(vaccinocovid19ASI) Ormai la notizia circola su tutti i social da qualche ora e provoca qualche legittima preoccupazione. La Danimarca ha sospeso, per 14 giorni, la somministrazione del vaccino antiCovidAstraZeneca in seguito alla segnalazione di gravi casi di coaguli del sangue in persone alle quali era stata iniettata la dose del vaccino antivirus del lotto ADV 5300, che non è quello che si sta utilizzando in Italia.

Il ministro della salute danese, Magnus Heunicke,nel dare la notizia, ha anche aggiunto che al momento non ci sono prove per dimostrare che la patologia segnalata in alcune persone siano strettamente collegate alla vaccinazione e pertanto si è trattato di una decisione in via del tutto precauzionale.

Dal canto suo Soren Brostroem, direttore della National Health Authority danese ha aggiunto:“Siamo nel bel mezzo del più grande e importante programma di lancio di vaccinazioni nella storia danese. E in questo momento abbiamo bisogno di tutti i vaccini che possiamo ottenere. Pertanto mettere in pausa uno dei vaccini non è una decisione facile. Ma proprio perché vacciniamo così tanto, dobbiamo anche rispondere con tempestività quando si è a conoscenza di possibili gravi effetti collaterali. Dobbiamo chiarire questo aspetto prima di poter continuare a utilizzare il vaccino di AstraZeneca”. La vaccinazione con AstraZeneca è stata sospesa anchein Austria, Norvegia, Islanda, Estonia, Lituania, Lettonia e Lussemburgo.

Di questo lotto, ABV5300, che conta un milione di dosi, sono state distribuite in 17 Paesi e non in Italia, tuttavia l’Agenzia Italiana del farmaco (Aifa) ha deciso, in via precauzionale, di emettere un divieto di utilizzo del lotto ABV2856 riservandosi di “prendere ulteriori provvedimenti, ove necessario, anche in stretto coordinamento con L’Ema, l’agenzia del farmaco europea”. La decisione di sospendere la vaccinazione con quel farmaco è dovuta al fatto che a Siracusa è morto un militare, Stefano Paternò, di 43 anni, per arresto cardiaco, il giorno successivo alla vaccinazione. Il nesso tra i due eventi è ancora tutta da dimostrare, tuttavia la Procura della Repubblica di Siracusa ha aperto un’inchiesta per omicidio, con dieci indagati. La casa farmaceutica produttrice del vaccino, venuta a conoscenza delle segnalazioni, ha emesso un comunicato in cui si legge che “la sicurezza del paziente è la massima priorità per AstraZeneca. I regolatori hanno standard di efficacia e sicurezza chiari e rigorosi per l’approvazionedi qualsiasi nuovo medicinale, compreso il vaccino antiCovid di AstraZeneca. La sicurezza del vaccino è stata ampiamente studiata in studi clinici di fase III e dati sottoposti a revisione paritaria confermano che il vaccino è stato generalmente ben tollerato”.

Sull’uso di questo vaccino,in tv, Antonella Viola, immunologa e ordinaria di patologia generale presso il Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Padova, aveva espresso, più volte, le sue perplessità sull’efficacia e non solo. “La campagna vaccinale deve procedere - ha detto all’Huffpost la professoressa - per rischio clinico: vacciniamo prima anziani e persone con comorbilità con Pfizer/BioNTech e Moderna”. E AstraZeneca? “Non blocca il contagio: da questo punto di vista il suo uso non può che essere considerato strategico “. La posizione dell’Aifa - che aveva dato il via libero all’uso del vaccino AstraZeneca anche fra gli over 55 anni senza fattori di rischio - mi sembra ponderata e giustificata dal punto di vista scientifico, come sappiamo si tratta di un vaccino con bassa efficacia, che si attesta attorno al 60%. Inoltre il suo studio clinico non presenta dati sufficientiper la fascia di età sopra i 55 anni. Tenuto conto che i rischi connessi al Covid dipendono da età e presenza di comorbilità sarebbe opportuno che il vaccino Oxford-AstraZeneca venisse usato su soggetti giovani, personalmente, direi sotto i 50 anni, e in buona salute. Deve essere un vaccino dedicato a persone non ad alto rischio”.  Sulla questione della buona salute è un particolare da non sottovalutare perché una persona, a prescindere dall’età, anche se l’età non è certamente un dettaglio, può essere non in buona salute e non saperlo

Fortunato Vinci – www.lidealiberale.com – Agenzia Stampa Italia

 

 

 

 


Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2021 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.