×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Rapporti Italia-India. I marò e gli interessi economici in ballo

(ASI) Nell’ultimo anno i rapporti tra India e Italia appaiono particolarmente tesi; le difficoltà politiche nel dialogo tra Roma e Nuova Delhi sono sicuramente figlie dello scontro diplomatico in atto tra i due paesi per via della vicenda dei due marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, una questione che però ha complicato anche le relazioni economica tra queste due parti.

L’India fa parte di quel ristretto gruppo di paesi emergenti, i Brics, che stanno acquisendo sempre più importanza a livello mondiale e con cui un paese come l’Italia non può non ricercare un dialogo privilegiato a livello economico.

Basta citare alcuni dati per capire meglio la necessità di questo rapporto.

In vent’anni dal 1991 al 2011 l’interscambio commerciale Italia-India è cresciuto di 12 volte, passando da 708 milioni di euro a 8,5 miliardi di Euro. Solo nel 2011, stando ai dati forniti dall’Istat, l’interscambio tra i due Stati è aumentato del 18,2%, nel dettaglio le nostre esportazioni sono cresciute del 10,4% mentre le importazioni hanno fatto registrare un rialzo di oltre il 25%. Numeri che all’epoca facevano dell’Italia il quarto partner commerciale dell’India tra i Paesi Ue dopo Germania, Belgio e Gran Bretagna. Forti di questi dati Roma e Nuova Delhi avevano perfino pianificato di arrivare ad avere un interscambio di 15 miliardi di euro entro il 2015.

All’epoca macchinari e apparecchi rappresentavano la prima voce dell’export italiano verso l’India, con una quota del 44,4% nel 2011; oltre un quarto delle importazioni italiane dall’India rientrano nella categoria tessile-abbigliamento-accessori.

Lo scorso anno però un po’ per via della crisi economica un po’ per il raffreddamento dei rapporti per la vicenda dei due marò si è registrata una vistosa flessione che l’Istat ha quantificato, solo per i primi nove mesi del 2012, nel 17,7%, con una riduzione delle esportazioni italiane pari all’11% ed una diminuzione delle importazioni dall’India quantificabile nel 22%.

Tra i principali investitori italiani in India figurano Eni, Fiat, Luxottica, Merloni, Piaggio. Un discorso a parte merita poi Finmeccanica.

L’azienda italiana, come ricorderete, è infatti nell’occhio del ciclone per via di presunte tangenti pagate per la fornitura di 12 elicotteri AW 101 della controllata britannica Agusta Westland all’aeronautica militare indiana che stanno provocando un autentico terremoto politico nel Paese asiatico.

Della vicenda si sta occupando Arun Kumar Bal, direttore generale competente per le acquisizioni

terrestri, che ha un ampio mandato per incontrare magistrati, diplomatici e personalità a vario titolo implicate nella vicenda. Parallelamente, anche la polizia del Cbi, una sorta di “Fbi indiana”, ha incaricato un team composto da un investigatore e da un magistrato inquirente di andare in Italia a raccogliere elementi utili per avviare un'indagine.

Alla base del giro d’affari ancora da chiarire ci sarebbero le connessioni dell’azienda di Busto Arsizio con due diverse società indiane, la Ids e l’Aeromatrix, che risultano menzionate nei verbali italiani per i legami con i mediatori Guido Haschke e Carlo Gerosa.

La vicenda Finmeccanica però in qualche modo si lega anche a quella delle due fucilieri della marina militare.

Il governo italiano infatti, pur di non mettere a rischi gli affari con l’India e evitare rotture che potessero danneggiare le indagini su Finmeccanica per un anno ha evitato di prendere una posizione netta e forte in sostegno dei due marò; quando invece è parso evidente che la giustizia indiana sarebbe andata a fondo per trovare la verità su queste presunte tangenti e complicato i rapporti tra le parti ha provato ad alzare la voce e trattenere i due militari nel nostro paese senza farli rientrare al termine della licenza elettorale salvo poi rispedirli al mittente.

Confermando così il nostro declino nel mondo, sia a livello politico sia a livello economico.

Fabrizio Di Ernesto – Agenzia Stampa Italia

 

 

 

 

Ultimi articoli

Assange, Ascari (M5S): rivelare crimini non e' un crimine. A Londra per seguire l'udienza che deciderà su estradizione

(ASI) Londra - "Mi trovo a Londra, dove con la collega europarlamentare Sabrina Pignedoli, seguirò i due giorni di udienze al termine dei quali l'Alta Corte di Giustizia britannica deciderà ...

Ospedali, Migliore (Fiaso): "Utilizzo IA è già realtà, bisogna formare medici e personale sanitario"

(ASI) Roma -"Gli ospedali sono stati e sono il motore dell'innovazione, dell'eccellenza del servizio sanitario nazionale". "Adesso gli ospedali sono di fronte a una nuova sfida - dice Migliore ...

Faisa Cisal: Sicurezza, priorità imprescindibile anche nel Settore dei Trasporti.

(ASI) Firenze - Durante il Consiglio Regionale della Faisa Cisal della Toscana, il Segretario Generale Mauro Mongelli ha ribadito l'assoluta centralità del tema sicurezza anche nel settore dei trasporti. ...

Smog. Greco (S.I.d.R.): "Dati inquinamento Milano allarmano, alto rischio infertilità

(ASI) Milano - "I dati diffusi dalla società svizzera IQAir, che indicano Milano tra le città più inquinate al mondo, con una concentrazione di PM2.5 di 29,7 volte il valore guida ...

Giovedì 22 febbraio a Trevo verrà presentato il Convegno internazionale: "La Cooperazione Internazionale Strumento di Sviluppo"

(ASI) Trevi. Si terrà giovedì 22 febbraio 2024 ore 10.30 presso la sala consiliare del Comune di Trevi la conferenza stampa del Convegno: "La Cooperazione Internazionale ...

Argentina: livello di povertà sempre più allarmante

Non funziona la cura ultraliberista del neopresidente argentino Javier Milei. Gli ultimi dati riferiscono infatti che le persone colpite dalla povertà in Argentina a gennaio ammontano a 27 milioni, pari al 57,4% ...

In Campania e nel Sud imprese più giovani e più solide. Gianni Lepre: “C’è voglia di rinascita, si riparta da qui”

(ASI) A dispetto di quelli che sono i numeri e i dati che circolano nel nostro Paese su Imprese e sistema produttivo, le rilevazioni dell’Istituto Tagliacarne sul 2023 fanno registrare ...

"Al mattino su whatsapp", Il libro del Generale Petrella su fede e sulla vita

(ASI) Un "viaggio spirituale" che trae spunto dai messaggi inviati da Giuseppe Petrella, generale dell'Arma dei Carabinieri, ogni giorno ad una platea di amici e conoscenti.

Credito d’Imposta, Bonus pubblicità 2024

(ASI) Dal primo marzo 2024 è possibile presentare la domanda di accesso al credito d’imposta “bonus pubblicità 2024” e c’è tempo fino al 2 Aprile termine ultimo per presentare domanda, ed è il provvedimento ...

Cina. La Festa di Primavera surriscalda il turismo e rilancia i consumi interni, alta velocità sugli scudi

(ASI) Ben 474 milioni di spostamenti turistici nazionali - il 23% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso e il 19% in più rispetto al 2019 - per una spesa complessiva superiore ai 632 ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113