(ASI) Qui di seguito la dichiarazione del presidente nazionale Uritaxi Claudio Giudici a proposito delle aggressioni avvenute a Milano a danno di due tassisti. «Nelle ultime ore a Milano sono stati aggrediti e rapinati due tassisti.

Al di là delle dichiarazioni di convenienza, il Parlamento può da tempo dare un aiuto concreto agli operatori del trasporto pubblico non di linea, sia taxi che Ncc. Al Senato giace infatti un d.d.l. della sentrice Nisini (Lega) che prevede, tra le altre cose, contributi per l’apposizione del pannello divisorio (da non confondere con quello usato per questioni sanitarie) e per sistemi di videosorveglianza interna e del venir meno dell’obbligo dell’uso delle cinture per gli operatori del trasporto pubblico. In questa fase di finanziamenti a pioggia per (insicuri) monopattini, e tanto altro, la politica, in modo trasversale, ha la possibilità di dare un contributo concreto alla sicurezza sul lavoro.

Una 'consulenza' ai malviventi poco informati: con la crisi che colpisce il settore, l’incasso medio di un tassista oggi si aggira sui 30 euro, e molti taxi sono dotati di sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso, tutte cose che appunto sono emerse dalle registrazioni audio-video interne ai taxi rapinati. Se vogliono garantirsi la galera per così poco…»

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.