×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Considerazioni sulla fine dello Stato Sociale

(ASI) Lettere in Redazione. Mi sia permesso esprimere la mia opinione in merito a quanto pubblicato ieri nel vostro giornale  a firma sig F. Dal Cortivo. Questo non certo perché il sig Dal Cortivo non sia stato capace d'esprimersi, anzi è molto chiaro, ma solo per esprimere la più profonda ripugnanza verso il mondo dei banchieri. Lo Stato Sociale non va a fondo occasionalmente, o per incompetenza culturale, questa la mia tesi, anzi la mia certezza. Lo Stato Sociale, che tanto fastidio ha dato alla supponente arroganza protestanrte e calvinista degli anglo-americani, è stato scientemente distrutto.  A supporto della mia tesi porto queste brevi considerazi.

La stessa creazione dell'euro non è manovra fallimentare come molti pensano e credono, ma è vitalissima e ben congegnata manovra per condurre, con o senza forti alterazioni sociali, verso la caduta dei Governi nazionali che hanno incominciato a perdere potere, dignità, prestigio da che accettarono che una banca privata, ex nihil creata, la BCE, li esautorasse dalla funzione primaria che esercitavano: "Il conio della moneta"! Tutto questo, lapalissianamente, in favore del regime bancario, tanto che da tempo aggiungo ai miei discorsi: "Benvenuti nel Paese dei Soviet bancari"! Anch'io ho compreso, pur a completo digiuno di quell'arida e pazzesca scienza del dare-avere, quella che mai si occupa delle punizioni che infligge all'uomo con le sue operazioni di somma o detrazione fatte quadrare attraverso artifizi filosofici assolutamente arbitrari, che lo Stato Sociale, nei suoi ruderi, era vieppiù condannato. Però molti, nonostante gli orribili difetti che celatamente conducono all'usura privata e bancaria, nominano quella scienza "Economia"; ma mai per interesse fanno trasparire che essa è sovrastata dagli speculatori nazionali ed internazionali, in tal maniera senza offrire all'imbecille la possibilità d'uscire dallo stato di nebbia che gli ottenebra le idee. Lo Sato Sociale italiano è stato fulgido esemoio nel mondo per la civiltà sociale e giuridica che esprimeva. Lo ricordiamo che lo Stato sociale nei vari periodi storici ha tratto la sua forza  nella politica sociale del Fascismo, della Chiesa e della Sinistra rivoluzionaria.   E tutto ciò si scontra con il materialismo  liberista. Per cui scientemente va neutralizzato fino a farlo sostituire con lo Stato liberale, che subito, sotterraneamente, andrà trasformato in liberista e poi in Stato in mano alla  speculazione finanziaria.
Anch'io, dicevo, fui tra quelli che ebbero chiaro il nuovo corso manifestamente "puzzolente". Capita la nuova piega delle cose prima ancora dell'avvento dell'euro, semplicemente facendo semplici ragionamenti, cosa che già avvenne allorché si incominciò alla fine degli anni '90 a parlare di villaggio globale, produssi, insieme con altri relazioni filosofico-culturali sull'iniquità del nuovo sistema, ma fu solo lotta donchisciottesca! Il popolo dovrebbe ormai insorgere contro questo sistema, ma questo popolo ha perso ogni energia rivoluzionaria, creativa, la dignità, la sua fierezza e la virilità, perciò esso non si è mai ribellato a queste barbarie, anzi, è stato facilmente addomesticato dai padroni d'oltre oceano. Lo Stato Sociale è finito non da oggi con l'Innominato al Governo, quello che termina gli ultimi scempi dei sig.ri Prodi e Berlusconi.

Lo Stato sociale terminò allorquando, per me fu il sintomo cardine di un pensiero che prendeva corpo, gli Ospedali Generali furono trapassati in Aziende Ospedaliere Locali che ovviamente traguardarono il profitto, e non la salute! Ahi serva Italia

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Iran, nostro attacco ad Israele una legittima difesa in risposta ad aggressione subita consolato Damasco. La questione può dirsi conclusa.

(ASI) Il Rappresentante dell'Iran presso l'ONU  sull'attacco a Israele dichiara: "Condotta in base all'articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite relativo alla legittima difesa, l'azione militare dell'Iran è stata una risposta ...

Attacco a Israele, Italia convoca leader del G7

(ASI) La Presidenza italiana del G7 ha convocato, per il primo pomeriggio di oggi, una conferenza in collegamento a livello leader per discutere dell’attacco iraniano contro Israele.

Iran rappresentante di alle Nazioni Unite sull'attacco a Israele: Questo è un conflitto tra Teheran e Tel Aviv, gli Stati Uniti devono starne alla larga.

(ASI) Iran rappresentante di alle Nazioni Unite sull'attacco a Israele: Questo è un conflitto tra Teheran e Tel Aviv, gli Stati Uniti devono starne alla larga. Se il regime israeliano ...

Bertoldi (Alleanza per Israele): È imperativo che l'Italia sostenga Israele.

(ASI) "Un attacco militare della Repubblica è Islamica dell'Iran contro Israele rappresenta una sfida bellica estesa all'interno occidente. È imperativo che l'Italia sostenga Israele, anche attraverso un intervento militare difensivo se richiesto, ...

Vicino Oriente, l'Iran oltre i doni avrebbe lanciato razzi contro Israele

(ASI) Roma - Secondo fonti anche israeliane, l'Iran lanciato anche missili da crociera contro Israele nell'ambito dell'attacco iniziato questa notte.

L’Europa satanista partorisce la democrazia totalitaria: il nostro mondo al capolinea

(ASI) Satana è l’avversario, l’oppositore in giudizio, il “loico” del male che inquina la storia e rende l’uomo marionetta impotente. Il parlamento europeo che vota in massa la ...

Corsica: è nato il Partito "Per l'Indipendenza"

(ASI) Ajaccio - Abbiamo intervistato Johan Bernardini, segretario generale del nuovo partito politico corso "Per l'Indipendenza" che ci ha parlato del loro programma politico, a cui abbiamo posto alcune domande.&...

Donne, Mori (Pd): Proposta politica femminista contro nazionalismi e destre per rafforzare pace, welfare e autodeterminazione

(ASI) A margine dell'iniziativa sui "Femminismi. Conoscere il passato per costruire il futuro" promosso dalla Conferenza regionale delle Democratiche della Calabria tenutosi a Vibo Valentia nel pomeriggio, la Portavoce nazionale ...

Case Green, Procaccini (FDI-ECR): "Pericoloso salto nel buio come il superbonus, attacco a modello sociale italiano " 

(ASI) "La direttiva sulle case green voluta dalla UE e' una norma irrealistica e pericolosa perché costringe gli Stati, in particolare l'Italia che non ha un patrimonio immobiliare ...

Olimpiadi 2026, Cappelletti (M5S): si fermi capriccio pista bob e Salvini-Zaia chiedano scusa

(ASI) Roma. – “È ormai palese che non ci sono i tempi tecnici per realizzare il “budello del ghiaccio” a Cortina per i Giochi olimpici del 2026. Il governo metta fina a questa ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113