ad esse collegate. Tra le società italiane coinvolte troviamo Finmeccanica, Unicredit, Intesa San Paolo, Ubi Banca, Banca Sella, Banca popolare dell'Emilia Romagna, Banca delle Marche e il gruppo immobiliare Hines.

Tra tassi bassi e società anonime, il sistema finanziario europeo sembra ormai distorto e difficile da recuperare. E Juncker potrebbe non essere l’uomo giusto per risolvere i problemi fiscali dell’Unione Europea.

Guglielmo Cassiani Ingoni – Agenzia Stampa Italia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

Ultimi articoli

Lavoro, Gasparri: con governo cdx cresciuta occupazione 

(ASI) “Durante l’ultima campagna elettorale ho visitato tante città e ho incontrato molte persone. Quando ero a Brescia, nota per la sua stabilità industriale, un'imprenditrice mi ha raccontato che ...

Trasporti: Minasi (Lega), no lezioni da opposizione che per anni ha ignorato tema treni

(ASI) Roma, 19 lug - “Il ministro Matteo Salvini sta seguendo da vicino l’evolversi della situazione dei ritardi dei treni di queste ore. Ridicolo che a dare lezioni di efficienza ...

Diritti: Zan (PD), in Italia violenza senza precedenti, serve legge con urgenza 

(ASI) "Due ragazzi mano nella mano attraversano una strada. Per questo sono stati aggrediti a cinghiate da  quattro persone a Roma. In Italia c'è un'ondata di violenza senza precedenti: è ...

Liste d’attesa, quartini (M5S): “Governo antidemocratico che non risolve niente”

(ASI) Roma – “Abbiamo appena terminato l’esame del decreto Liste d’attesa in Commissione Affari Sociali alla Camera e il governo non ha perso occasione per mostrare il suo volto ...

Tilt informatico e guasto ad una linea elettrica, il 4390 Taxi Firenze si scusa per i disagi

(ASI) Firenze,- "Il 4390 Taxi Firenze si scusa con la propria clientela per i disagi che si stanno registrando quest'oggi a causa del tilt informatico globale che ha ...

Uiltrasporti Umbria: “I soldi spesi in sicurezza sono un investimento in produttività”

(ASI) Perugia-– “La Uiltrasporti intende, con la presente nota, rafforzare la dura presa di posizione del responsabile del dipartimento merci e logistica Leonardo Celi in merito al grave fatto accaduto ...

Borsellino. Congedo (FDI): suo massacro mai dimenticato, fine ultimo debellare cancro mafia

(ASI) “Nonostante siano passati 32 anni il 19 luglio resta un giorno triste per l’Italia e per tutti coloro che hanno combattuto e combattono la mafia. Il massacro di Paolo Borsellino ...

Immigrazione, Aodi (Amsi-Uniti per Unire): «Agire su due fronti, arginando da una parte l’immigrazione irregolare, ma dall’altra promuovere la buona immigrazione. Due piani distinti che possono cambiare il nostro Presente e il nostro futuro».

Aodi (indagine Amsi-Umem-Uniti per Unire): Tra gli immigrati, che intraprendono il viaggio della speranza che sarebbe meglio chiamare della disperazione, dall’Africa all’Italia, solo il 13% riesce a raggiungere la ...

Assisi. Costruire il Futuro ha donato un Lunario ai frati del sacro convento da apporre sulla statua della Madonna

(ASI) L'Associazione Socio - Culturale "Costruire il Futuro" nella giornata del 31 Maggio 2024 (alla conclusione del mese mariano) ha donato un Lunario ai frati del sacro convento da apporre sulla statua ...

Premio Capri per le Arti: Testa, Actis Caporale, Sambucco sono i primi artisti a ricevere il prestigioso riconoscimento

(ASI) L'isola di Capri, con la sua storia millenaria e il suo paesaggio mozzafiato, è da sempre un crocevia di civiltà e culture. Tuttavia, negli ultimi decenni, il turismo di massa ...