×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Dall’Economist - Chi verrà dopo Mario Monti?
(ASI) Il 25 Aprile in Italia si festeggiava la liberazione dall’occupazione Nazista ed il primo ministro Mario Monti ha evocato lo spirito del 1945. Parlando a seguito dell’ultimo euro- panico che ha devastato i mercati finanziari italiani, Monti ha dichiarato che gli italiani possono riuscire a superare la crisi se, come i partigiani nella seconda guerra mondiale , ognuno lavorasse “nell’interesse del paese de del bene comune”. Le parole di Monti sono state ricevute con particolare attenzione in quanto un politico italiano ha appena lanciato l’ipotesi di una grande coalizione per tenere Mario Monti al potere una volta scaduto il mandato, alle prossime elezioni primaverili. Pier Ferdinando Casini, nel corso di un’intervista alla Repubblica avrebbe dichiarato il suo desiderio di coinvolgere altri nel progetto, per dare stabilità e crescita al paese che sembra finalmente incamminarsi sulla strada giusta. Il nuovo ipotetico movimento di Casini, Il Partito Della Nazione, secondo l’Economist potrebbe “piantare un ricco seme”.

Secondo i sondaggi più recenti, nonostante le impopolari misure adottate dal governo Monti, in merito ai tagli ed all’aumento delle tasse, la sua popolarità sarebbe ancora al 50%. Monti ha più volte ricordato agli italiani di non aver alcuna intenzione di candidarsi una volta scaduto il suo mandato politico, nonostante l’Economist suggerisca che il presidente avrebbe puntato già alla Presidenza della Repubblica o a qualche posizione di spicco all’interno dell’Unione Europea. La proposta di Casini di formare una grande coalizione con un governo che non è frutto di un processo di elezione popolare potrebbe essere vista come non democratica e opinabile. Lo stesso settimanale inglese, mette in evidenza come Casini e molti dei suoi politici siano provenienti dall’ex partito della Democrazia Cristiana. Ciò nonostante Casini ha messo in luce una questione molto importante, e cioè “chi riempirà il vuoto che lascerà il governo Monti una volta scaduto il mandato?”.

La risposta secondo l’Economist potrebbe apparire ovvia, e cioè dopo una breve sospensione, il processo democratico riprenderebbe normalmente. Resta il fatto, che non pochi politici siano stati screditati da quando il governo Monti è salito al potere a Novembre. La serietà con la quale Monti ed il suo governo di tecnocrati, professori, banchieri e burocrati ha affrontato i problemi del paese sono motivi per i quali il presente governo è visto in senso positivo, in forte contrasto con il governo Berlusconi, descritto dall’Economist come “pasticcione e di buffoni”. Anche la Lega Nord che per anni ha predicato la propria onestà ed integrità è stata devastata da una serie di scandali in merito ad un oscuro giro di denaro e diversione dei fondi pubblici destinati al finanziamento del partito e finiti in tasca ad alti dirigenti della Lega , dimostrando ancora una volta che la “politica italiana è più squallida che mai”. Secondo un recente sondaggio, soltanto il 20% degli intervistati era a favore del fatto che i partiti politici ricevano finanziamenti pubblici.

In termini strettamente politici, i partiti offrono uno spettacolo penoso. I partiti di destra sono legati al fallimento dell’economia e quelli a sinistra sono divisi in tre gruppi mutuamente antagonistici . Non è quindi da stupirsi se un partito che li rigetta tutti e tre risulti molto apprezzato al momento.

Secondo un sondaggio dell’Espresso, il Movimento a 5 Stelle del blogger e comico Beppe Grillo, detiene il 7.5% di voti a favore e secondo l’Economist il suo humour e marchio anti- politica gli porteranno successo al primo grande test dell’ opinione pubblica da quando Mario Monti è diventato primo ministro, e cioè alle elezioni locali del 6 e del 7 Maggio.

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Continuano le polemiche sui libri di Roberto Vannacci. Sì ad un confronto civile, no alla intolleranza

(ASI) Bologna - Il 24 aprile 2024, alla vigilia della Festa della Liberazione del 25 aprile, al Centro Ca Nova di Medicina a Bologna è in programma la presentazione del secondo libro di Roberto ...

Università: Nasce il “Premio di Laurea di Iniziativa” nell'ambito del piano di assunzioni della società

(ASI) Il primo bando pilota parte in collaborazione con il Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni (DEMI) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. Il bando rientra nelle attività ...

La Campania locomotiva del Mezzogiorno. Gianni Lepre (economista): “natalità e nuzialità leve economiche antiche ma efficaci”

(ASI) La regione Campania si conforme sempre di più locomotiva del Mezzogiorno e non solo per i dati macroeconomici, ma anche e soprattutto per l’andazzo sociale e produttivo diretto ...

Giovanni Gentile: a 80 dalla sua tragica fine verso l’infinito

(ASI) Firenze – Giovanni Gentile, non può che essere riconosciuto tra i massimi filosofi e pensatori che l’Italia abbia mai avuto. Il 15 aprile 1944, trovava morte a causa di un agguato ...

Dalle Filippine no all’imperialismo militare Usa

(ASI) Il presidente filippino Ferdinand Marcos ha dichiarato che gli Stati Uniti non avranno accesso ad altre basi militari filippine: “La risposta è no. Le Filippine non hanno in programma di ...

Energia, iWeek: SWG, il 51% degli italiani voterebbero “Sì” a un referendum sul nucleare. 

Sei cittadini su dieci a favore dell’implementazione delle nuove tecnologie nucleari in Italia. Il 65% considera un rimpianto l’aver rinunciato al nucleare  (ASI) Milano – Il&...

Testimoni di Geova, sulla sensibilizzazione alla lotta alla tossicodipendenza che coinvolge in tutto il mondo circa 300 milioni di persone, un numero di casi che sta aumentando vertiginosamente alle stelle. Il sito JW.ORG fornisce, a tal proposito, cont

 (ASI) Perugia - Intervento di Roberto Guidotti, portavoce dei Testimoni di Geova,  sulla sensibilizzazione alla lotta alla tossicodipendenza che coinvolge in tutto il mondo circa 300 milioni ...

Verso il Club delle Città Bilionarie: l'esperienza di Changzhou nello sviluppo delle nuove forze produttive di qualità

(ASI) Conosciuta come la Città del Dragone, Changzhou, centro di livello prefetturale da circa 5,2 milioni di abitanti, si trova nella provincia del Jiangsu, all'interno della regione deltizia del Fiume Azzurro, ...

Domani Schlein incontra la stampa estera

  (ASI) La segretaria del Partito democratico Elly Schlein incontrerà i corrispondenti della stampa estera domani, lunedì 15 aprile alle ore 10.30, presso la sede dell'Associazione della stampa estera (Via del Plebiscito, 102 – ...

Iran, nostro attacco ad Israele una legittima difesa in risposta ad aggressione subita consolato Damasco. La questione può dirsi conclusa.

(ASI) Il Rappresentante dell'Iran presso l'ONU  sull'attacco a Israele dichiara: "Condotta in base all'articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite relativo alla legittima difesa, l'azione militare dell'Iran è stata una risposta ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113