×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
Concorso Agenzia Entrate: sosteniamo l'Italia migliore

(ASI) Hanno studiato per tanti anni, si sono laureati brillantemente, hanno atteso a lungo, hanno affrontato l’attesa con una puntigliosa preparazione, si sono confrontati con decine di migliaia di concorrenti, hanno superato una dura selezione. Ora, però, la loro fatica rischia di essere vanificata da un “andazzo” che è irriguardoso per il nostro Paese definire “all’italiana”. Parliamo di “ragazze” e “ragazzi” quasi trentenni che, dopo laurea, stage, dottorato di ricerca, tirocinio, hanno affrontato la prima prova del concorso nazionale per 855 funzionari dell’Agenzia delle Entrate. Per loro è proprio il caso di ...

dire “uno su mille ce la fa”: ce l’hanno fatta, anche se era solo il primo passo di un concorso il cui bando, pubblicato ormai un anno e mezzo fa, prevede ancora altre prove, ma i soliti ricorsi di chi non ha superato la prima fase potrebbero riportare tutto al punto di partenza.

Intanto passano mesi e mesi, la nuova prova è stata ripetutamente rinviata e anche i progetti di vita di questi ragazzi sono rinviati a un futuro sempre più incerto.

Questa volta, a fianco dei ragazzi che si sono distinti per i loro meriti professionali, c’è la stessa Agenzia delle Entrate, che si è costituita nella controversia promossa da Codacons - associazione che si è fatta portavoce di un esiguo numero di concorrenti che non ha superato la selezione iniziale - con ricorso al Tar del Lazio volto a ottenere la sospensione cautelare e l’annullamento dell’intero concorso. E così per mesi la procedura concorsuale ha subito un arresto, in attesa della pronuncia del Tribunale sulla fondatezza delle presunte irregolarità, peraltro non provate, della selezione svolta l’8 giugno scorso.

Il 20 dicembre è stata pubblicata l’ordinanza cautelare della II Sezione del Tar del Lazio con cui si apprende, con sconforto tra i concorrenti idonei alle successive prove, che il concorso è ufficialmente sospeso, in attesa della decisione di merito rinviata al 20 marzo prossimo.

Ovviamente ognuno ha il diritto di presentare ricorso per eventuali irregolarità ma, se ce ne fossero state, occorrerebbe denunciare i colpevoli con nomi, cognomi e fatti, individuare responsabili e complici, non far pagare il prezzo a chi ha seguito un percorso regolare e ha superato la prima fase del concorso.

Troppo spesso si crea un polverone per mettere tutti sulla stessa zattera destinata al naufragio. Non è giusto, non è corretto, non si può alimentare ulteriormente la sfiducia nelle istituzioni che già tanti danni ha creato. Se ci sono state irregolarità, non si facciano pagare ad altri le colpe di eventuali imbroglioni.

Ragazzi che avete superato la prima prova del concorso non siete soli. Con voi c’è l’Italia migliore che crede nel merito e conosce i vostri sacrifici, che è vicina alle vostre attese e alle vostre speranze, che chiede che prosegua regolarmente il percorso selettivo che darà al nostro Paese funzionari efficienti e preparati per le nuove sfide. E intanto confida che le istituzioni che si stanno occupando del caso intervengano prontamente e selettivamente, per punire solo chi ha commesso irregolarità, non coloro che hanno dimostrato con il superamento della prova la loro serietà professionale. (F.d'A.)

 

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Inchiesta Perugia, PD: "Da Melillo e Cantone contributo di rigore e chiarezza"

(ASI) "La richiesta di urgente audizione a Commissione  Antimafia, Copasir e CSM da parte del Procuratore Nazionale Antimafia Melillo e del Procuratore di Perugia Cantone va accolta subito. Per ...

Ternana-Parma 1-3, i Ducali escono vittoriosi dal “Liberati”

(ASI) TERNI – Dopo la bella vittoria sul campo del Palermo, la Ternana affronta al “Liberati” il Parma capolista. I rossoverdi di Breda devono cercare di dare continuità di risultati mentre ...

"Quo Vadis Italia", conferenza de La Rete dei Patrioti sul futuro della nazione con Valerio Arenare e Giustino D'Uva.

(ASI) "Si è tenuta sabato 2 marzo la conferenza organizzata dai movimenti aderenti a La Rete dei Patrioti, dal titolo "Quo vadis Italia". Una panoramica della situazione socio-politica nazionale, con uno sguardo ...

Avv. Trisciuoglio: Assumo la difesa del 18enne accusato di tentato omicidio per i fatti avvenuti il 7 gennaio a Savona ed estradato dalla Spagna in Italia.

(ASI)"Le incongruenze e la contraddittorietà delle prove a supporto del provvedimento custodiale in carcere ci permettono di confidare nella richiesta di scarcerazione che sarà avanzata a breve. Un ...

Campi Flegrei, Caso (M5S): “Accelerare con verifiche degli edificI”

(ASI) “La scossa di stamattina, di magnitudo 3.4 ha generato paura tra i cittadini che, nelle aree vicino all'epicentro, al confine tra Pozzuoli e Napoli, sono scese in strada. Non bisogna ...

Difesa: nave Duilio abbatte drone nel Mar Rosso

(ASI) Roma -  Nel pomeriggio di oggi, in attuazione del principio di auto difesa, Nave Duilio ha abbattuto un drone nel Mar Rosso. Il drone, dalle caratteristiche analoghe a ...

Immigrazione. Tubetti (FdI): Operazione alto impatto ha stroncato traffico di esseri umani

(ASI) "Occorre rivolgere un vivo ringraziamento agli uomini e alle donne in divisa, pilastri di uno Stato giusto, per aver portato a termine con successo l’operazione ad alto impatto ...

Dossieraggio: Iezzi (Lega), Lega attenzionata abusivamente, pronti a tutelarci in sedi opportune

(ASI) Roma  - “Sconcertanti dettagli dall’inchiesta sui dossieraggi, con la Lega attenzionata abusivamente. Contro Matteo Salvini e i leghisti la macchina del fango non si ferma mai, per ...

Google in tribunale: media europei rivendicano danni da 2,1 miliardi di euro per pratiche anticoncorrenziali

(ASI) Bruxelles - In una mossa audace che sottolinea la battaglia sempre più intensa tra conglomerati mediatici e giganti tecnologici, Google di Alphabet si trova coinvolta in una causa da 2,1 ...

La mille proroghe ed il rientro in bonis dei contribuenti. Il punto dell'economista Gianni Lepre

La mille proroghe ed il rientro in bonis dei contribuenti. Il punto dell'economista Gianni Lepre

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113