×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Il vero volto dell'ultra-liberismo: la metà delle risorse globali in mano a soli 85 uomini

 

(ASI) E' possibile che l'economia, se considerata scienza e avvalorata come tale, possa aver dimenticato la sua reale funzione? E' mai pensabile che quel complesso di conoscenze, atte a facilitare la produzione e la distribuzione dei beni naturali, abbia fallito nel suo scopo ultimo?  A quanto pare sì: siamo di fronte ad un vicolo cieco, dove il mito di una scienza funzionale all'umanità sembra oramai svanito.

 

A testimoniare questa realtà sono gli allarmanti dati redatti nei rapporti dell'Oxfam (Oxforda Committe for Famine Relief) e dell'Ilo (Internetional Labour Organization) riguardo la povertà nel mondo.

Secondo le stime diffuse, nel 2013, 839 milioni di lavoratori ( il 26,7% degli occupati mondiali) hanno vissuto con meno di due dollari giornalieri, mentre 375 milioni (l'11% dell'occupazione totale) hanno guadagnato quotidianamente meno di 1,25 dollari.

Ancora più sconcertanti sono i numeri relativi alla concentrazione della ricchezza. L'Oxfam sottolinea, infatti, come solamente 85 persone si dividano le risorse di metà della popolazione mondiale e che solamente l'1% delle famiglie possieda il 46% delle ricchezze globali.

Dati che fanno riflettere, soprattutto nel momento in cui la crisi strangola con più veemenza tante famiglie nel globo. Viene ancora da chiedersi, chi sono queste 85 persone e come mai è stato permesso loro di godere di queste immense ricchezze? Come può una scienza (l'economia) al servizio dell'umanità permettere questa enorme disparità che vede così pochi speculare su così tanti? Come si possono accettare eticamente gli effetti, o meglio scorie,  di questo sistema perfetto nella sua corruzione chiamato ultra-liberismo? Come può la classe politica assecondare tale profonda ingiustizia sociale?

Di sicuro la risposta va cercata prima di tutto dentro di noi e, in particolar modo, dietro i nostri sprechi e falsi bisogni. In altre parole: usare il buon senso assumendosi le proprie responsabilità, perché cambiare si può e quindi si deve. Una lotta di civiltà che rappresenta un dovere per il resto del 99,9%. AVANTI!

Avonaco - Agenzia Stampa Italia

Ultimi articoli

Sardegna, Licheri(M5S): "Il Centrodestra ci ha dato una grossa mano scegliendo Truzzu. Todde competente e brava ma è stata l'ultimissima scelta"

(ASI)“Che il centrodestra ci abbia messo del suo, mi pare indubitabile. Ci hanno dato una grossa mano, non solo perché in questi cinque anni il centrodestra ha veramente fatto ...

Sardegna, Mulè(FI): "Impariamo dagli errori e marciamo compatti verso la scelta del candidato in Basilicata" 

(ASI) In merito all'esito delle votazioni regionali della Sardegna si riportano le dichiarazioni rilasciate a Radio Cusano dal vicepresidente della Camera Giorgio Mulè, esponente politico di Forza Italia. 

Cangianelli (FIPE): per il gambling regolamentato parliamo di digitale, non solo di online

(ASI) Emmanuele Cangianelli, Presidente di EGP, organizzazione di categoria di FIPE Confcommercio degli esercizi pubblici che offrono giochi in concessione (bingo, scommesse, apparecchi da intrattenimento)

Incentivi alle Imprese, Bando ISI INAIL 2023: compilazione delle domande dal 15 aprile 2024

(ASI) Pubblicato il calendario dei prossimi adempimenti legati al bando ISI 2023, l'agevolazione che garantisce finanziamenti a fondo perduto per migliorare la sicurezza sul lavoro.

I tre indizi che fanno una prova dell’inquietante trojan che abbiamo addosso e ci segue ovunque

(ASI) “Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”. Era quello che sosteneva Agatha Christie, la famosa scrittrice, regina del giallo. Mi è tornata ...

Missione del Ministro Tajani a Zagabria per partecipare alla sesta riunione del Comitato di coordinamento dei Ministri di Italia e Croazia

(ASI) Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Antonio Tajani, è in missione a Zagabria per la sesta riunione del Comitato di coordinamento ...

Scuola: Marti (Lega), bene misure approvate in CdM tra cui proroga contratti ATA

(ASI) Roma - “Bene le misure del MIM contenute nel nuovo decreto legge del Pnrr e approvate in Consiglio dei Ministri. Grazie a un lavoro puntuale e in costante sinergia ...

Confcommercio su regolamento ue imballaggi: rischio pesanti effetti su filiere produttive e distributive, modificare norme

(ASI) Il nuovo regolamento Ue sugli imballaggi, che sarà discusso in sede di trilogo ad inizio marzo, desta molte preoccupazioni e, in assenza di modifiche significative, rischia di travolgere interi ...

Pavanelli (M5S): “Sardegna, vittoria storica per Todde e il M5S”

“Alessandra Todde è la prima Presidente di Regione del M5S e la prima donna alla guida della Regione Sardegna. Si tratta di un risultato storico. (ASI) II cittadini sardi hanno ...

L’Economia della cultura come fattore di sviluppo. Gianni Lepre, “una grande opportunità per Napoli e il Mezzogiorno”

(ASI) L’Economia della cultura come fattore di sviluppo, questo il titolo del Convegno che si svolgerà a Napoli il prossimo 28 febbraio nella splendida cornice di Palazzo Fuga.

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113