Roma nuova difetti vecchi: al Bentegodi finisce 1-1

(ASI) VERONA - Subito una stecca... Le fanfare della vigilia di mister Garcia, partoriscono un punto risicato per la Roma che a detta di tutti, dovrebbe essere in questa stagione, ancor più vicina alla Juventus squadra da battere per eccellenza.

Il tecnico francese deve fare di necessità virtù visto che Sabatini continua a fare tutto tranne che portare terzini nella rosa e quindi Florenzi a destra e Torosidis a sinistra sono le soluzioni adottate per forza di cose. Davanti Salah e Gervinho, stanno ai fianchi di Dzeko, ma per tutta la prima frazione l'egiziano è un fantasma e l'ivoriano è lo stesso sbiadito giocatore dello scorso anno. E così i primi 45' corrono via con De Rossi che salva sulla linea un colpo di testa di Bosko Jankovic, diretto in porta. Il Verona si chiude bene la Roma trotterella... Nella ripresa come al solito Garcia non cambia nulla e anche se la squadra ci prova con maggior convinzione, non arriva il gol del vantaggio. La squadra bella e brillante vista col Siviglia è un lontanissimo ricordo e così Jankovic trova il modo di beffeggiare l'adattato Torosidis e di infilare la porta giallorossa. 1-0 Verona a metà tempo. Nemmeno il tempo di batter ciglio, che Florenzi trova il pertugio di infilare Rafael fino ad allora (e pure dopo...) ineccepibile, mentre sul gol un po' in ritardo. L'1-0 aveva svegliato Garcia, pronto a togliere un impalpabile Salah per Iago e De Rossi per Keita. Dopo il pari la Roma cresce e preme sull'acceleratore e va vicino al gol con Pjanic errore madornale su assist di Nainggolan e lo stesso centrocampista ex Cagliari che di testa impegna Rafael. Alla fine grosso entusiasmo tra i padroni di casa mentre la Roma, nonostante i 21 tiri in porta torna a casa con un punticino che mette nelle condizioni i giallorossi, già di non sbagliare la partita di sabato contro la Juve, esordio stagionale all'Olimpico.

LE PAGELLE

SZCZESNY 7,5 Si erge a protagonista con interventi che salvano la Roma in più di una occasione.Alla fine risulta anche più realistico ed ambizioso del suo tecnico, dicendo che queste partite si devono vincere, mentre il tecnico ex Lille, parla di un buon punto in trasferta...
FLORENZI 6,5 Gol e determinazione ne condiscono una prestazione abominevole in un ruolo interpretato con molto piglio offensivo e stop. Sulle fasce il Verona dilaga e lui e Toro vengono travolti sistematicamente. Sufficienza perché non molla mai e vede sempre la porta e se fosse riproposto in avanti?
CASTAN 6 Impreciso e un pò teso probabilmente per il ri-esordio. Comunque si sa che Toni è un clientaccio per tutti e lui lo soffre abbastanza.
MANOLAS 6,5 Mezzo voto in meno per aver perso una palla sanguinosa al limite dell'area per eccesso di sicurezza. Per il resto fa a sportellate con Toni, uscendone spesso vincitore.
TOROSIDIS 4,5 Lo mettono lì e lui prova a fare il suo. Jankovic se lo mangia letteralmente e lo uccella in maniera incredibile sul gol del Verona. Era l'unico che poteva giocare lì e Garcia lì l'ha messo.
PJANIC 6,5 Un po' più coinvolto nella manovra specie nella ripresa. Stavolta sembra tonico, ma non segna nemmeno se ci provasse con le mani: una volta è sfortunato, un'altra si pappa un gol facile facile facendo fare un figurone a Rafael.
DE ROSSI 5,5 Salva un gol fatto su colpo di testa di Jankovic. Per il resto va a ritmo lento lento e non si abbassa a prendere il pallone sull'appoggio di Szczesny. Dovrebbe essere il primo schermo davanti a Toni ma non lo fa mai.
Dal 20'st. KEITA 6,5 Ci fa vedere quello che avrebbe dovuto fare De Rossi. Si piazza davanti a Toni e gli impedisce di smistare gioco per i suoi con le spizzate. Entra nel momento in cui la Roma produce il maggior sforzo. Sarà anche merito suo? Si.
NAINGGOLAN 7 Il solito grande Radja... Un lottatore, un gladiatore e colui che per poco non regala i tre punti alla Roma con una incornata di testa che Rafael devia in angolo. Prima aveva servito un cioccolatino a Pjanic puntualmente sbagliato dal bosniaco. Gagliardo, lui si, come sempre.
SALAH 5 Stecca la prima in maniera del tutto incomprensibile. Non scatta, non si propone, fa cose buone solo a livello tattico in difesa. Da rivedere...
Dal 20'st. IAGO FALQUE 5,5 Doveva partire titolare invece viene gettato nella mischia dopo il gol di Jankovic. Non fa un granché per far rimpiangere al suo allenatore, la scelta di lasciarlo fuori. Sembra l'Iturbe della scorsa stagione, anche se di tempo per smentire ce ne ha.
DZEKO 6,5 Si vede a occhio nudo che è un grande giocatore. Fa sponde, retrocede, rincorre gli avversari e tira in porta, anche se stavolta senza precisione.
GERVINHO 5 Da tre i primi 50', ma tanto sa che Garcia non lo toglierà mai (o quasi...)Nella ripresa un po' si sveglia dal torpore e sfiora il gol nell'unica azione verso la porta avversaria degna di nota.
Dal 43'st. IBARBO sv. Troppo poco tempo per incidere, ma non è che faccia poi molto per mettersi in luce.
GARCIA 4 Al 22 di agosto è senza terzini, in special modo quello di sinistra, ma si ostina a costringere Sabatini ad aspettare Digne e le bizze del PSG. Mandorlini gli fa scacco matto con una semplice mossa, squadra chiusissima e ripartenze veloci sulle fasce sfruttando il raddoppio su Toni. Cambiano alcuni interpreti ma la sua Roma sembra quella lenta ed impacciata dello scorso anno. Ma sicuro che era colpa solo di Rongoni.

Fabio Marracci – Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Nord Corea, missile sul Giappone: cittadini nei rifugi

(ASI) Sale la tensione in Asia.  La  Corea del Nord ha lanciato, questa notte, un nuovo missile. Secondo quanto si è appreso, si tratterebbe di un Irbm ...

Ucraina, Russia: “Basta armi, o rischio guerra diretta contro la Nato”

(ASI) I dispositivi bellici, che gli Stati Uniti forniscono all’esercito di Kiev che combatte contro le truppe del Cremlino, stanno aumentando il rischio di un possibile “scontro militare diretto”&...

Governo, verso un ritorno del Ministero del Commercio Estero. L’imprenditore Lorenzo Zurino in pole position tra i papabili ministri

(ASI) Nel totoministri che impazza in queste ore o, meglio ancora, sul tavolo dei ragionamenti di natura politica e strategica relativi al prossimo assetto che la premier in pectore Giorgia ...

PD: Boccia, Letta chiamato da Parigi dopo caduta Governo giallorosso e crollo Dem. Merita massimo rispetto

(ASI) “Il Segretario Enrico Letta è stato chiamato da Parigi dopo la caduta del governo giallorosso e con il Partito democratico che era drammaticamente crollato al 15%.

Nappi (Lega): sicurezza al centro dell’azione politica a tutti i livelli

(ASI) “La 72enne vittima prima di rapina e poi ricoverata in ospedale perché caduta battendo la testa sul selciato dissestato, conferma la drammaticità della situazione napoletana e campana anche sul ...

Veneto, Elisa Venturini: su trasporto pubblico intervenga la Regione

(ASI) "La situazione di grande difficoltà nel trasporto pubblico locale non può essere una sorpresa perché da tanto tempo si stanno susseguendo problemi di varia natura che finiscono per ripercuotersi ...

DL Aiuti-Ter, Pallavicini (Confcommercio Salute): “Un tavolo con Stato e Regioni sul tema risorse e per un’analisi organica del socio sanitario

(ASI) Roma - “L’apertura del Governo alle strutture sanitarie del privato accreditato tramite il riconoscimento alle stesse, con il Decreto Aiuti-ter, del diritto ad accedere alle risorse destinate ...

M5S Europa: in 13 anni abbiamo rivoluzionato la politica italiana 

(ASI) “Il 4 ottobre 2009 dall’intuizione rivoluzionaria di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio nasceva il Movimento 5 Stelle. In questi tredici anni abbiamo dimostrato che in Italia è possibile fare politica mettendo ...

Valdegamberi (Consigliere Regione Veneto): "Dal 2023 il 30% di Energia Idroelettrica in meno se non si ferma la legge sul deflusso ecologico voluta dall'Europa, facendo aumentare la dipendenza dell'Italia. Il nuovo Governo intervenga con urgenza".

(ASI) In un momento tragico sul fronte dei costi dell'energia, la principale fonte rinnovabile,  l'energia idroelettrica, rischia il prossimo anno di avere un calo di produzione di circa il 30 ...

Festa di San Francesco. Omelia del Card. Matteo Zuppi, Presidente della CEI

(ASI) Assisi - La Parola di Dio parla sempre a noi e di noi. Parla oggi e ci aiuta a capire i segni dei tempi e questi ci aiutano ...