bagnai copy(ASI) Roma. - "Sul decreto complicazioni c’è poco da aggiungere rispetto alla competente e disincantata analisi fatta ieri da Sabino Cassese. La strada intrapresa è quella sbagliata (aggiungere norme anziché toglierne) e l’ansia da prestazione porta come al solito ad annunciare risultati ancora lontani dall’essere raggiunti”.

Così il senatore della Lega e responsabile economico del partito Alberto Bagnai. “Nel frattempo – aggiunge il senatore della Lega - la sarabanda delle bozze diffonde incertezza negli operatori del settore, e l’unico dato che emerge con una certa coerenza è ‘too little, too late’: troppo poco e troppo tardi. Interventi effimeri vengono propagandati come strutturali da un Governo che sembra veramente convinto che fra un anno saremo fuori dall’emergenza e avremo recuperato decenni di ritardo infrastrutturale”. “La lettura politica – conclude Bagnai - resta la medesima: in questa maggioranza tentano di convivere, per tirare a campare, troppe anime, che si ostacolano a vicenda. Intanto il Paese arretra. Si prenda atto di questa situazione e si riallinei la maggioranza all’indirizzo espresso nelle urne dal popolo sovrano".

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.