×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113
L’esercito Libanese a Tripoli dopo la morte di 13 persone

(ASI) Tripoli, Libano, le truppe libanesi sono state inviate nella città di Tripoli Domenica mattina, dopo duri scontri tra i sostenitori e gli oppositori del Presidente Siriano Bashar Al-Assad, e nel corso della giornata sono state uccise 13 persone secondo i medici e le forze di sicurezza sul posto.

I residenti hanno dichiarato che i soldati sono stati dispiegati stamattina alle 7:00 a.m., in seguito a combattimenti a colpi di granate. Il primo ministro libanese, Najib Mikati ed altri politici a Tripoli hanno ordinato alle forze di sicurezza di usare un "pugno di ferro" per placare la violenza, che al momento è la peggiore mai vista a Tripoli dall’inizio della guerra contro Assad, nella confinante Siria.

Le proteste in Libano, portate avanti principalmente dai musulmani sunniti contro Assad hanno mobilitato Tripoli, dove una piccola comunità di Alawiti, della stessa setta sciita del presidente Siriano, si sono scontrati spesso con la maggioranza di musulmani sunniti che sopportano i ribelli.

Gli ultimi scontri sono incominciati venerdì e sono continuati sabato finche non è arrivato l’esercito, e ancora stamane.

I combattimenti si sono concentrati nell’area di Jebel Mohsen, a Tripoli, dove principalmente risiedono gli Alawiti, i quali nelle ultime settimane si sono scontrati pesantemente con i musulmani sunniti nell’area di Bab al Tabbaneh.

Sabato è stato registrato il più alto numero di morti in un singolo giorno a Tripoli, e aumenta la paura tra i cittadini libanesi che la guerra in Siria sia ormai già dilagata in Libano.

La Lebanese National News Agency, una sorta di ANSA locale, ha dichiarato " i bombardamenti su entrambe le aree si sentono ogni 5 minuti, e i cecchini hanno preso di mira i civili".

I residenti hanno dichiarato che tra i morti ci sono diversi civili tra cui una mamma con la propria figlia e tra i feriti si conta un soldato libanese.

Le aree di Tripoli sono da sempre divise da odi settoriali, religiosi, ed etnici, e la rivolta contro Assad condotta dai sunniti non ha fatto che demarcare ancora di più questi odi interni in Libano, soprattutto a Tripoli , a 70 km nord di Beirut.

La Siria inviò migliaia di truppe in Libano nel corso della guerra civile che sconvolse il paese dal 1975 al 1990, e ha dominato il proprio vicino per più di un decennio in seguito. Resta ancora un’importante influenza siriana in Libano e soprattutto sull’apparato d’ intelligence e sicurezza, nonostante il ritiro delle proprie truppe nel 2005.

 
L'onestà intellettuale crea dibattito e stimola nelle persone l'approfondimento. Chi sostiene l'informazione libera, sostiene il pluralismo e la libertà di pensiero. La nostra missione è fare informazione a 360 gradi.

Se credi ed apprezzi la linea editoriale di questo giornale hai la possibilità di sostenerlo concretamente.
 

 

 

Ultimi articoli

Iran, nostro attacco ad Israele una legittima difesa in risposta ad aggressione subita consolato Damasco. La questione può dirsi conclusa.

(ASI) Il Rappresentante dell'Iran presso l'ONU  sull'attacco a Israele dichiara: "Condotta in base all'articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite relativo alla legittima difesa, l'azione militare dell'Iran è stata una risposta ...

Attacco a Israele, Italia convoca leader del G7

(ASI) La Presidenza italiana del G7 ha convocato, per il primo pomeriggio di oggi, una conferenza in collegamento a livello leader per discutere dell’attacco iraniano contro Israele.

Iran rappresentante di alle Nazioni Unite sull'attacco a Israele: Questo è un conflitto tra Teheran e Tel Aviv, gli Stati Uniti devono starne alla larga.

(ASI) Iran rappresentante di alle Nazioni Unite sull'attacco a Israele: Questo è un conflitto tra Teheran e Tel Aviv, gli Stati Uniti devono starne alla larga. Se il regime israeliano ...

Bertoldi (Alleanza per Israele): È imperativo che l'Italia sostenga Israele.

(ASI) "Un attacco militare della Repubblica è Islamica dell'Iran contro Israele rappresenta una sfida bellica estesa all'interno occidente. È imperativo che l'Italia sostenga Israele, anche attraverso un intervento militare difensivo se richiesto, ...

Vicino Oriente, l'Iran oltre i doni avrebbe lanciato razzi contro Israele

(ASI) Roma - Secondo fonti anche israeliane, l'Iran lanciato anche missili da crociera contro Israele nell'ambito dell'attacco iniziato questa notte.

L’Europa satanista partorisce la democrazia totalitaria: il nostro mondo al capolinea

(ASI) Satana è l’avversario, l’oppositore in giudizio, il “loico” del male che inquina la storia e rende l’uomo marionetta impotente. Il parlamento europeo che vota in massa la ...

Corsica: è nato il Partito "Per l'Indipendenza"

(ASI) Ajaccio - Abbiamo intervistato Johan Bernardini, segretario generale del nuovo partito politico corso "Per l'Indipendenza" che ci ha parlato del loro programma politico, a cui abbiamo posto alcune domande.&...

Donne, Mori (Pd): Proposta politica femminista contro nazionalismi e destre per rafforzare pace, welfare e autodeterminazione

(ASI) A margine dell'iniziativa sui "Femminismi. Conoscere il passato per costruire il futuro" promosso dalla Conferenza regionale delle Democratiche della Calabria tenutosi a Vibo Valentia nel pomeriggio, la Portavoce nazionale ...

Case Green, Procaccini (FDI-ECR): "Pericoloso salto nel buio come il superbonus, attacco a modello sociale italiano " 

(ASI) "La direttiva sulle case green voluta dalla UE e' una norma irrealistica e pericolosa perché costringe gli Stati, in particolare l'Italia che non ha un patrimonio immobiliare ...

Olimpiadi 2026, Cappelletti (M5S): si fermi capriccio pista bob e Salvini-Zaia chiedano scusa

(ASI) Roma. – “È ormai palese che non ci sono i tempi tecnici per realizzare il “budello del ghiaccio” a Cortina per i Giochi olimpici del 2026. Il governo metta fina a questa ...

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 113