Rimane alta la tensione in Sudan durante il referendum. Fonti locali rendono noto che sono state 33 le vittime che, nella regione dell'Abyei, fortemente contesa visti i ricchi giacimenti petroliferi, hanno perso la vita nelle ultime ore.

 

Le votazioni termineranno tra una settimana e le urne, aperte ormai da due giorni, hanno visto una blanda affluenza di cittadini, cosa che fa temere per probabili brogli elettorali. Il risultato degli scrutini sarà valido solo ad un raggiungimento del 60% del quorum.

Intanto i Paesi Occidentali, primi tra tutti gli Usa, sono pronti a riconoscere lo stato del Sudan del Sud qualora il risultato del referendum si mostri favorevole ad una separazione con il Nord. Le grandi risorse energetiche di cui la regione dispone, fanno gola alle molte multinazionali che vorrebbero sfruttarle a discapito di una popolazione afflitta dalle malattie e dalla fame oltre che da una gravosa situazione interna che da anni miete centinaia di vittime.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.