adinolfi11(ASI) Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia (PdF), commenta le parole del presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti, sul ddl Zan: “Leggo strumentalizzazioni incredibili delle parole del presidente della Cei, che per tre volte in pochi mesi ha ripetuto che il ddl Zan così com’è non è votabile perché contiene evidenti ambiguità che in una prima nota Bassetti definì liberticide.

Oggi ha ripetuto che va cambiato e subito dal Pd si rigira la frittata e si prova a far passare questo come un via libera. Con il cardinale noi del Popolo della Famiglia ribadiamo di avere a cuore la lotta a ogni discriminazione, ma così com’è il ddl Zan non può essere approvato. Oggi i miglioramenti al testo li ha chiesti persino il Partito Gay di Marrazzo, per non citare le analoghe prese di posizione contro il testo del ddl Zan che vanno da Arcilesbica a Platinette, dalle femministe all’ex presidente di Arcigay, Aurelio Mancuso. Sono rimasti solo Zan, Fedez e il Pd a non voler concedere alcuna modifica al testo e noi sappiamo bene il perché, perché la reale finalità della legge è proprio nella natura liberticida che verrebbe toccata dalle modifiche. Caro Zan, giochiamo a carte scoperte, smettetela di imbrogliare e ovviamente non provate neanche a dire di aver avuto un via libera dai cattolici, che sono tutti contrari alla tua legge fascistissima”.

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2021 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.