(ASI) Roma - “Fermo restando il fatto che i deputati che hanno chiesto il bonus per le partite Iva hanno avuto un comportamento vergognoso, che come MoVimento 5 Stelle condanniamo senza se e senza ma, non sfugge la solita incoerenza delle opposizioni.

Deve essere chiaro infatti che la priorità del governo era aiutare con la massima celerità i cittadini in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19 e così è stato fatto. Non va dimenticato che la Meloni addirittura voleva dare mille euro a chi ne avesse fatto richiesta con verifiche a posteriori di non chiara attuazione. Il bonus 600 euro è arrivato a milioni di persone, che grazie a questi soldi hanno potuto far fronte a un’emergenza prima sanitaria e poi economica senza precedenti. Agendo in un altro modo, queste stesse persone lo avrebbero ottenuto magari con tempi molto più lunghi. Dunque, le opposizioni che volevano dare a chiunque riempisse un modulo mille euro adesso urlano allo scandalo? Il criterio era non avere più di duemila euro sul conto corrente a fine marzo. Che genere di garanzia sarebbe questa? La responsabilità di chi si è approfittato di aiuti statali è personale, etica e morale. E questo non deve sfuggire. Se invece si sceglie di puntare il dito verso altre direzioni deve essere chiaro che si tratta per l’ennesima volta di sterile propaganda. E di incoerenza". Così, in una nota, il presidente della Commissione Lavori Pubblici del Senato, Mauro Coltorti, del MoVimento 5 Stelle.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2021 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.