Libia : al potere la #democraziaoccidentale...senza elezioni

(ASI) Mi rendo conto che,con questa storia della Libia,forse ho rotto "i cabasisi" agli editori ed ai lettori che leggono le mie personali valutazioni ma meglio dire le cose prima che piangere (falsamente) dopo. Ricapitolo in poche righe i fatti incontrovertibili,senza perdermi con nomi di improponibile memoria...                   

2011 : Usa,Francia,Inghilterra e (dopo) Italia decidono che "Gheddafi sta massacrando il suo popolo" e che le "primavere arabe" devono esplodere pure a Tripoli e Bengasi oltreché al Cairo e persino a Damasco...si aggredisce così (con parziale appoggio Onu e colpevole tolleranza russa e cinese) uno stato sovrano che sta soffocando una sanguinosa rivolta fondamentalista. Si permette ai dei tagliagola certificati di avere ragione dell'esercito governativo mediante furiosi bombardamenti ed appoggio di truppe speciali ed agenti segreti a terra. Gheddafi viene intercettato dai droni Usa (di Sigonella..),fatto linciare dai ribelli ed infine giustiziato da un agente francese per farlo tacere..sui dollari versati a Sarkozy (ed a tutti i capi occidentali) e per impadronirsi del petrolio libico.
Da quel momento e fino ad oggi (per favore,fate particolare attenzione) la Libia diviene un caos "organizzato" : gli occidentali fanno svolgere una parodia di elezioni ai "vincitori" che portano alla formazione del tanto celebrato "governo di Tobruk".
Lo riconosce persino l'Onu (!!) e viene messo sotto tutela militare dall'Egitto (che,nel frattempo,sostituisce il votato governo di Morsi con il golpista al Sisi tanto celebrato da Renzi e Mattarella).
In questi 5 anni a Tripoli e Misurata non ci stanno...e si dichiarano rappresentanti ufficiali della volontà popolare.
Altro governo (non riconosciuto dall'Onu) con altri capi,altro esercito e tanto petrolio...
Sempre negli ultimi due anni,dettaglio di non poco conto, spunta fuori Al Baghdadi e ti crea un Califfato della Sirte...con tanto di territorio sotto controllo ed enclavi in altre città costiere.
Pure la regione del Fezzan,immensa ma desertica ed al sud, è di fatto fuori controllo ma evitiamo di considerarla per il momento.
Quindi ricapitoliamo quel che ci hanno ripetuto Onu,Ue,Nato e media occidentali associati fino a marzo 2016 : il legittimo governo sta a Tobruk,riconosciamo solo quello e i ribelli si devono adeguare alle nostre decisioni.
Eh..,no !! Troppo semplice...
In pochi giorni accade che un notabile al servizio degli occidentali,tale al Sarraj, venga "nominato" dall'Onu rappresentante della Libia intera (senza elezione alcuna) e trasportato da Tunisi a Tripoli (ricordiamo sede del governo "illegittimo") scortato dalla marina inglese.
In poche ore gli "illegittimi" capi tripolini si consegnano a Sarraj e scappano a Misurata per sfuggire alle puntuali "sanzioni personali" UEiste ed alle forze speciali americane e francesi pronte ad ammazzarli.
Oggi la cosiddetta "comunità internazionale" ha dichiarato "illegittimo il già legittimo. governo di Tobruk" ...persino il buon al Sisi ha avallato il tutto !! Chi non ci sta rischia quantomeno la saccoccia se non la pelle...
Radio,televisioni e giornali inneggiano da stamane alla "stabilizzazione" della Libia di Sarraj...è questa la vera "democrazia occidentale" che viene imposta al mondo musulmano !!
E poi ci domandiamo come possa nascere e crescere l' Isis...

Grazie per l'attenzione
Vincenzo Mannello.

 

==============================================

*ASI precisa: la pubblicazione di un articolo nelle lettere in redazione  non ne significa necessariamente la condivisione dei contenuti. Essi - è bene ribadirlo -  rappresentano pareri, interprestazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Per quanto riguarda questo articolo, la responsabilità è di chi  ci ha fornito il contenuto.  Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento trattato e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione.

 

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Un percorso di fiducia e di speranza nell’ultimo libro di Goffredo Palmerini

(ASI) Eccomi qui di nuovo a leggere, come già fatto negli undici testi che l’hanno preceduto, l’ultimo libro di Goffredo Palmerini - Il mondo che va, One Group ...

Il Messico al tempo della guerra in Ucraina: il  trasformismo di Obrador

(ASI) Cancun (Messico) - L'ambasciata russa in Messico ha, da pochi giorni, ringraziato il presidente Andrés Manuel López Obrador (AMLO), dopo le critiche che questi ha espresso ...

Rifiuti, Costa(M5S): discariche scoperte grazie intercettazioni telefoniche e ambientali, escluderle significa rinunciare a trovare responsabili

(ASI) Roma - “La Commissione sul Ciclo dei Rifiuti fu una splendida intuizione del 1997. Oggi si arricchisce di nuove e importanti competenze, anche sulle Agromafie e le Zoomafie divenendo, così, ...

Governo. De Carlo (FdI): nei primi 100 giorni iniziato il percorso per riportare settore agroalimentare al centro

(ASI) "Nei primi 100 giorni del suo operato il governo Meloni ha avviato un chiaro percorso che intende rimettere al centro il settore agroalimentare italiano", lo dichiara il presidente della XI° ...

Sanità, Scibetta (Lista Civica “Francesco Rocca Presidente”): “Dare la giusta centralita’ ai medici di base per contrastare i tempi di attesa nelle struttre ospedaliere”

(ASI) “Ritengo  che la criticità maggiore nella sanità sia nel fatto che non viene data la giusta centralità ai medici di base. Solamente rimettendo al centro del processo sanitario ...

La parola alle persone: l’Unione europea vista dai cittadini

(ASI) Bruxelles – Prima di essere un’istituzione aspirante a ricoprire un ruolo rilevante nel complesso scenario internazionale, l’Ue è innanzitutto un’unione di Stati. Come tale, ogni giorno la sua ...

Comune Perugia, Mencaglia (FDI): carne sintetica non è progresso. Approvata mozione in difesa del nostro patrimonio alimentare

(ASI) Perugia - Lotta senza sconti al cibo sintetico in difesa del nostro patrimonio alimentare e di uno stile di vita sano, legato alla dieta mediterranea, riconosciuta come patrimonio immateriale ...

Torino, Roma, Napoli e Palermo Italia Libera il popolo della resistenza si riunisce. Italia Libera: il 4 febbraio è per l'unità del fronte del dissenso.

(ASI)  "Torino, Roma, Napoli e Palermo non sarà solo un Cineforum e dei convegni, ma sarà il giorno del dissenso. Perché non saremo solo noi, ma altre realtà, tanti ...

Serie A: mentre il Napoli vola, le altre affondano tra illeciti e scandali. Il Punto sul campionato di Sergio Curcio

Serie A: mentre il Napoli vola, le altre affondano tra illeciti e scandali. Il Punto sul campionato di Sergio Curcio

Ministro dell’interno Piantedosi: nostre forze dell’ordine hanno grandi capacità investigative in scenari operativi complessi

(ASI) “L’operazione di oggi, condotta dalla Polizia di stato con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Ancona, testimonia le grandi capacità investigative delle nostre forze dell’ordine ...