×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Imbrattamento dei muri: giusta la presa di posizione di Boccali e Arcudi. Ma cosa succede quando a infrangere le regole sono “lor signori”?

Imbrattamento dei muri: giusta la presa di posizione di Boccali e Arcudi. Ma cosa succede quando a infrangere le regole sono “lor signori”?

 

Liliana Chiaramello, Segretaria Radicaliperugia.org
Michele Guaitini, membro della Segreteria di Radicaliperugia.org

Condividiamo lo sdegno e le prese di posizione del Sindaco Wladimiro Boccali e del suo vice Nilo Arcudi in merito al recente fatto di cronaca delle scritte ingiuriose apparse sui muri del centro storico di Perugia la scorsa notte. Oltre alla gravità dei contenuti, è sicuramente da condannare il gesto in sé.

Arcudi ricorda anche come il Comune spende 60.000 euro all’anno per ripulire le scritte nei muri, cifra che potrebbe essere destinata in maniera più utile per la cittadinanza. Bene farà il Comune a costituirsi parte civile nel processo contro i responsabili di questi atti vandalici per ottenere un risarcimento del danno.

Ma altrettanto sdegno e zelo nel condannare certi episodi lo vorremmo vedere anche quando a imbrattare certe pareti sono i nostri politici in occasione delle campagne elettorali durante le quali si rendono protagonisti di numerose infrazioni in materia di affissione abusiva di manifesti elettorali.

Ricordiamo come noi radicali abbiamo, in totale solitudine, sollevato il coperchio su questo malcostume tutto italiano e di conseguenza anche perugino. Nella campagna elettorale del 2009 per le comunali, in pochi giorni abbiamo denunciato alle autorità competenti oltre 2.500 affissioni abusive da parte di candidati e partiti di destra come di sinistra (tra le quali anche 53 di Arcudi e 9 di Boccali tanto per fare un esempio), le quali avrebbero dovuto comportare secondo le vigenti leggi una multa fino a 1.032 euro per ciascun episodio e la rimozione dell’abuso a spese dei committenti.

In seguito alle denunce fatte, la Polizia Municipale ha redatto appena 235 verbali di accertamento, la Prefettura, nonostante i ripetuti solleciti, non si sa cosa ne abbia fatto e dulcis in fundo come al solito è intervenuto il Parlamento che, in modo rigorosamente bi-partisan, ha inserito una sanatoria nella legge di conversione del decreto “milleproroghe”.

Ci piacerebbe sapere quanto spende il Comune per rimuovere tutte le affissioni abusive che si susseguono in ciascuna campagna elettorale e a quanto ammonta il mancato incasso per le contravvenzioni che non sono state elevate. Denaro che potrebbe essere destinato ai servizi per il cittadino.

Constatiamo con rammarico come ancora una volta si usano due pesi e due misure: pugno duro contro i “poveri cristi” e impunità per i potenti.

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Torino, Fiore: "Forza Nuova, con il partito paneuropeo APF, sarà presente alle Elezioni Euopee. Pronti a difendere l'Italia dalla politica scellerata dell'UE"

(ASI) "Sabato 24 febbraio, Roberto Fiore a Torino, accolto da militanti e simpatizzanti del movimento, ha parlato della genesi dI Forza Nuova dal 9 ottobre 2021 alle prossime elezioni europee.    Il ...

Sangue sulle strade: lunedì in Campidoglio un convegno organizzato da Azione per fare il punto sulle modalità attraverso le quali arginare una situazione sempre più drammatica

(ASI) Roma – Lunedì 26 febbraio si svolgerà presso la Sala della Protomoteca in Campidoglio il convegno dal titolo "Siamo sulla buona strada per ridurre gli incidenti stradali?", in programma a ...

Roma, Striscione al Colosseo di Militia Christi:" Stop al massacro in Donbass!"

(ASI) Roma - "Uno striscione affisso all'alba, sul cavalcavia del Colosseo, da Militia Christi (Movimento aderente a La Rete dei patrioti) per ribadire quale sia stata la causa scatenante, ovvero ...

FI, Gasparri: abbiamo dimostrato di essere all'altezza degli insegnamenti di Berlusconi

(ASI) "Dopo poco più di sette mesi da quel tragico 12 giugno non era scontato che Forza Italia avrebbe dimostrato presenza, solidità, compattezza e capacità di essere decisiva per il futuro ...

Assange, Floridia (M5S): libero per salvare le democrazie

(ASI)"Il giornalismo che racconta la verità, che svela serve le democrazie. Nel senso letterario del servire, essere utile. Il giornalismo è prezioso e necessario per il mantenimento dello stato democratico. ...

Cina. Al via prime merci da zona franca di Xiong'an, 'città del futuro' procede a passo spedito

(ASI) Sabato scorso, come riporta Xinhua, un carico di quarzi piezoelettrici è partito dalla zona franca generale della Nuova Area di Xiong'an, destinazione Giappone, avviando ufficialmente le prime operazioni di esportazione.

Caso Vannacci. Attenzione italiani: a causa della censura, da 'tutti al mare' si potrebbe finire 'tutti a Belmarsh'

(ASI) Anche se con grave ritardo*,  arriva  la 'legnata'. Con una tempistica perlomeno singolare, Il generale Vannacci  riceve attraverso i giornali la notizia dell'apertura ufficiale di un ...

Cortei, Serracchiani (Pd): Fdi inquietante. Meloni prenda posizione

(ASI) "La concezione della violenza che hanno gli esponenti di Fdi è davvero inquietante. Sembra pericolosamente simile a quella di Putin e dei teorici delle democrazie autoritarie. Nessun senso delle istituzioni ...

Ternana-Lecco 0-0, le due compagini si dividono la posta in palio

(ASI) TERNI – La26esima giornata del campionato cadetto vede affrontarsi la Ternana ed il fanalino di coda Lecco. La squadra di casa cercherà un risultato positivo per allontanare la zona ...

Pisa, Ruotolo (Pd): Telemeloni nasconde notizie, Rai garantisca informazione corretta

(ASI) “La ferita di Pisa è più profonda di quella che appare. Se ne fa interprete il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che al ministro Piantedosi ricorda: ‘l’autorevolezza non si ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113