(ASI) Consegne in ritardo e scarsa assistenza ai clienti. È la situazione che da diverse settimane contraddistingue Leroy Merlin, la nota azienda francese che opera nella grande distribuzione, specializzata in bricolage e fai-da-te, edilizia, giardinaggio, decorazione e arredo bagno.

Sul sito internet e sulla pagina Facebook si registrano, sempre più frequenti, le proteste dei consumatori, che lamentano tempi lunghissimi per ricevere il prodotto acquistato e l’impossibilità di avere informazioni chiare dal Servizio Clienti. Segnalazioni raccolte dall’associazione Codici, che interviene con un richiamo forte a Leroy Merlin.

“Abbiamo inviato una diffida all’azienda – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – intimandole di porre fine a quella che, a nostro avviso, è una pratica commerciale scorretta. Non è possibile dover aspettare oltre un mese per ricevere la consegna di un prodotto, inizialmente prevista nell’arco di un paio di settimane. E questo si sta verificando sia per chi ha fatto l’acquisto online sia per chi si è recato presso un punto vendita. Altrettanto grave è il comportamento del Servizio Clienti. Ai consumatori vengono fornite risposte evasive, nessuna indicazione precisa sui tempi di consegna, solo l’annuncio di un sollecito al reparto competente. I consumatori hanno diritto ad un trattamento ben diverso. In molti casi parliamo di importi importanti ed il ritardo nella consegna sta causando problemi notevoli a chi attende un prodotto per poter completare i lavori nella sua abitazione”.

Codici ha attivato i suoi legali per fornire assistenza a chi sta avendo problemi con i tempi di consegna per un prodotto acquistato presso Leroy Merlin. È possibile richiedere l’intervento dell’associazione scrivendo a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..

Ufficio Stampa CODICI

 

 

 

 

* Nota, ASI precisa: la pubblicazione di un articolo in tutte le sezioni del giornale  non ne significa necessariamente la condivisione dei contenuti. Essi - è bene ribadirlo -  rappresentano pareri, interprestazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, la responsabilità sono dell'autore  delle dichiarazioni  e/o  di chi  ci ha fornito il contenuto.  Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento trattato, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione.

 

 

 

 

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.