×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
La memoria di Meredith e l'incolumità fisica di Rudy Guede




(ASI) La pur formalmente inattaccabile sentenza emessa dalla Corte d'appello di Perugia sul caso dell'omicidio Meredith ha lasciato anche nell'opinione pubblica italiana - dopo quella britannica – un senso di recondita e profonda insoddisfazione, oltre che sconcerto per il ribaltamento della sentenza di colpevolezza emessa in primo grado di giudizio. Notoriamente la percezione è che giustizia non sia stata fatta o sia stata fatta solo a metà (la metà "nera"). Soprattutto si fa sempre più strada il sospetto che alla chiusura definitiva del caso non siano state estranee pressioni di natura extragiudiziaria. L'ultimo '"irrituale" - oltre che poco ossequioso della sovranità di uno Stato come l'Italia - intervento del Segretario di Stato americano, Hillary Clinton, sembra eloquente in proposito. Del resto, gli stessi magistrati mostrano perplessità miste a (comprensibile) imbarazzo quando - come il presidente della Corte d'appello, Dott. Pratillo Hellmann, nelle dichiarazioni ai giornalisti (Tg regionale Rai3 Umbria ore 14 del 05/10/2011) – tuttora non escludono dirette responsabilità dei due imputati assolti "per non aver commesso il fatto" (Amanda Knox e Raffaele Sollecito, "chissà, potrebbero anche essere colpevoli") - anche se le risultanze processuali non hanno potuto accertarle "oltre ogni ragionevole dubbio".

In conclusione, preso atto del ricorrente scontro politico (nel ben più ampio e drammatico contesto di quello economico-finanziario) con gli USA sul diritto dei tribunali italiani a processare cittadini statunitensi (si ricordano i casi SIGONELLA, CERMIS e CALIPARI) ci si domanda se e quanto abbiano pesato le sollecitazioni politiche esercitate dalla diplomazia USA sull'Italia, per favorire un esito giudiziario gradito oltre oceano.

Date queste premesse, non è imprevedibile una prossima riapertura in sede giudiziaria del caso MEREDITH, anche perché - a detta di tutti - la verità è posseduta dall'unico imputato condannato, e da lui ostinatamente ("cui prodest?") quanto gelosamente custodita. Di qui, tra l'altro, il problema della tutela dell'incolumità fisica dell'"imputato-testimone unico" in carcere... soprattutto in carcere.

 

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Energia, l’appello di Confagricoltura: ulteriori rincari insostenibili anche per le imprese agricole umbre.

(ASI) Perugia – Secondo i dati diffusi da ISMEA, i costi di produzione dell’agricoltura, nei soli primi tre mesi di quest’anno, sono aumentati di oltre il 18% sullo stesso ...

Economia Italia: In arrivo dalla UE altri 21 mld del Recovery Fund per il Pnrr. L'analisi dell'economista Gianni Lepre

Economia Italia: In arrivo dalla UE altri 21 mld del Recovery Fund per il Pnrr. L'analisi dell'economista Gianni Lepre

Tutto esaurito  al Politeama di Terni per “Soldato sotto la luna”.

(ASI) Grande successo per la prima di “Soldato sotto la luna” di Massimo Paolucci prodotto dalla phneutrofilm di Christian Costa ed Eusebio Belli. In una sala gremita il pubblico ha ...

Elon Musk ha svelato il prototipo del robot umanoide Elon Muskdurante l’evento AI Day di Tesla. Costerà meno di 20.000 euro e sarà commercializzato tra 5 anni.

(ASI) California - Elon Musk ha rivelato il primo prototipo di robot umanoide soprannominato Optimus durante l’AI Day della Tesla.

Salute mentale: Marchetti (Fenascop Lazio), piano Regione Lazio è solo spot elettorale

(ASI) “Nonostante l’aumento costante ed esponenziale dei problemi psicosociali, che colpiscono soprattutto le fasce giovanili, la Regione non intende apportare alcuna modifica al budget economico per la cura del ...

Consumi: Coldiretti, arrivano cibi in provetta, no da 7 italiani su 10. Al via petizione mondiale per fermare sbarco a tavola nel 2023

(ASI) Ben 7 italiani su 10 (68%) non si fidano del cibo creato in laboratorio con cellule staminali in provetta. 

Terracina, Ottaviani (Lega): “Reddito di cittadinanza così è destinato a fallire”.

(ASI) Roma - “Un plauso ai militari dell’Arma dei Carabinieri di Terracina, che hanno arrestato due stranieri, i quali presentando documenti contraffatti, hanno tentato di ottenere il reddito ...

Taormina e Trisciuoglio: "La difesa di Castellino denuncia un indebito accanimento ed ai limiti della legittimità della Procura capitolina e della Questura di Roma contro Giuliano Castellino"

(ASI) "Castellino già sottoposto a misura di sorveglianza speciale e dopo la carcerazione cautelare di Poggioreale e Rebibbia, per i fatti del 9 ottobre il presunto assalto alla C.G.I....

Economia Italia: Ammontano a 1100 i miliardi che lo Stato non riesce a riscuotere. I l punto dell'economista Gianni Lepre

Economia Italia: Ammontano a 1100 i miliardi che lo Stato non riesce a riscuotere. I l punto dell'economista Gianni Lepre

Meloni: Coldiretti, ha firmato petizione contro cibo in provetta Al fianco del Presidente Ettore Prandini al Villaggio di Milano

(ASI) Giorgia Meloni, nella sua prima uscita pubblica dopo la vittoria alle elezioni, ha firmato la petizione mondiale per fermare lo sbarco a tavola del cibo sintetico promossa da World ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113