La strategia del caos, le potenze occidentali ed Israele e il Califfo Al-Baghdadi agente del mossad

(ASI) La recente scoperta  che il sedicente Califfo Al-Baghdadi, non sarebbe altro che Simon Elliot, ossia un agente operativo del Mossad, deve farci riflettere molto. Ma come nasce il Califfato e quale strategia c'è veramente dietro?

 Anche l'eventuale novità sulla vera identità del Califfo, in ogni caso, la notizia deve indurci al dubbio. Siamo di fronte alla verità o ad altro?

Altra cosa che deve spingerci ad una profonda e seria analisi è  il fatto che gli Usa ed i suoi alleati occidentali, insieme ad Israele abbiamo permesso che in Medio Oriente si fosse radunato  un esercito difforme , formato dai gruppi più fanatici jaidisti e salafiti del mondo islamico, da terroristi, da assassini assetati di sangue senza pietà per le loro vittime. Il perché al famigerato Isil gli abbiamo permesso  che fosse dotato di armamenti potenti e che fosse diventato una forza d’urto militare che riesce ad agire in varie zone di guerra (Siria, Iraq, Libano, Giordania, Palestina,  etc, etc). Un esercito al contempo  forte, ma anche debole perché eterogeneo e senza patria. Struttura bellica  che si è caratterizzata nell'epsortare terrore, dall’essere spietato. Gruppo di fuoco  che uccide per vendetta a sangue freddo, filma le atrocità commesse e mette le riprese in internet. Efferatezze fatte  in nome della purezza di un Islam fondamentalista ed oscurantista. Ossia ciò che viene da sempre temuto e considerato il pericolo principale per l'Occidente. Allora Perché Abu Bakr al-Baghdadi, il cosiddetto "Califfo", il capo del famigerato  ISIL è stato fatto diventare militarmente forte tanto da minacciare gli Stati? Perché è stato utilizzato da Usa ed alleati occidentali ed Israele per combattere i loro nemici nella regione? Chi ha finanziato fino ad ora l’Isil? Chi ha  permesso che agisse impunemente per oltre due mesi?  Che relazioni esistono tra i progetti della creazione della Grande Israele e  la famosa primavera  araba? Chi c'è dietro la destabilizzazione dell'Iraq, Sudan, Tunisia, Egitto, Libia, Siria, Libano e Mali e quelle che avviene nelle altre aree dello scacchiere medio orientale? Il dovere di ogni cittadino libero è di prendere coscienza della realtà delle cose. Lo si può fare mettendo oggettivemente insieme i tasselli delle vicende. In questo caso specifico  le dinamiche ed i fatti  vanno collegati per comprendere il quadro generale dell'insieme. Per capire se dietro lo scenario e gli scenari che ci appaiono si cela, come sembra, anche  l’infima strategia delle potenze occidentali e di Israele. Quelle  potenze occidentali che prima esportavano la "democrazia" e la "civiltà" con le armi, ma che alle fine in portavano il caos nelle nazioni liberate (Afghanistan, Iraq, Libia, etc.). Oggi, cambiano il metodo, ma non la finalità ultima. Infatti, le potenze occidentali e Israele si servono dei mostri da loro stessi creati per portare caos e distruzione nel Medio Oriente. Poi, quando non gli servono più o gli si ritorcono contro, li abbattono. Esisterà un giorno un tribunale internazionale indipendente che giudicherà i responsabili materiali ed occulti delle tante atrocità commesse per crimini contro l’umanità in Medio Oriente e nel mondo? Spes ultima dea!

Niger September - Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Fifa World Cup 2022: Europa e Sud America la storia infinita dei mondiali si ripete anche in Qatar. Il Punto di Sergio Curcio

Fifa World Cup 2022: Europa e Sud America la storia infinita dei mondiali si ripete anche in Qatar. Il Punto di Sergio Curcio

Le politiche del lavoro, la vera sfida del governo Meloni. Riflessioni e proposte del giuslavorista Severino Nappi

Le politiche del lavoro, la vera sfida del governo Meloni. Riflessioni e proposte del giuslavorista Severino Nappi

Governo: Casini, respingere con fermezza minacce a Meloni.

(ASI) Roma - "Le minacce a Giorgia Meloni non sono solo rivolte al presidente del Consiglio, ma a tutta la politica. Per questo bisogna unirsi nel respingerle con fermezza al ...

Infrastrutture, Ostellari: Con ministro Salvini anche in Veneto ripartono cantieri

(ASI) Roma - “Il Paese riparte se si fanno ponti, strade e si aprono cantieri. Grazie al ministro Salvini sono già stati sbloccati 13 miliardi per le infrastrutture del Nord Italia.

Uniti per la Pace. L'Italia ripudia la guerra. Pamela Testa (Italia Libera): il 18 dicembre tutti ad Aviano

(ASI) "Uniti come non mai. Tutta la resistenza compatta per dire no alla guerra, basta armi e soldi all'Ucraina, fuori dalla Nato subito! In pieno spirito di unità e compatezza, ...

Portogallo, Lisbona . “Ospedali in difficoltà”

(ASI) Ospedali in difficoltà in Portogallo e in particolare nell'area metropolitana di Lisbona. Il tempo medio d'attesa per un paziente in un pronto soccorso, della capitale lusitana, è di circa ...

Ucraina, Usa: “Russia non cerca una pace duratura”

(ASI) Il segretario di Stato americano, Antony Blinken, ha detto che la Russia potrebbe cercare un modo per ritirarsi dall'Ucraina senza negoziare una pace duratura.

Ucraina, Polonia: “No Germania missili Patriot a Kiev”

(ASI) Il governo di Berlino ha bloccato l'offerta della Polonia di dispiegare, in Ucraina, i sistemi di difesa antimissilistici Patriot fornitile dalla Germania.

Sanità. Zullo (FdI): con Ministro Schillaci in Commissione confronto utile e qualificato

(ASI) "Ringrazio il presidente Zaffini per aver voluto in audizione in Commissione il ministro Schillaci per renderci partecipi delle linee programmatiche del governo Meloni in materia di Sanità e Salute.

Tunnel Tenda, Rixi: Copertura finanziaria c'è e ultimo diaframma giù ad aprile

(ASI) Roma – “Via libera dal Mit per l’intera copertura finanziaria dell’opera. L’avanzamento degli scavi procede spedito ed entro il prossimo mese di aprile sarà abbattuto l’ultimo ...