×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Libano. Nasrallah (Hezbollah): "Se Israele attacca, Iran colpira' basi Usa nel Vicino Oriente"

(ASI) Estero. Il Vicino Oriente da tempo è una polveriera pronta a scatenare effetti devastanti. Ora rischia di esplodere dedinitivamente se dopo l'operazione Siria si desse seguito all'attacco alla Rerpubblica islamica dell'Iran da parte di Israele.  Un gesto insano che preluderebbe a consequenze incalcolabili, di cui, tra l'altro la prima vittima sarebbe proprio lo stato ebraico. Siamo di fronte al perenne ritorno del mito del biblico olocausto (sacrificio) i cui benefici postumi sono razionalmente ignoti.


Lo scenario ci rivela che la crisi economica globale è molto grave con effetti sociali devastanti. A cui vanno aggiunte le tante crisi regionali in atto . Controversie etniche, politiche e religiose irrisolte che al momento in cui Israele attaccherà l'Iran rischiamo di far scoppiare un conflitto mondiale. Questa tesi è suffragata dalle recenti dichiatrazi provenienti da Beirut (Libano) direttamente dal  leader  del movimento di resistenza islamico libanese Hezbollah, Seyed Hassan Nasrallah che in merito alla questione  afferma: "Se Israele attaccasse l'Iran, l'America si dovrà assumere le sue responsabilità". Nasrallah ha però anche aggiunto: " di non aspettarsi nei prossimi mesi o in un futuro vicino che Israele possa attaccare l'Iran".
Dissensi sulla opzione militare contro l'Iran sono si manifestati pure in seno alle istituzioni ebraiche. Infatti, le dichiarazioni del premier e del ministro della guerra israeliani riguardo un eventuale attacco militare contro l'Iran ha fortemente attirato l'attenzione della comunità internazionale, provocando anche una forte discussione all'interno di Israele stesso. Lo dimostra la presa di posizionel del leader del partito d'opposizione e presidente del partito Kadima, Shaul Mofaz, il quale ha "aperto il fuoco" su Netanyahu, chiedendogli di spiegare "l'obiettivo della guerra contro l'Iran". Ovviamente Mofaz si oppone ad un attacco militare.  Mofaz ha affermato che l'atteggiamento del primo ministro sulla questione iraniana ha superato la "linea rossa", ignorando in questo modo non solo l'appello della popolazione, ma minando anche le relazioni con gli paesi tra cui anche gli Stati Uniti. Mofaz ritiene che l'attacco militare contro l'Iran possa ottenere un risultato limitato,aa cui farebbero seguito solo perdite umane dei propri soldati, un possibile maggior danno sul territorio e una rottura profonda nella situazione politica di Israele.

Redazione di Agenzia Stampa Italia

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Venezuela, dall’opposizione atteggiamento ambiguo verso il governo

Rimane teso il clima politico in Venezuela, la piattaforma unitaria democratica dell’opposizione ha infatti annunciato di essere disposta a collaborare con il governo chavista su un programma e su ...

  Il Sen. Potenti ascolta l'appello di Moschi: Volterra si rilancia con interventi su viabilità e infrastrutture

(ASI)"Sono a fianco dei cittadini dell'Alta Val di Cecina, dei quali ho condiviso le battaglie per interventi su viabilità e infrastrutture. Per questo non ho guardato al colore politico ...

Sardegna, Licheri(M5S): "Il Centrodestra ci ha dato una grossa mano scegliendo Truzzu. Todde competente e brava ma è stata l'ultimissima scelta"

(ASI)“Che il centrodestra ci abbia messo del suo, mi pare indubitabile. Ci hanno dato una grossa mano, non solo perché in questi cinque anni il centrodestra ha veramente fatto ...

Sardegna, Mulè(FI): "Impariamo dagli errori e marciamo compatti verso la scelta del candidato in Basilicata" 

(ASI) In merito all'esito delle votazioni regionali della Sardegna si riportano le dichiarazioni rilasciate a Radio Cusano dal vicepresidente della Camera Giorgio Mulè, esponente politico di Forza Italia. 

Cangianelli (FIPE): per il gambling regolamentato parliamo di digitale, non solo di online

(ASI) Emmanuele Cangianelli, Presidente di EGP, organizzazione di categoria di FIPE Confcommercio degli esercizi pubblici che offrono giochi in concessione (bingo, scommesse, apparecchi da intrattenimento)

Incentivi alle Imprese, Bando ISI INAIL 2023: compilazione delle domande dal 15 aprile 2024

(ASI) Pubblicato il calendario dei prossimi adempimenti legati al bando ISI 2023, l'agevolazione che garantisce finanziamenti a fondo perduto per migliorare la sicurezza sul lavoro.

I tre indizi che fanno una prova dell’inquietante trojan che abbiamo addosso e ci segue ovunque

(ASI) “Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”. Era quello che sosteneva Agatha Christie, la famosa scrittrice, regina del giallo. Mi è tornata ...

Missione del Ministro Tajani a Zagabria per partecipare alla sesta riunione del Comitato di coordinamento dei Ministri di Italia e Croazia

(ASI) Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Antonio Tajani, è in missione a Zagabria per la sesta riunione del Comitato di coordinamento ...

Scuola: Marti (Lega), bene misure approvate in CdM tra cui proroga contratti ATA

(ASI) Roma - “Bene le misure del MIM contenute nel nuovo decreto legge del Pnrr e approvate in Consiglio dei Ministri. Grazie a un lavoro puntuale e in costante sinergia ...

Confcommercio su regolamento ue imballaggi: rischio pesanti effetti su filiere produttive e distributive, modificare norme

(ASI) Il nuovo regolamento Ue sugli imballaggi, che sarà discusso in sede di trilogo ad inizio marzo, desta molte preoccupazioni e, in assenza di modifiche significative, rischia di travolgere interi ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113