Banche e banchette in crisi

(ASI) Una doverosa premessa: NON siamo esperti del settore bancario, né abbiamo mai ricoperto cariche di alcun genere in nessuna banca e pertanto le nostre osservazioni sono di natura generale e si basano solamente sulla logica e sui fatti.

Le cronache ci riportano ogni giorno la notizia di banche, specialmente quelle piccole, in grosse difficoltà economiche a causa di bilanci pericolosi che le pongono a rischio di fallimento con tutte le conseguenze negative per i risparmiatori.

Quello che balza evidente è la grande massa di passivo reale dovuto a crediti inesigibili che però, con un artifizio legale sono messi in bilancio tra gli "attivi" sebbene tutti sappiano che essi sono in realtà un "passivo" proprio a causa della propria inesigibilità.

Altrettanto chiaro risulta il fatto che se questi prestiti sono diventati inesigibili, per buona parte la causa è dovuta alla "leggerezza" con cui i funzionari direttivi preposti li avevano concessi o per incompetenza professionale oppure, ancora più grave, per opportunismo politico dato che spesso la dirigenza è di nomina politica.

Si tratta dunque, in ogni caso, di COLPA GRAVE!!

A questo si aggiunga il comportamento di quei funzionari che, a crisi aziendale in corso, convincevano i clienti più sprovveduti ad acquistare azioni o obbligazioni delle loro banche già sapendo che così avrebbero carpito e distrutto i risparmi di tutta una vita!!

Ma un'altra grave colpa risulta a monte e cioè lo scarso livello di controllo degli organi preposti che, o per propria leggerezza oppure per mancanza degli strumenti idonei, non hanno a suo tempo denunciato e bloccato i comportamenti leggeri o incompetenti di quei funzionari di banca.

Ci viene in mente quella battuta che si chiedeva se è più criminale rapinare una banca oppure fondare una banca ...

Certamente quando il sistema spinge a ottenere ad ogni costo traguardi aziendali, pena l'intralcio alla propria carriera, i funzionari sono spinti ad azioni poco ortodosse, quando non truffaldine, pur di raggiungere i "badget" richiesti dalla direzione.

Ciò significa che il marcio sta nel "sistema" e che è la sua avidità a creare spesso situazioni innaturali e pericolose fregandosene dei sacrifici dei risparmiatori, dell'etica professionale e della giustizia !!!

Il fatto che molte banche siano di proprietà degli azionisti non significa nulla dato che poi il controllo reale sulle politiche economiche dell'azienda resta nelle mani dei dirigenti che sono quelli che determinano cosa fare e cosa non fare nella quotidianità.

Il potere degli azionisti è formale, per non dire virtuale, e NON reale e caso mai è colpa della politica, che influenza le nomine dei dirigenti, se le cose poi vanno come vanno ..!!

Per ovviare a tutto ciò noi non diciamo di nazionalizzare le banche, ma senza dubbio riteniamo che sarebbe opportuno aumentare i controlli, dare gli strumenti idonei per farli ed aumentare in modo significativo e deterrente le pene per coloro che derogano dalle regole.

Alessandro Mezzano

 

===================

*ASI precisa: la pubblicazione delle lettere in redazione non significa necessariamente condivisione dei contenuti delle stesse, che lo ribadiamo: rappresentano pareri e posizioni esclusivamente personali,  per cui ASI declina ogni responsabilità.  Il nostro intento è di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, invitiamo i lettori ad approfondire sempre l'argomento trattato e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione.

 

ASI precisa: la pubblicazione di un articolo e/o di un'intervista scritta o video in tutte le sezioni del giornale non significa necessariamente la condivisione parziale o integrale dei contenuti in esso espressi. Gli elaborati possono rappresentare pareri, interpretazioni e ricostruzioni storiche anche soggettive. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell'autore e/o dell'intervistato che ci ha fornito il contenuto. L'intento della testata è quello di fare informazione a 360 gradi e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente, sull'argomento trattato, il giornale ASI è a disposizione degli interessati e a pubblicare loro i comunicati o/e le repliche che ci invieranno. Infine, invitiamo i lettori ad approfondire sempre gli argomenti trattati, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d'interpretazione

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Cina. Ambasciatore Jia: Dazi UE dannosi per entrambe le parti

L'Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia,S.E. Jia Guide, è recentemente intervenuto ai microfoni di Radio Rai in merito ai nuovi dazi anti-sussidi voluti dalla Commissione Europea ai danni ...

Al via gli Europei 2024 tra scintille di mercato e di Mister. Il punto di Sergio Curcio

Al via gli Europei 2024 tra scintille di mercato e di Mister. Il punto di Sergio Curcio

Argentina, Senato approva Legge Base

(ASI) Boccata d’ossigeno per il presidente dell’Argentina Javier Milei. Con il voto decisivo del presidente del Senato,Victoria Villarruel, la Camera alta ha approvato la cosiddetta Legge Base ...

Autonomia e premierato: Sereni (Pd), in piazza per dire no al patto scellerato che stravolge la Costituzione 

(ASI) "Perfino esponenti della maggioranza - come il Presidente della Calabria Occhiuto - ammettono che l'accelerazione impressa dalla destra sull'autonomia differenziata è dannosa e incomprensibile.

Autonomia: Stefani chiama a raccolta i leghisti in piazza in Veneto in risposta a Conte 

(ASI) Roma - "In questi giorni la sinistra e il M5S stanno alzando il clima della provocazione sull'Autonomia. Oggi, addirittura, chiamano a raccolta una piazza per la prossima settimana, ...

Autonomia: Stefani chiama a raccolta i leghisti in piazza in Veneto in risposta a Conte 

(ASI) Roma - "In questi giorni la sinistra e il M5S stanno alzando il clima della provocazione sull'Autonomia. Oggi, addirittura, chiamano a raccolta una piazza per la prossima settimana, ...

Floridia (M5S): tricolori in piazza argine a violenza maggioranza

(ASI) Roma - "Il tricolore che Leonardo Donno non è riuscito a consegnare a Calderoli lo porteremo martedì in piazza insieme a migliaia di altri per dire NO a un governo ...

Premierato, Gasparri a Malpezzi: affermazioni infondate

(ASI) "La mia simpatia per la senatrice Malpezzi mi impedisce di replicare alle sue affermazioni infondate. Sono ancora solidale con lei per la ingiusta defenestrazione da Capogruppo del Pd".

Autonomia, Mollicone (FDI): “Decisione UDP proporzionata a diverbio verbale. evidente strumentalità opposizioni” 

(ASI) Roma -  “Mi rimetto alla decisione dell'ufficio di presidenza anche se è evidente la strumentalità e la provocazione scatenate da Donno e da tutta l’opposizione, con manifestazioni ...

Autonomia, Aloisio (M5S): Governo sordo nonostante tecnici contrari

(ASI) Roma - “Stamattina, in seno alla Commissione per l’attuazione del Federalismo Fiscale, la Confederazione AEPI (Associazione Europee di Professionisti e Imprese), rappresentata dal Direttore generale Gianluca Musiello e ...