Google in tribunale: media europei rivendicano danni da 2,1 miliardi di euro per pratiche anticoncorrenziali

(ASI) Bruxelles - In una mossa audace che sottolinea la battaglia sempre più intensa tra conglomerati mediatici e giganti tecnologici, Google di Alphabet si trova coinvolta in una causa da 2,1 miliardi di euro intentata da 32 gruppi media europei, tra cui nomi di spicco come Axel Springer e Schibsted.

La causa, presentata davanti a un tribunale olandese, afferma consistenti perdite finanziarie inflitte alle società media a causa del presunto comportamento scorretto di Google nel settore della pubblicità digitale.

Il nocciolo della questione legale ruota attorno alle accuse secondo cui Google avrebbe sfruttato la sua posizione dominante nel mercato per distortere la concorrenza nella pubblicità digitale, portando di conseguenza a ricavi ridotti per le aziende media e costi gonfiati per i servizi tecnologici pubblicitari.

La causa sostiene inoltre che, in assenza delle manovre monopolistiche di Google, le entità media avrebbero goduto di rendimenti pubblicitari più elevati e di una minore spesa per i servizi tecnologici, rafforzando così la vitalità del panorama mediatico europeo.

Queste accuse guadagnano notevole risonanza dalle azioni regolamentari precedenti, tra cui una multa di 220 milioni di euro inflitta dall'autorità francese della concorrenza alle operazioni di ad tech di Google nel 2021 e le accuse mosse dalla Commissione europea.

Inoltre, preoccupazioni riguardanti il comportamento anticoncorrenziale di Google sono state riflesse da analisti e organi di regolamentazione, suggerendo possibili ripercussioni per i paradigmi operativi del gigante tecnologico.

Il tempismo della causa coincide con un crescente controllo regolamentare sulle pratiche pubblicitarie di Google, ulteriormente complicato dal cambiamento sismico delle dinamiche pubblicitarie propulse dalle tecnologie emergenti come la chat AI generativa.

Gli analisti ipotizzano che l'intervento regolamentare potrebbe rendere necessarie modifiche nei protocolli operativi di Google, potenzialmente introducendo strutture di prezzo più trasparenti all'interno dell'ecosistema pubblicitario.

In risposta alla causa, Google contesta vigorosamente le accuse, definendole "speculative e opportunistiche". L'azienda afferma il suo coinvolgimento collaborativo con i publisher europei, sottolineando il ruolo dei suoi strumenti pubblicitari nel facilitare la generazione di ricavi per una miriade di siti web e app. Google sostiene che i suoi servizi evolvono parallelamente alle esigenze dei publisher e respinge categoricamente l'idea di prassi monopolistiche.

La scelta di un tribunale olandese come teatro per questo scontro legale è strategica, sostenuta dalla reputazione del paese nella scelta di cause per danni da antitrust in Europa. Questa scelta della sede serve a semplificare le procedure legali e a evitare le complessità logistiche associate alla navigazione delle diverse giurisdizioni legali del continente.

Tommaso Maiorca – Agenzia Stampa Italia

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

L’eroe irredento della Brigata Sassari: Guido Brunner

(ASI) – Padova. Il nuovo libro di Stefania Di Pasquale, fresco di stampa per i tipi di Ravizza Editore, ha il merito di ricostruire la biografia di Guido Brunner, il quale, ...

Digitale. Convegno al Senato sulla intelligenza artificiale in vista del provvedimento annunciato dal sottosegretario Butti in arrivo in Parlamento

(ASI) Si è svolta, presso la Sala "Caduti di Nassirya" del Senato della Repubblica, la conferenza dal titolo, "IA: Innovazione ed Etica nel Cuore della Rivoluzione Digitale", promossa dalla Senatrice Cinzia ...

Bonus studenti 2024: tutti gli aiuti previsti

(ASI) Nel 2024 sono dodici i bonus studenti attivi, dedicati a coloro che studiano. Sono le famiglie, degli studenti minori a dover fare richiesta, altrimenti, se gli studenti sono maggiorenni, possono ...

Festival del giornalismo, per Forza Nuova è il festival del pensiero unico

(ASI)"Forza Nuova e Lotta Studentesca di Perugia ha voluto salutare il Festival del Giornalismo di Perugia con un’azione politica in centro storico, nell’ultimo giorno della sua edizione.

Valdegamberi (Consigliere Regione Veneto): "La grande finanza di Soros che depredò l’Italia, finanzia politici che si accaniscono contro di me” 

(ASI) "La verità viene sempre a galla. In molte occasioni la deputata del Partito Democratico Rachele Scarpa si è accanita contro di me, con ipocrite strumentalizzazioni e petizioni di scarso ...

Tanti hanno costruito il loro futuro sul martirio: forse c'è speranza anche per i palestinesi

(ASI) La storia è disseminata di episodi che fanno riferimento diretto o indiretto al martirio, cioè alle persecuzioni subite da singole persone o da interi popoli, a causa di poteri religiosi ...

Il pellegrinaggio di una volta dal canonico e il listino prezzi di oggi: l’involuzione della caccia al voto di molti politici

(ASI) Colpito dalle notizie di indagini dei Pm di mezza Italia per il voto di scambio, mi tornano in mente le modalità dei politici nei tempi andati, che sono ...

Crediti d’imposta, Cataldi (commercialisti): “Strumento da migliorare, non eliminare”

(ASI) “La sospensione del credito di imposta per i beni strumentali nuovi 4.0 e quello per le attività di R&S, emersa dapprima con la pubblicazione del decreto “blocca agevolazioni” ...

Artigianato: la sartoria e il suo concorso il ditale d’oro. a cura dell'economista Gianni Lepre

Artigianato: la sartoria e il suo concorso il ditale d’oro. a cura dell'economista Gianni Lepre

Energia, Federconsumatori: altro che mercato libero, si va verso il mercato del libero abuso. Nel settore del gas aumentano prezzi e speculazioni. Nuovo primato raggiunto: +6.862 euro annui.

(ASI) "L’Antitrust ha definito ieri come un vero e proprio tsunami quello che sta avvenendo nell’ambito dell’energia, a danno degli utenti. Un uragano fatto di scorrettezze, abusi, ...