La politica questuante che va avanti solo con i soldi degli altri

(ASI) A Milano, come si sa,il 3 e 4 ottobre ci saranno le elezioni per il rinnovo del sindaco e del consiglio comunale, così come avverrà in altri 1.348 Comuni.  Per il centrodestra è candidato, su indicazione di Giorgia Meloni, leader di FdI, Luca Bernardo.

Fin qui niente di strano se si escludono le singolari esternazioni di Vittorio Feltri, il direttore editoriale di Libero, anche lui candidato, da indipendente, a Milano, pure capolista di Fratelli d’Italia, che non è contento della coalizione che sostiene, o dovrebbe sostenere, pure lui, e la giudica addirittura, con charme raffinato, “coalizione del c…” e considera la “partita già persa”, non contento,giudica, prima ancora che lo facciano gli elettori, “Bernardo non all’altezza”. Sembra il Bagaglino. 

Dal canto suo, il Bernardo di cui sopra, e di cui stiamo parlando, nei giorni scorsi, ha addirittura minacciato di dimettersi. Il perché lo spiega lui stesso in un indignato messaggio che manda ai coordinatori locali della coalizione. “Non può essere che sia io a pagare tutta la campagna elettorale.È sabato e ad oggi non è arrivato nulla in termini di sostegno di fundraisingda parte vostra, se entro lunedìpomeriggio (domani, ndr) non ci sarà nulla, martedì, ore 10, vi aspetto alla conferenza stampa per dire che mi ritiro dalla campagna elettorale. Così non si può andare avanti”. Poi, però, in parte, ha ridimensionato l’ultimatum. Intanto, si è saputo che la somma concordata si aggira sui 50 mila euro a partito e i partiti sono cinque. Al Corriere della Sera, Stefano Bolognini, commissario della Lega a Milano, uno dei destinatari del messaggio di Bernardo, nonché assessore regionale, ha detto: “con una cifra tra i 100 e i 200 mila euro penso si riesca a fare una buona campagna elettorale”.

Da qui scaturiscono alcune considerazioni. Il primo dato è scoraggiante ed è che per avere qualche chance per vincere a Milano, o in un’altra grande città, bisogna avere, disponibili, intorno ai 200 mila euro e siccome nessuno è così pazzo da mettere una somma così elevata attingendo ai propri risparmi, ammesso che li abbia, vuol dire che ci deve essere qualcuno che è in condizione di poterlo fare al posto del candidato.Ecco, allora, i partiti, che lo fanno, ma con denaro pubblico, rendendo, però, il candidato legato al partito o ai partiti che lo hanno sostenuto finanziariamentee condizionandone pesantemente la futura attività istituzionale.

Questosignifica, altresì, che senza i partiti finanziatori nessuno può partecipare con la speranza di vincere. Se, invece, le fonti di finanziamento sono private la cosa è più preoccupante perché i privati che finanziano lo fanno solo per un tornaconto e questo vuol dire, anche in questo caso, condizionare, già dalla campagna elettorale, la futura attività istituzione. Per consentire un adeguato equilibrio nelle sfideistituzionali ci dovrebbe essere un budget, molto contenuto, uguale per tutti i candidati, finanziando con denaro pubblico solo le spese giustificate,nonché adeguatamente documentate e controllate. In una gara in cui uno può correre con una Ferrari e unocon una cinquecento è una corsaviziata,in cui manca, se si tratta di una competizione politica, dell’ideale etico della libertà e dell’eguaglianza. 

Fortunato Vinci – www.lidealiberale.com – Agenzia Stampa Italia

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Pnrr: il Comitato Speciale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici approva progetto diga foranea di Genova per un valore di quasi un miliardo di euro

(ASI) Soddisfazione del Ministro Giovannini: “È la prova che si può cambiare e che i tempi di realizzazione delle opere importanti e complesse possono essere abbattuti. Lo sforzo fatto dal Governo ...

L'Umbria aumenta i suoi collegamenti aerei. British Airways atterra a Perugia

(ASI) Perugia - Nel pomeriggio di ieri, giovedì 26 maggio, sono decollati i primi voli che collegheranno - con da 3 a 4 frequenze settimanali - gli aeroporti di Perugia e Londra Heathrow. ...

Scuola, Scalfi (Ist.Veronesi) : CV Alias non è forzatura. Sasso accetti società di oggi

(ASI) “Aprire alle carriere alias nelle scuole non è affatto una forzatura e non confonderà nessun studente: dare la possibilità di chiedere il cambiamento del proprio nome nei documenti scolastici, se ...

Il MAXXI L'Aquila compie anno

28 maggio 2022: Ingresso gratuito per i residenti in Abruzzo www.maxxilaquila.art | Instagram e Facebook @maxxilaquila |

Easyjet: Uiltrasporti, 8 giugno sciopero di 4 ore del personale della compagnia 

(ASI) Roma - "Allo sciopero nazionale di 4 ore del personale di Ryanair, Malta Air, Volotea e Crewlink indetto per il prossimo 8 giugno, si aggiungeranno i Piloti e gli assistenti di ...

Ostia, FdI: "La stagione balneare è già iniziata eppure... la Sinistra si dimentica di bau beach"

(ASI) Roma - "Nonostante i proclami, le Amministrazioni Gualtieri e Falconi continuano ad ignorare gli impegni assunti nei confronti dei nostri amici a quattro zampe e delle associazioni animaliste ...

Cina. Pechino 'risponde' a Biden: tour del Ministro Wang Yi nel Pacifico Meridionale

(ASI) È cominciato ieri dalle Isole Salomone il tour del ministro degli Esteri cinese Wang Yi nel Sud del Pacifico, che proseguirà nei prossimi giorni in altre nazioni della regione: Kiribati, ...

Gender, protesta di Pro Vita & Famiglia, davanti al Ministero dell'Istruzione. No nelle scuole la cosiddetta “carriera alias”

(ASI) " I collettivi omosessuali e transessuali stanno sferrando un attacco mostruoso nelle scuole italiane. Ho partecipato al presidio promosso da diverse associazioni davanti al Ministero dell’Istruzione per dire basta ...

Valdegamberi (Consigliere Regione Veneto): nuova legge Veneta sulla Protezione Civile, 

(ASI) "La nuova legge regionale sulla Protezione Civile, approvata all'unanimità nei giorni scorsi, mette finalmente ordine al susseguirsi di norme nel corso degli anni, costituendo un testo unico in grado ...

Recensioni libri. Gli 84 giorni di Frank: L'Inter di De Boer tra poche luci e molte ombre di Raffaele Garinella

(ASI) Ottantaquattro giorni. Per qualcuno pochi, per altri come Frank De Boer un’eternità. Ottantaquattro giorni in cui l’allenatore olandese é stato catapultato sulla panchina dell’Inter al posto di ...