Il martedì nero della Juve fa sfumare lo scudetto.

(ASI) E’ un crollo. Sicuramente la Juventus passerà alla storia per aver perso sei punti in mezza giornata. Prima è stato annullato il 3 a 0 a tavolino con il Napoli, poi è arrivato l’incredibile 0 a 3 contro la modesta Fiorentina.


La Juve di Pirlo alterna cose buone a negative, un Barcellona in piena crisi e un Parma allo sbando non erano il giusto biglietto di visita per una Juve gonfiata. Alla prima prova vera la Juve mostra tutta la sua immaturità e dopo 3’ va in svantaggio con una disattenzione di Bonucci e De Ligt, poi Cuadrado ci mette del suo e si fa espellere al 18’ per un’entrata folle su Castrovilli. A quel punto Pirlo deve inventarsi qualcosa e leva Ramsey, l’unico in grado di fare da collante tra centrocampo e attacco per mettere Danilo. Avrebbe potuto mantenere l’assetto spostando Ramsey o inserire Kulusevski al posto di Morata o Ronaldo e invece la soluzione è il nulla assoluto e solo Szczesny sala i suoi dal 2 a 0 di Castrovilli dopo un altro svarione di Bonucci. Pirlo capisce l’errore, così leva Morata, ma inserisce l’abulico Bernardeschi, poi la fa grossa levando McKennie e inserisce Kulusesvki in mezzo e da lì la Fiorentina dilaga prima grazie al cross di Biraghi che buca Bonucci e un Alex Sandro da “Mai dire goal” fa autogoal, poi sempre Biraghi mette in mezzo per un caricatissimo Caceres che dà una lezione ai suoi ex compagni.
Prandelli dà una lezione a Pirlo, riuscendo a dare una scossa ai viola, finora in difficoltà. Questa Juve però non è assolutamente da scudetto, difetta di concentrazione, continuità ed esperienza e il distacco con Milan e Inter potrebbe diventare di 10 e 9 punti.
Preoccupa moltissimo il calendario di gennaio con Udinese, Sassuolo, Bologna, più il recupero con il Napoli in casa e Milan, Inter in trasferta a cui c’è da aggiungere la Supercoppa contro il Napoli e la Coppa Italia contro il Genoa, sarebbero 8 partite in un mese per finire il girone di andata più la ripresa di quello di ritorno con la Sampdoria a Genova. Magari Pirlo potrebbe battere anche le milanesi, ma sarebbe capace di perdere con il Bologna o con l’Udinese.
Si criticava tanto Sarri, ma era di 11 punti avanti (13 Allegri) e alla fine riuscì tra mille difficoltà e con lo spogliatoio contro a portare a casa lo scudetto. Pirlo, amato da tutti, è artefice della Juve più brutta degli ultimi dieci anni e ha pure Cristiano Ronaldo che spesso ci mette del suo per salvarlo.
La realtà è che Pirlo sarà in futuro un bravo allenatore, alcune idee ci sono, ma non si possono fare esperimenti su una squadra come la Juventus. Se “vincere è l’unica cosa che conta” allora qualcosa non funziona e la dirigenza ci sta mettendo molto del suo. La Juve, complice anche le sue difficoltà economiche, si sta intestardendo su un progetto liquido che ora funziona ora no. Mancano gli stimoli dopo nove scudetti, ma rischiare pure l’Europa sarebbe un danno particolarmente consistente. I tifosi, giustamente, invocano il “Pirlout”, andrebbe bene pure il ritorno di Sarri, non parliamo di Allegri, che sicuramente saprebbero dare un verso a questa squadra immatura come il loro allenatore. Prima il Covid, poi il caso Suarez, ora le sentenze contro e le “pirlate”, la Juve lascia un 2020 che l’ha lasciata con tanti strascichi campione d’Italia, ma questa partita preludio del 2021 non è certo di buon augurio.
Daniele Corvi-Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Lavoro. Speranzon (FdI): Presentata pdl per favorire staffetta generazionale nelle aziende

(ASI)“Nelle aziende dei servizi ambientali e del trasporto pubblico locale si registra da anni il bisogno di un ricambio generazionale. Ho presentato una proposta di legge al Senato per ...

Pratica di Mare, Gasparri: Berlusconi è stato vero pacifista

(ASI) "Il 28 maggio del 2002, a Pratica di Mare, il Presidente Berlusconi portò il presidente americano George Bush e quello russo Putin a firmare degli accordi tra la federazione russa e ...

Air Dolomiti, Sciopero di 24 ore dei piloti. Uiltrasporti: pronti ad azioni di lotta per tutta stagione estiva se inascoltati

(ASI) Roma - I piloti della compagnia aerea Air Dolomiti, di proprietà del gruppo Lufthansa, continuano con determinazione la loro protesta per ottenere, a oltre 10 anni dalla scadenza, il rinnovo ...

50 anni fa, nel corso di una manifestazione contro il terrorismo in Piazza della Loggia a Brescia, una bomba provocò la morte di 8 persone e ne ferì oltre cento.

(ASI) “Il 28 maggio 1974 costituisce una ferita profonda nella storia del Paese. La ferocia e la violenza dell’ignobile disegno eversivo colpirono vittime innocenti nel tentativo di minare le basi della ...

Giornata Nazionale di Confcommercio “Legalità, Ci Piace!”

Domani, alle ore 10.00, in Confcommercio con Sangalli, Valditara e Molteni. (ASI) Domani 29 maggio, alle ore 10.00 a Roma, nella sede della Confederazione, si svolgerà la Giornata nazionale di Confcommercio “Legalità, ci ...

Napoli grande polo culturale europeo

(ASI) Che Napoli sia la capitale geografica del Mediterraneo è assodato e universalmente riconosciuto, ma che la città di Parthenope possa assumere anche il ruolo di polo culturale europeo è un fatto ...

Cnpr forum, logistica settore strategico per la competitività

(ASI)  “In Italia per poter usufruire di un servizio adeguato di logistica sono necessari due grandi fattori: gli investimenti su strade, ferrovie e porti da un lato; usufruire di ...

MO: Provenzano (PD), Netanyahu si fermi, subito cessate il fuoco 

(ASI) "Ancora orrore dalla Striscia di Gaza. Ieri una strage di civili e bambini a Rafah. Immagini inaccettabili, tanto più a due giorni dalla pronuncia della Corte internazionale di Giustizia.

Presidente Giorgia Meloni e Presidente degli Emirati Arabi Uniti, Mohamed bin Zayed bin Sultan Al Nahyan: ribaditi gli eccellenti rapporti bilaterali.

Creata joint venture MAESTRAL tra Fincantieri e l’emiratina EDGE Group (ASI) "Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha avuto oggi una conversazione telefonica con il Presidente degli Emirati ...

MO: Laureti (PD), subito cessate il fuoco e riconoscimento stato Palestina 

(ASI) "Nel Sud di Gaza, a Rafah, un raid israeliano contro un campo di persone sfollate. L'ennesima strage di civili, in una comunità piegata, da mesi, dalla violenza militare e ...