×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Lukashenko trionfa con il 79,7%
Affluenza oltre il 90%, repressi i facinorosi

Un risultato storico e molto importante, giunto proprio in un momento che diversi osservatori vedevano poco favorevole al Presidente uscente della Repubblica di Bielorussia, Aleksandr Lukashenko, a causa soprattutto delle tensioni avvenute nei mesi scorsi con la Gazprom di Aleksej Miller: ma un primo significativo riavvicinamento tra Russia e Bielorussia, grazie ad un accordo doganale congiunto a tre col Kazakistan, e l'importante ruolo "diplomatico" e politico del leader politico comunista russo Gennadj Zyuganov, avevano riappianato ogni lacerazione, circa un mese fa. Durante i mesi precedenti la prima decisa "diversificazione" geopolitica di Lukashenko in fin dei conti, più che all'Unione Europea (come sostenuto da alcuni analisti occidentali), aveva cominciato a guardare al Venezuela e alla Cina. Il popolo bielorusso, molto legato al suo Presidente, ha ancora una volta premiato la capacità di aver salvato la copertura sociale e la preminenza dello Stato nell'indirizzo politico ed economico, dimostrata da Lukashenko proprio a partire da uno dei periodi più bui per tutto il continente post-sovietico, gli Anni Novanta. Con una disoccupazione nei fatti inesistente, ed un PIL attestatosi da diverso tempo tra il 7 e l'8%, la Bielorussia, malgrado i pareri e le critiche delle istituzioni politiche occidentali (Stati Uniti, Unione Europea e ong varie), è oggi un'oasi di stabilità politica e sociale, che non ha mai rinnegato in modo radicale il proprio passato di Repubblica Sovietica, rilanciando le sfide del Socialismo nel nuovo millennio. La linea "Lo Stato per il Popolo", lanciata dal Presidente uscente, ha dimostrato ancora una volta il suo aspetto trionfante, se l'affluenza registrata nella giornata di ieri, alla chiusura delle urne (intorno alle 19, ora italiana), aveva superato abbondantemene il 90%. Elezioni più che attendibili, giudicate regolari sia dagli osservatori russi sia, a quanto pare, dall'OSCE, che stando a quanto riportato da Euronews, avrebbe inaspettatamente notato "grandi miglioramenti nelle operazioni di svolgimento". Le proteste scatenatesi nella Piazza dell'Ottobre, sede del Palazzo governativo, sono state prontamente bloccate dall'intervento di centinaia di agenti in tenuta anti-sommossa che hanno arrestato centinaia di facinorosi, quasi tutti riconducibili ai gruppi ultra-nazionalisti (per lo più anti-russi) e alle fazioni liberali e pro-UE, tanto che pare siano stati fermati e arrestati per gli incidenti tre dei nove sfidanti del Presidente, tra cui Nikolai Statkevich, Grigoriy Kostusev e l’ex vice ministro degli esteri, Andrei Sannikov, oltre che il poeta dissidente Vladimir Neklayev, ricoverato in ospedale.
I timori della vigilia in merito a probabili interferenze straniere sono stati ampiamente confermati, dimostrando la lungimiranza di Lukashenko, che aveva già predisposto blindati e camionette lungo la Piazza, per evitare che si ripetessero le scene del 2006, allorquando circa 25.000 persone si erano date appuntamento in piazza per contestare la regolarità del voto. Stavolta erano "soltanto" 10.000, e poter ripristinare l'ordine e la sicurezza pubblica è stato sicuramente più facile di quattro anni fa.
 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Nord Corea, missile sul Giappone: cittadini nei rifugi

(ASI) Sale la tensione in Asia.  La  Corea del Nord ha lanciato, questa notte, un nuovo missile. Secondo quanto si è appreso, si tratterebbe di un Irbm ...

Ucraina, Russia: “Basta armi, o rischio guerra diretta contro la Nato”

(ASI) I dispositivi bellici, che gli Stati Uniti forniscono all’esercito di Kiev che combatte contro le truppe del Cremlino, stanno aumentando il rischio di un possibile “scontro militare diretto”&...

Governo, verso un ritorno del Ministero del Commercio Estero. L’imprenditore Lorenzo Zurino in pole position tra i papabili ministri

(ASI) Nel totoministri che impazza in queste ore o, meglio ancora, sul tavolo dei ragionamenti di natura politica e strategica relativi al prossimo assetto che la premier in pectore Giorgia ...

PD: Boccia, Letta chiamato da Parigi dopo caduta Governo giallorosso e crollo Dem. Merita massimo rispetto

(ASI) “Il Segretario Enrico Letta è stato chiamato da Parigi dopo la caduta del governo giallorosso e con il Partito democratico che era drammaticamente crollato al 15%.

Nappi (Lega): sicurezza al centro dell’azione politica a tutti i livelli

(ASI) “La 72enne vittima prima di rapina e poi ricoverata in ospedale perché caduta battendo la testa sul selciato dissestato, conferma la drammaticità della situazione napoletana e campana anche sul ...

Veneto, Elisa Venturini: su trasporto pubblico intervenga la Regione

(ASI) "La situazione di grande difficoltà nel trasporto pubblico locale non può essere una sorpresa perché da tanto tempo si stanno susseguendo problemi di varia natura che finiscono per ripercuotersi ...

DL Aiuti-Ter, Pallavicini (Confcommercio Salute): “Un tavolo con Stato e Regioni sul tema risorse e per un’analisi organica del socio sanitario

(ASI) Roma - “L’apertura del Governo alle strutture sanitarie del privato accreditato tramite il riconoscimento alle stesse, con il Decreto Aiuti-ter, del diritto ad accedere alle risorse destinate ...

M5S Europa: in 13 anni abbiamo rivoluzionato la politica italiana 

(ASI) “Il 4 ottobre 2009 dall’intuizione rivoluzionaria di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio nasceva il Movimento 5 Stelle. In questi tredici anni abbiamo dimostrato che in Italia è possibile fare politica mettendo ...

Valdegamberi (Consigliere Regione Veneto): "Dal 2023 il 30% di Energia Idroelettrica in meno se non si ferma la legge sul deflusso ecologico voluta dall'Europa, facendo aumentare la dipendenza dell'Italia. Il nuovo Governo intervenga con urgenza".

(ASI) In un momento tragico sul fronte dei costi dell'energia, la principale fonte rinnovabile,  l'energia idroelettrica, rischia il prossimo anno di avere un calo di produzione di circa il 30 ...

Festa di San Francesco. Omelia del Card. Matteo Zuppi, Presidente della CEI

(ASI) Assisi - La Parola di Dio parla sempre a noi e di noi. Parla oggi e ci aiuta a capire i segni dei tempi e questi ci aiutano ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113