(ASI) - “Certi paletti dell'Europa, come quelli dei quali si sta discutendo in vista della programmazione dei fondi Ue 2021-2027, non agevolano gli investimenti nel nostro Paese". Così il ministro per il Sud Barbara Lezzi in un’intervista pubblicata oggi su Fortune. “L'acquisto di nuovi vagoni ferroviari, ad esempio, deve avvenire in condizioni di concorrenza. Noi, in Italia, abbiamo una partecipata di Stato. Questo parametro vuol dire impedire alle regioni del Sud di fare investimenti sulle infrastrutture ferroviarie.”

 

"La trasparenza è d'obbligo ma questi paletti vanno superati, come il limite del 10% di investimenti in strade. Se io devo colmare il gap infrastrutturale In Calabria, perché porre condizioni così rigide?",

“Un terzo criterio è quello della "condizionalità macroeconomica": un coefficiente che danneggia l'Italia. Nella programmazione post 2020 - se verrà confermato questo criterio che al momento è un'ipotesi - il nostro Paese 'incasserebbe' dall'Europa 3 miliardi in più, anziché 9. La partita - conclude Lezzi - si gioca sui numeri.”

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.