angela(ASI) La Germania cerca di placare le sempre più forti preoccupazioni per l’escalation in corso tra la Grecia e la Turchia, provando a mediare fra le parti e tentando così di gettare acqua sul fuoco.

Il ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas, ha invitato oggi Ankara a "interrompere le provocazioni" nel Mediterraneo orientale. La marina di Tayyp Erdogan ha appena spedito infatti, in questa area marittima, una nave esplorativa alla ricerca di gas naturale. La mossa rischia però di riaccendere una crisi gravissima tra la nazione della Mezzaluna e il paese ellenico, in quanto quest’ultimo vede ciò come un pericolo alla propria sicurezza e ai suoi interessi energetici. Se non cesserà immediatamente, quanto sta accadendo, potrebbe esserci " una grave battuta d'arresto per gli sforzi di far diminuire la tensione", ha aggiunto in una nota il dicastero del governo guidato dalla cancelliera Angela Merkel. Berlino teme dunque un conflitto tra le parti, entrambe membri della Nato, con possibili pesanti ricadute negative per l’intera Unione europea.

Marco Paganelli – Agenzia Stampa Italia

Agenzia Stampa Italia: Giornale A.S.I. - Supplemento Quotidiano di "TifoGrifo" Registrazione N° 33/2002 Albo dei Periodici del Tribunale di Perugia 24/9/2002 autorizzato il 30/7/2009 - Iscrizione Registro Operatori della Comunicazione N° 21374 - Partita IVA: 03125390546 - Iscritta al registro delle imprese di Perugia C.C.I.A.A. Nr. Rea PG 273151
Realizzazione sito web Eptaweb - Copyright © 2010-2020 www.agenziastampaitalia.it. Tutti i diritti sono riservati.