Champions League Semifinale andata. Sir Colussi, impresa mancata per un soffio! Kazan si impone al quinto set, ma si può ancora fare
i zKnXRpT X2(ASI) “Riportiamoli sulla terra” era lo sprone dei Sirmaniaci per cercare finalmente di sbarrare la strada a coloro che da più parti sono definiti come gli “extraterrestri”, cioè i quattro volte campioni in carica dello Zenit Kazan.
L’obbiettivo è stato centrato, ma solo in parte: i russi, al termine di oltre due ore di battaglia, l’hanno spuntata al tie break facendo valere la propria esperienza nei momenti topici e ora possono affrontare il match di ritorno in programma il prossimo 10 aprile in casa propria con un piccolissimo vantaggio. Regolamento alla mano infatti potranno vincere con qualunque risultato, ma non perdere: se il ko sarà in tre o quattro set Ngapeth e compagno dovranno necessariamente abdicare, se invece sarà in cinque si andrà al golden set e lì potrà accadere di tutto. Chi pensa che possa essere finita potrebbe sbagliarsi di grosso: le squadre russe in casa sembrano più malleabili (basti pensare cosa è accaduto nel turno precedente) mentre questa Sir, che è stata capace di giocare per lunghi tratti alla pari con l’avversario, può avere fondate speranze di ribaltare questo risultato e raggiungere in finale la Lube, oramai ad un passo dal traguardo: qualsiasi re, prima o poi, può essere nudo e anche vulnerabile.
 
Le cifre La partita si è decisa sui dettagli, come suggerisce il punteggio stesso. Purtroppo le differenze si sono viste nei fondamentali che sono da sempre il punto di forza di Perugia, vale a dire la battuta e il muro. Nel primo caso Kazan ha prevalso per 9-4 per quanto riguarda il conto degli ace e 23-27 per quanto riguarda gli errori; nel secondo invece per 12-6 ed è stato questo principalmente a spostare gli equilibri. Bene l’attacco (60% vs 56%), leggera supremazia ospite in ricezione (34% vs 42%).
 
La partita Squadre che si presentano al gran completo in campo e non potrebbe essere altrimenti. Perugia appare un po’ contratta in avvio e va sotto di due (5-7) grazie alle iniziative di Butko e Volvich. Lanza non ci sta e ripristina l’equilibrio, ma Ngapeth si erge a protagonista assoluto della scena con i suoi ace terrificanti (12-15). Atanasijevic e Hoag, sempre preziosi i suoi ingressi, riaccendono le speranze (20-20), ma nei momenti decisivi è Anderson, mancato Block Devil e pronto a sposare la causa di Modena il prossimo anno, a piazzare l’allungo decisivo. Finisce 22-25 e i ragazzi di Bernardi sono chiamati ad una pronta reazione. Che arriva con Lanza e Bata che si esprimono davvero ad ottimi livelli (18-16). Mai però dare per morti i tetracampioni d’Europa: Ngapeth fa ancora centro dai nove metri (22-22) poi Samoylenko mura Leon (23-24). Sembra finita, ma il cubano con due attacchi sigla il ribaltone (25-24); mentre l’1-1 nel conto dei set è di Fabio Ricci. Il terzo set inizia con Kazan che mette la freccia (7-13) ma è Podrascanin a vestire i panni del trascinatore insieme a De Cecco. La rimonta è servita (17-16) ma ancora una volta Anderson fa il bello e il cattivo tempo e porta i russi sul 19-23. Bata non si arrende e con una bella serie al servizio ristabilisce la parità (23-23), poi di fatto regala il nuovo vantaggio all’avversario sbagliando un contrattacco apparentemente agevole. Si riparte con Leon che si fa sentire (7-2), poi ci pensano Lanza e ancora Magnum a dare nuova linfa ad un pubblico impagabile. Finisce con un netto 25-20 e e si va dunque al tie break. Sembrerebbe la volta buona per vedere Perugia battere per la prima volta Kazan invece la gioia sarà ancora da rimandare: il muro del Potke aveva fatto ben sperare (11-10), poi è sempre Ngapeth a mettere in fila i punti che faranno male (11-13). Chiude Anderson per il 13-15 finale. Grosso dispiacere dunque tra le fila bianconere, ma i giochi, ribadiamo, sono tutt’altro che chiusi.
 
SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA – ZENIT KAZAN 2-3Parziali: 22-25, 26-24, 25-27, 25-20, 13-15

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA: De Cecco 1, Atanasijevic 24, Podrascanin 10, Ricci 7, Leon 25, Lanza 13, Colaci (libero), Seif, Hoag 1, Hoogendoorn, Piccinelli. N.e.: Berger, Galassi, Della Lunga (libero). All. Bernardi, vice all Fontana-Caponeri.

ZENIT KAZAN: Butko 2, Mikhailov 15, Volvich 6, Samoylenko 9, Ngapeth 22, Anderson 20, Verbov (libero), Surmachevskiy. N.e.: Alekno, Likhosherstov, Alekseev, Kononov, Krotov (libero), Spiridonov. All. Alekno, vice all. Serebrennikov-Totolo.

Arbitri: Epaminondas Gerothodoros – Zsolt Mezoffy

LE CIFRE – PERUGIA: 27 b.s., 4 ace, 34% ric. pos., 6% ric. prf., 60% att., 6 muri. KAZAN: 23 b.s., 9 ace, 42% ric. pos., 15% ric. prf., 56% att., 12 muri.

Enrico Fanelli-Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Cnpr forum, logistica settore strategico per la competitività

(ASI)  “In Italia per poter usufruire di un servizio adeguato di logistica sono necessari due grandi fattori: gli investimenti su strade, ferrovie e porti da un lato; usufruire di ...

MO: Provenzano (PD), Netanyahu si fermi, subito cessate il fuoco 

(ASI) "Ancora orrore dalla Striscia di Gaza. Ieri una strage di civili e bambini a Rafah. Immagini inaccettabili, tanto più a due giorni dalla pronuncia della Corte internazionale di Giustizia.

Presidente Giorgia Meloni e Presidente degli Emirati Arabi Uniti, Mohamed bin Zayed bin Sultan Al Nahyan: ribaditi gli eccellenti rapporti bilaterali.

Creata joint venture MAESTRAL tra Fincantieri e l’emiratina EDGE Group (ASI) "Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha avuto oggi una conversazione telefonica con il Presidente degli Emirati ...

MO: Laureti (PD), subito cessate il fuoco e riconoscimento stato Palestina 

(ASI) "Nel Sud di Gaza, a Rafah, un raid israeliano contro un campo di persone sfollate. L'ennesima strage di civili, in una comunità piegata, da mesi, dalla violenza militare e ...

Scuola: Murelli (Lega), con 'Agenda Nord' 220mln per pari opportunità formative

(ASI) Roma - "Grazie alla Lega e al lavoro del ministro Valditara davvero tutti gli studenti potranno ricevere le stesse opportunità formative. Con 'Agenda Nord' uno stanziamento complessivo di 220 milioni ...

 Confagricoltura. De Carlo (FdI) : “ Bene conferma Giansanti. Priorità condivise per un'agricoltura al centro della discussione politica”

(ASI) “Faccio le mia personali congratulazioni a Massimiliano Giansanti per la rielezione alla guida di Confagricoltura. Non posso che condividere le sue priorità: dialogo, innovazione e ricerca sono i filoni ...

Difesa, Crosetto. Considerazioni su Rafah fatte con mio omologo isreaeliano, primo dovere di qualsiasi collega di Paese amico

(ASI) Roma - "Nel corso di un mio intervento andato in onda questa mattina su 'Sky TG24 Live in' ho pronunciato delle frasi, peraltro da me già esplicitate in altre ...

Energia: il MASE approva il regolamento del Fondo Nazionale Reddito Energetico. Il Ministro Pichetto: “Importante per contrastare la povertà energetica”

(ASI) Roma - Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha pubblicato il regolamento del Fondo Nazionale Reddito Energetico, che sostiene la realizzazione di impianti fotovoltaici domestici a servizio ...

Elezioni, Gasparri: FI in rilancio, sondaggi ci danno risposte positive

(ASI) "Oggi ho incontrato numerosi imprenditori del settore automotive, pulizie e servizi, e di molte altre realtà di un distretto laborioso che chiedono al governo centrale concretezza".

Bonessio (Alleanza Verdi-Sinistra): aree agricole lotto Valle Aniene non aggiudicato, per nuovo bando riavviare confronto con cittadinanza

(ASI) Roma  – "La non aggiudicazione del lotto Valle Aniene nell'ambito dell'iter per l'assegnazione delle terre agricole di Roma Capitale deve essere l'occasione per riavviare sin da ora un dialogo ...